Contestazioni al circo Marina Orfei. E nello zoo privato scatta la rissa

Parole di troppo e spintoni durante l'intervallo dello spettacolo del Marina Orfei a Surbo. Ambulanza e carabinieri sul posto; oggi i proprietari del circo hanno sporto denuncia

SURBO – Doveva essere un venerdì sera spensierato, da trascorrere divertendosi in compagnia delle performance degli artisti del circo Marina Orfei, che ha fatto tappa a Surbo. Invece, del tutto inaspettatamente, è scoppiato un putiferio.

Intorno alle 20.30, durante l’intervallo tra la 1° e la 2° parte degli spettacoli, nell’atrio esterno al tendone è scoppiata una vera e propria rissa. Un gruppetto di spettatori si è recato a far visita allo zoo privato del Marina Orfei per ammirare gli animali esotici che vengono esibiti al pubblico.

Qualche commento di troppo circa lo stato di cattività in cui sono tenute tigri, cammelli e altri animali, insieme a contestazioni dai toni aspri rivolte al personale del circo, avrebbero innescato la miccia. Tra spintoni e addirittura cazzotti, stando alla ricostruzione sommaria dei presenti, ora al vaglio delle forze dell’ordine, quattro persone hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici dell’ospedale Vito Fazzi.

Sul posto è intervenuta un’ambulanza che ha trasportato verso l’ospedale leccese un uomo, il domatore delle tigri, sua moglie, e la proprietaria del circo. Stando alla prognosi dei sanitari, tutti se la sono cavata con poco.

In ospedale ci è finita anche una signora incinta che ha chiesto un controllo sul proprio stato di salute.

I titolari del circo hanno chiamato i carabinieri della compagnia locale, intervenuti immediatamente per prendere i nominativi dei presenti. Nella mattinata di oggi, invece, gli stessi proprietari del Marina Orfei hanno sporto denuncia a carico di ignoti.  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (20)

  • Saranno animalisti, ma lì ci sono andati per vedere gli animali e magari hanno fatto pure la foto ai bambini accanto alla giraffa! C'è gente in giro che per pensare agli animali si dimentica di dare da mangiare ai figli!!!

  • Io dico solo una cosa a tutti questi animalisti perché non prendete in adozione tutti quei cani e gatti randagi e dimostrate veramente di essere degli animalisti ed amante degli animali in genere e non a riempirvi la bocca alla prima occasione che vi si presenta incominciate a dare esempio .

  • Poi, diciamola tutta. Io sono detenuto da mia moglie in cattività da ben 26 anni e non mi sembra che ci sia un'associazione per la liberazione dei mariti. Quindi perchè dar retta agli animalisti? perchè ascoltare loro e gli animali? i mariti sono di serie B? Secondo me, o vi fate i fatti vostri o liberate tutti. Non si può essere parziali. eccheca@@o

    • grande,mitico Salvatore!!!!

  • Se pure il papa, che non a caso si chiama Francesco, ha tirato le orecchie [orecchi? :-)] a quelli che pensano solo agli animali, invece di pensare al prossimo, significa che questi pseudo animalisti sfegatati non sono solo mal visti, ma considerati fuori di testa. Tanto più quando si dicono amici degli animali e poi trovano tutti i modi possibili per renderli ridicoli come loro.

  • Beh per una volta sono stati trattati così come loro trattano gli animali. E' davvero impensabile che nel 2018 si consenta ancora di usare gli animali come attrazione, avendo scoperto quali sono i mezzi con cui di ammaestrano... Poi ci lamentiamo dell'assurda ignoranza di alcune popolazioni... su certe cose noi siamo messi peggio.

  • Tutti hanno visto gli animali " sofferenti"..... Quando hanno montato il circo, l'operaio sui traversoni, senza casco, senza imbragatura e senza tutto il resto, non l'ha visto nessuno... " Poveri animali".

