Tragica fatalità: muore per un rigurgito un bimbo di due mesi e mezzo

La straziante notizia, all’alba, si è abbattuta su una giovane famiglia di Monteroni di Lecce. Il piccolo ormai senza vita all’arrivo del 118

Foto di repertorio.

MONTERONI DI LECCE -  Una inenarrabile tragedia si abbatte su una giovane famiglia originaria di Monteroni di Lecce. Un bimbo di appena due mesi e mezzo, Igor, è infatti spirato, per un arresto cardiocircolatorio sopraggiunto fra le mura domestiche, con ogni probabilità a causa di un rigurgito mentre si trovava nella culla. Da sempre, purtroppo, una delle insidie maggiormente  diffuse fra i neonati.

La drammatica notizia all’alba di oggi, intorno alle 4 e mezzo: i genitori del piccolo e di altri due bambini si sono immediatamente rivolti al 118. Gli operatori sanitari, giunti presso l’abitazione con estrema urgenza, hanno però potuto constatare soltanto il decesso del bimbo, nonostante i tentativi di rianimazione. Sono tutti rimasti sconvolti dall'assurda fatalità toccata in sorte alla famiglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il corpicino del neonato è stato restituito subito ai famigliari, perché lo possano stringere per le ultime ore, prima del rito funebre che si svolgerà nel primo pomeriggio di domani, alle 16, a Monteroni di Lecce, nella Parrocchia del Sacro Cuore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

  • Rave nelle campagne, musica sparata per ore: sgomberati in circa 300

  • Molesta la barista e fugge, ma dopo un’ora ritorna e lo riconoscono

Torna su
LeccePrima è in caricamento