Finanzieri “visitano” negozi, bar e un odontoiatra: denunciati nove datori di lavoro

Le fiamme gialle hanno eseguito 44 controlli in 22 comuni del Salento. Sono 15 i lavoratori trovati completamente “in nero” nel giro di 48 ore

La guardia di finanza durante i controlli.

LECCE – Nove datori di lavoro salentini sono stati denunciati nel giro di 48 ore, durante un controllo eseguito dalla guardia di finanza su tutto il territorio provinciale. Durante le 44 ispezioni, in 22 comuni del Tacco, i militari delle fiamme gialle hanno infatti scovato 15 dipendenti senza alcun tipo di contratto, né tutela. Altri 13, invece, sono stati trovati con contratti anomali. Ma gli uomini del comando provinciale leccese stanno in realtà valutando la posizione di 188 ulteriori dipendenti, risultati “irregolari”. Motivo per il quale quattro datori sono stati sanzionati. I 200 militari impegnati nell’attività di servizio, che ha portato alla luce maggiori anomalie nelle zone del Gallipolino e del Casaranese, hanno eseguito ispezioni in numerosi settori lavorativi.

LAVNE2-2Oltre a un’impesa edile, anche un negozio di abbigliamento e un calzaturificio. Ma non è tutto. A finire nella rete dei controlli anche una ferramenta, un ristorante, diversi bar, il salone di un parrucchiere, un negozio di intimo, una pescheria, un’autofficina e un resort. E, infine, anche supermercati, un distributore di carburante, una ditta di infissi, un giostraio e un odontoiatra. Il piano delle verifiche è stato disposto in realtà su tutto il territorio regionale. Complessivamente, in Puglia, sono stati eseguiti 189 controlli, nel corso dei quali sono stati scoperti 159 lavoratori impiegati totalmente “in nero” oltre a 29 lavoratori la cui posizione è risultata “irregolare”, con la conseguente verbalizzazione di complessivi 93 datori.

Ben 243 sono, invece, le posizioni lavorative ancora in fase di definizione, per le quali sono necessari ulteriori accertamenti.  L’attività ispettiva, condotta nei confronti di diversi soggetti economici, individuati con specifiche “analisi di rischio”, proseguirà anche nel corso delle prossime settimane.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • W la Guardia di Finanza. Auspico ancora più controlli. Stranamente al sud tutti sono dichiarati per quattro ore al giorno e poi ne fanno dodici. PIÙ CONTROLLI

  • Le tredicesime pagate e poi pretese restituite? Quando controlleremo queste cose.

  • Complimenti alla GdF. Auspico che questi controlli siano fatti spesso così da far finire ai furbetti la voglia di sfruttare chi ha bisogno di lavorare per vivere.

  • Quanti datori italiani, dato che sfruttano i dipendenti in tanti modi, dovrebbero finire nella rete della G d F; per non dire poi dei liberi professionisti, in primis medici specialisti (ortopedici dal cognome importante, dentisti, e cardiologi) che rilasciano ricevuta fiscale solo su richiesta del paziente e maggiorando l'importo. Sarebbe bello se tutti costoro venissero scoperti, puniti severamente e avessero poi paura di fare gli sfruttatori. Ad onore degli italiani che pagano le tasse, come gli stipendiati fissi. G d F continua ... fino alla fine.

  • Artigiani che si fanno pagare un occhi della testa l'intervento e poi... hanno i dipendenti in nero. Oppure esercizi commerciali che la flat tax se la fanno in autonomia: consumi senza scontrino o con il pre-conto. La chiusura definitiva per chi non emette lo scontrino!!!

  • per arrestare questo malcostume occorre una seria lotta contro i gruppi di Potere che fanno sparire "Legalmente" gonfiando la spesa pubblica .. Miliardi di € Pubblici. solo così Milioni di evasori saranno più onesti e affettuosi nei confronti della Onorata ma poco Onesta Società

  • Darei qualche nome pure io... conosco gente che sa già quando vengono a fare i controlli! Italia... che vergogna!siamo un paese di corrotti

    • Segnala anonimamente

  • Classica vergogna italiana.La rabbia viene quando vengono fatti i controlli a macchia di leopardo,invece dovrebbero essere già controllati e passati al setaccio dalle autorità locali competenti,che sanno chi sono e che fanno.Ma qui gli interessi travalicano tutto.Siamo ridicoli.

  • se vogliono qualche indirizzo che me lo chiedessero pure, tra l altro se facessero controlli haccp immagino quanti locali troveremmo chiusi, gente che mentre fa la preparazione la si vede con sigarette in mano, o mentre impiattano la vedi tranquillamente fumare, tutto questo con il benestare del datore, bisogna chiuderli sti locali

Notizie di oggi

  • Attualità

    Con il gioco e sempre a viso aperto: così il Lecce ha meritato il diritto di sognare

  • Cronaca

    Case in affitto e cane "fantasma", sessanta le vittime ingannate online

  • Cronaca

    Sequestrati tre richiami acustici. Animali allevati in pessime condizioni: una denuncia

  • Cronaca

    Pasqua e Pasquetta, strage di patenti nella zona di Maglie

I più letti della settimana

  • Frontale sulla strada del mare: ragazza deceduta, due codici rossi

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Auto sbanda e si ribalta un paio di volte: in due in prognosi riservata

  • Spostato dalla barella, cade cocaina: il ferito indagato per spaccio

  • Il nuovo pentito della Scu: “La mia latitanza anche a Porto Cesareo”

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

Torna su
LeccePrima è in caricamento