  • “Nel 1990, il governo del Regno Unito tramite la The Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals ha commissionato uno studio sul problema all'etologa Marthe Kiley-Worthington, secondo cui: « Dopo 3000 ore di osservazione scientifica e visite a circhi e zoo, comprendenti addestramento, viaggi e spettacoli, i circhi per loro natura non causano sofferenza agli animali. Non si ritiene che l'interesse degli animali sia favorito appieno dal danaro e dalle attività finalizzate a bandire i circhi. La cosa più importante è incoraggiare i circhi a migliorare il benessere animale come raccomandato[17]. »” fonte Wikipedia. Ogni tanto non fate le pecore per moda. Essere animalisti ok, ma documentatevi, siate curiosi di formare una vostra opinione anche se in contrasto con la vostra etica...così, a titolo personale.

    • Ma lei è davvero convinta, che per " costringere" una tigre a saltare in un anello di fuoco si usano i "croccantini "? E le carezze magari. .....

    • Pecora sarà Lei, e come tale provi a vivere la sua "documentata" esistenza in una gabbia

      • Sergio mi ha preceduta nella risposta...

  • O l'articolo non è chiaro o alcuni lettori non lo hanno letto però hanno commentato. A me sembra di capire che gli animali non facevano parte di numeri con gli animali ma sono nello zoo privato dei proprietari del circo.

    • E cosa cambia? In ogni caso gli animali sono costretti a vivere in baracconi poco adatti alle loro esigenze, scarrozzati in giro per l'Italia.

  • Altri geni che vanno a rompere le scatole. Chi non vuole lo spettacolo con gli animali,non ci vada. O All'attività circense non è consentito acquistare animali esotici e selvatici da una vita. Quelli che hanno sono animali NATI in cattività. Rimessi in libertà durerebbero una settimana...ma lo so,non è politicamente corretto. E quindi non va detto

    • Esistono programmi di riabilitazione, non ambendo certo a rimetterli in libertà ma quantomeno per garantire loro una esistenza più dignitosa che non sballottati dentro una gabbia.

  • Al di là dell'evento deprecabile rimane fermo il fatto che è assurdo consentire ai circhi di detenere animali in cattività. All'attività circense dovrebbe essere ormai essere universalmente preclusa la possibilità di fare spettacolo con animali, basterebbero clown, trapezzisti ed forma di rappresentazione magari innovativa per rendere piacevole una serata al circo. La presenza di animali tenuti in gabbia e spesso in condizioni di indigenza rende il tutto molto triste.

    • Concordo, qualcosa tipo "Circus du Soleil".

    • Anche il cane è detenuto in cattività. Gli animali in cattività non facevano parte dello spettacolo.

  • Già mal sopporto vedere gli animali rinchiusi in uno zoo, figuriamoci nei carrozzoni del circo. Da preferire sicuramente gli spettacoli circensi con clown giocolieri e acrobati piuttosto che quelli con gli animali

  • Boicottiamo gli spettacoli con gli animali, e' cosi facile

Notizie di oggi

  • Attualità

    Papa Francesco sulla tomba di don Tonino Bello: “Al primo posto la dignità del lavoratore”

  • Attualità

    Circa 13mila fedeli all’alba: quando il piano sicurezza e l’organizzazione funzionano

  • Attualità

    Bandiere, striscioni e palloncini: “invasione” di bambini e ragazzi ad Alessano

  • Incidenti stradali

    Autista di pullman pieno di studenti viene colto da malore: collisioni a catena

I più letti della settimana

  • Autista di pullman pieno di studenti viene colto da malore: collisioni a catena

  • Esplosione dentro il vecchio hotel comprato all'asta. Sventrate le pareti: è inagibile

  • Spari nel centro abitato di Surbo: cinque colpi sull'auto di una donna

  • Doppio assalto all'Aci, scacco alla banda: quattro arresti all'alba

  • L'inseguimento diventa scorta in ospedale: nell'auto un uomo in arresto cardiaco

  • Accusato di omicidio stradale un 39enne: nell'impatto morto ex sindaco

Torna su
LeccePrima è in caricamento