Oltre una tonnellata di marijuana dai Balcani: fermati due narcotrafficanti

Un motoscafo è stato intercettato nella tarda serata di ieri, dalla guarda di finanza, al largo di Santa Maria di Leuca

I militari nelle acque di Leuca (Foto di Antonio Quarta)

SANTA MARIA DI LEUCA (Castrignano del Capo) – Un motoscafo è stato intercettato dalla guardia di finanza, nella tarda serata di ieri, nelle acque salentine: bloccato e scortato nel porticciolo di Santa Maria di Leuca, trasportava oltre una tonnellata di marijuana.

Lo stupefacente proveniente dai Balcani, che se immesso sul mercato locale avrebbe fruttato somme da capogiro, è stato immediatamente posto sotto sequestro, assieme alla stessa imbarcazione, su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce.

I militari delle fiamme gialle del Reparto operativo aeronavale di Bari hanno infatti inseguito il natante, a bordo del quale viaggiavano due narcotrafficanti di nazionalità albanese, poi dichiarati in stato di arresto.

L'operazioneè stata condotta dai Reparti aeronavali impegnati nell’operazione “Themis 2019”, coordinata a livello locale da Frontex e a livello nazionale, dall’lnternational Coordination Centre, istituito presso il Comando operativo aeronavale della Guardia di finanza di Pratica di Mare. 

Nel dettaglio, le unità navali del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, al largo di Santa Maria di Leuca, hanno individuato un potente gommone, visibilmente carico, che provenendo da acque internazionali si dirigeva rapidamente verso le coste italiane. Sottoposto all’alt, il potente gommone si è fato alla fuga nel vano tentativo di sfuggire alla cattura, dando avvio ad un inseguimento durante il quale gli scafisti si sono liberati di parte del carico, gettandolo in mare, senza che ciò impedisse alle vedette del Roean raggiungere ed abbordare il natante.

A bordo dell’imbarcazione e nel tratto di mare interessato dall’operazione, le motovedette hanno rinvenuto complessivamente 71 colli di sostanza stupefacente, per mille e 531 chli, che al mercato clandestino avrebbe fruttato circa 15 milioni di euro.

Il mezzo, un gommone lungo 10 metri circa, dotato di due potenti motori fuoribordo, è stato condotto nel porto Santa Maria di Leuca e sottoposto a sequestro, mentre i due scafisti, di nazionalità albanese, sono stati fermati per detenzione e traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Se fosse legalizzata è controllata non ci sarebbe tutta sta @#?*%$a!

  • Pena esemplare, anni 15 senza sconti di pena.... Far capire che non si scherza..... Sicuramente qualcuno avrà il modo di riflettere...... W L'ITALIA......

  • Nonostante il Canale d’Otranto sia una tra le frontiere marine più monitorate, i narcos trovano sempre dei disperati disposti a rischiare la galera italiana. Tuttavia, sempre meglio della loro!

    • per ogni gommone intercettato, ne passano 10. svegliati

      • Se rileggi quel che ho scritto non ho menzionato numeri. Ho solo detto che bisogna essere dei disperati per rischiare un arresto, sia pur con una percentuale del 20%, in base alle tue statistiche. A proposito, tu che sei sveglio, chi ti ha fornito quelle cifre??

Notizie di oggi

  • Politica

    Salvini divide la piazza: contestazione durante il comizio con Congedo

  • Attualità

    "Terra di pace e di accoglienza". Dalla Provincia il benvenuto a Salvini

  • Incidenti stradali

    Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cronaca

    Droga a fiumi sulla Capitale, fra i referenti un contiguo al clan Coluccia

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Oltre 1 chilo di cocaina, arrestato il fratello del boss del clan "Vernel"

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Far West vicino alla banca: spari in aria, rapinati 35mila euro

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento