Marti va con Salvini e la Lega. Fitto affonda il colpo: "Insegue solo una poltrona"

Il deputato leccese lascia Direzione Italia: "Ho scelto un partito solido" . Dopo quello di Palese, passato in Forza Italia, un altro riposizionamento nel centrodestra che ha già scatenato polemiche

Fitto sorridente con Gabellone: Direzione Italia era stata appena varata.

LECCE – Fa clamore il passaggio del deputato Roberto Marti al movimento di Matteo Salvini, la Lega (senza Nord). La rottura con Direzione Italia e con Raffaele Fitto è clamorosa, ma forse non inattesa. Basti ricordare le frizioni in occasione della scelta del candidato per le amministrative leccesi e, non meno importante, la consapevolezza che alle elezioni politiche i seggi in ballo sono troppo pochi per i potenziali aspiranti parlamentari (neo o confermati) della provincia salentina. Del resto, solo a metà giugno, Rocco Palese era passato in Forza Italia.

L’annuncio è stato dato a Roma direttamente dal leader lombardo (un altro parlamentare pugliese, Nuccio Alteri, ha lasciato Direzione Italia) e confermato poi dal diretto interessato: "La Lega di Salvini è in questo momento il soggetto politico che meglio incarna la voglia di centrodestra degli italiani, pugliesi compresi, perché parla la lingua del buon senso e propone una visione complessiva per il futuro di tutta l’Italia. Non ho scelto un cartello elettorale servente solo al passaggio elettorale, ma un partito solido che diverrà l’architrave del centrodestra dei prossimi anni, nel Salento, in Puglia e in Italia. Sono altri allora ad essere impegnati nell’affannosa ricerca di una zattera per il Parlamento purchessia anziché nella elaborazione di un’idea organica sul futuro della nazione che possa contare su una forza politica realmente nazionale e realmente rappresentativa come la Lega". 

Nelle dichiarazioni del deputato leccese evidente la replica a quanto sostenuto da Fitto poco prima in un pungente post su facebook: “Chi è già andato via o lo sta facendo ora, non ha nemmeno il coraggio di sostenere delle idee ma sta solo disperatamente inseguendo una poltrona. Certo, però, considerando le storie di ciascuno, c'è da capire come possano continuare a guardarsi allo specchio... Noi andiamo avanti con serietà e convinzione lasciando ad altri opportunismi e calcoli! Grazie sempre a tutti i nostri dirigenti ed amministratori per la loro dedizione ed il loro sostegno”.

Anche il coordinatore provinciale di Direzione Italia, Antonio Gabellone, ha voluto dire la sua, associandosi al leader magliese: : “Abbiamo appena appreso della folgorazione sulla via per... Damasco che ha colpito l'onorevole Marti. Mai una perplessità, mai un dubbio sul progetto politico di Raffaele Fitto. Al contrario sempre pancia a terra, nel sostenerlo e diffonderne le idee. Prendiamo atto e andiamo avanti, nella convinzione oggi più di ieri che le ragioni del Mezzogiorno, della Puglia e del Salento debbano essere affidate a persone coerenti, capaci e leali”.

Sull'inatteso abbandono si è espresso anche il consigliere regionale di Direzione Italia, Luigi Manca, anch'egli salentino: "Roberto era e resterà sempre un mio amico, per questo gli ho detto a voce quello che penso della sua scelta di aderire alla Lega di Salvini. Ma le amicizie sono una cosa, i percorsi politici sono un’altra. Due anni e mezzo fa ho deciso di candidarmi alla Regione perché ho considerato credibile il progetto di un centrodestra che vedeva anche in Raffaele Fitto un punto di riferimento per una politica alternativa non solo a parole ma nei fatti al centrosinistra. In quel progetto che oggi si chiama Direzione Italia io ci credo ancora fortemente, mi dispiace che il mio amico Roberto – che ci credeva più di me – oggi abbia scelto un percorso politico che seppure sempre di centrodestra rinnega le radici di un meridionalismo che non è il Sud con il cappello in mano, ma è il Sud con la sua identità e le sue peculiarità straordinarie”.

D’altra parte, c’è chi si compiace della scelta di Marti. Si tratta di Andrea Caroppo, consigliere regionale che già da settimane aveva sancito l’intesa con la Lega, comparendo insieme a Salvini in una recente uscita pubblica leccese: “Dopo la mia, l’adesione di Nuccio e Roberto al progetto nazionale di Salvini è l’ulteriore prova - ove ce ne fosse ancora bisogno - della validità del progetto politico della Lega e del suo sfondamento al Sud, uno sfondamento ormai nei fatti che vede nella Puglia la sua testa d’ariete. La presenza e il contributo di due parlamentari renderanno certamente ancora più forte l’area politica che in questa regione intende declinare finalmente sul serio le parole chiave del sentimento profondo di tutti gli italiani: difesa dei principi tradizionali e delle identità territoriali, sicurezza, famiglia e libertà educativa, libertà d’impresa, lotta all'oppressione fiscale, merito, sussidiarietà”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (21)

  • Fitto , mah .. personaggio che non si mette mai in discussione , fa errori a ripetizione , mai una scelta azzeccata, ha avuto il coraggio di mettersi contro Berlusconi dopo che lo ha fatto ministro perdendo la Regione , che dire ? Uno poi si domanda è dice , ma questo gioca con me o contro ? oggi non ci vuole coraggio abbandonare quezto tipo , ci vuole coraggio x restare...

  • Il Sud è stato sempre tradito da individui meschini e voltagabbana.Di Marti cosa ci aspettavamo?Nulla di positivo.Voglio sperare che i leccesi si ricordino negativamente,al momento del voto,di coloro che hanno scelto di andare con Salvini e non sbaglino nell'eleggere persone senza vergogna e dignità.

  • Rammento a Claudio Colonna che Baldassarre è risultato il primo assenteista del parlamento europeo. Baldassarre uomo di Fitto

  • x il progetto Fitto non c'è futuro, negli ultimi 15 anni non ha azzeccato una scelta giusta , le persone ingoiato rospi fino ad un certo punto poi ciao , semplice , e Fitto ne traeva giovamento dalla politica di Marti . Vedremo i risultati a breve ... Di sicuro Fitto annaspa ..

  • Salvini si contorna esclusivamente di riciclati. E' il capo branco di mercenari e arrampicatori. Senza vergogna e senza rispetto dell'elettorato. Del resto chissà cosa sarebbe di Marti senza una seduta in Parlamento. Si stanno vendendo il territorio. Alle elezioni politiche RICORDIAMOLO ! Un aggettivo ? Vomitevole.

  • grandi .....finalmente dei politici validi e valorosi che hanno a cuore le sorti di lecce, del salento, della puglia, del meridione, dell'italia, dell'europa, del mondo....ora avremo accanto al valoroso cavaliere salvini dei valenti scudieri....ora le sorti del nostre paese non possono essere che luminose e fulgide.....dei grandissimi lavoratori affiancheranno lo stakanovista politico sceso dal nord per svilupparci....ah ma dite che salvini non ha mai lavorato in vita sua? anzi che risultando tra i più assenteisti dei deputati europei rubava lo stipendio??? aggiungete che i nostri politici locali si sono distinti per la loro nullità politica accanto al niente di fitto??'' ok mi sbagliavo ...niente di nuovo sotto al sole......i soliti parassiti e nullafacenti legati solo alla poltrona mannaggia......

  • Non è certo una bella azione, ma...quali erano e quali sono gli ideali politici e morali che portarono alla nascita del partito di Fitto? In che cosa divergevano tanto radicalmente da quelli di Berlusconi, seguiti per 20 anni dalla "protesi"? Forse chi di spada ferisce...

  • Salvini gli ha assicurato la poltrona... visto che Fitto la deve dare a Perrone... tutto qui!

  • Farsi insultare per 20 anni da certa gentaglia per poi scodinzolargli dietro come un barboncino.... senza memoria e senza dignità!

  • Poltrone ghiotte per tutti Siamo rappresentati da voltagabbana spudorati .

  • Io ho poca stima di chi prima era con Fitto ed oggi ha elemosinato un posto in forza Italia o Fratelli d'Italia. Avverto un leggero senso di ..........almeno Marti ha il coraggio di cambiare nel bene o nel male.

    • Marti e' squallido Salvini, che col suo nuovo movimento era deciso di non aprire le porte ai riciclati, ancor di più Paru cerca Paru Cambiare ? Cambiare cosa ? Sta solo cambiando le scelte di chi lo ha preferito (O LO HA OVUTO PREFERIRE) sta solo cambiando perché con Fitto non aveva NESSUNA POSSIBILITÀ .......e se mai dovesse restare a terra.....eeeee si sa bene cosa potrebbe succedere visto che più di qualche "guaio" congelato lo ha.

  • Marti, pur di restare a galla, aderirebbe alla SudTirolerVolksSpartein o all' Union Valdotain.Noi italiani ce lo meritiamo, ce lo meritiamo.

  • Siete tutti in cerca della poltrona...non avete ne coerenza ne morale!

  • Credo che con questo modo di fare politica non andate da nessuna parte più vi divitede meno credibilità acqistate tanto e vero non vie bastata la batosta della spaccatura di forsitali adesso state facendo lostesso gioco del centro sinistra rr icodratevi che oggi gli elettori non sono ignoranti proprio con la lega che fino a ieri a parlato e fatto politica territoriale con i piccoli partiti la dovete smsttere unirsi con partiti seri e con persone serie

  • Leccesi e salentini, è partito il mercato delle poltrone: banderuole al vento e opportunisti di bassa lega, camaleonti e voltabandiera, aspettiamoci qualsiasi cosa da questi "nostri" rappresentanti.

  • Marti, come i collaborazionisti dei tedeschi durante la seconda guerra mondiale, va col nemico contro il suo popolo, le sue origini, per ottenere qualche scatoletta di carne in scatola in più. Già Giliberti ha perso migliaia di voti facendosi fotografare sorridente col nordista, razzista, omofobo, populista Salvini, adesso Marti si prepari ad una batosta elettorale nel suo territorio. E poi scompaia dalla vita politica.

    • Vedremo alle prossime elezioni chi prenderà una batosta e scomparirà dalla vita politica... non dire gatto se non ce l’hai nel sacco....

      • perchè qui a Lecce chi voterà lega?.......io sono stato un bel po' di anni a Bergamo e vi assicuro che i leghisti sono la peggiore razza umana che esista!

  • Che bel quadretto, mi passa l'appetito.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Brucia e crolla capannone della ditta edile. Si temono danni per la salute

  • Cronaca

    Inchiesta “Favori&Giustizia”, il caso piscina abusiva resta aperto

  • Politica

    Elezioni comunali: il candidato del M5S a Lecce è un medico di 56 anni

  • Cronaca

    Bimbo di 5 anni picchiato e denutrito, a processo madre e convivente

I più letti della settimana

  • Uno in auto con patente revocata, l'altro con cocaina, un terzo con una prostituta

  • Sangue sulla statale: un'auto prende fuoco, nell’altra muore 58enne

  • Violento incidente sulla strada statale 101: in otto in ospedale

  • Brucia e crolla capannone della ditta edile. Si temono danni per la salute

  • Donna muore, ladro in casa durante il suo funerale. Ma viene incastrato

  • Sesso con il pm per avere vantaggi, l'avvocatessa nega le accuse davanti ai magistrati

Torna su
LeccePrima è in caricamento