Bomba davanti al ristorante: distrutte lastre in plexiglas, ripreso l’autore

E’ accaduto intorno alle 5, a Torre Pali, ai danni di una trattoria. Il malvivente, incappucciato, è stato immortalato durante l’azione

Foto di repertorio

TORRE PALI (Salve) – Piazza un ordigno davanti al ristorante, ma viene immortalato dal sistema di videosorveglianza. L’ennesima intimidazione, avvenuta all’alba, a Torre Pali, la marina di Salve, potrebbe avere presto un responsabile. Intorno alle 5, infatti, una bomba artigianale è stata posizionata nei pressi del locale che ospita “Le voilier”, una storica trattoria  e albergo in corso Cristoforo Colombo, per lanciare un messaggio dal chiaro intento intimidatorio.

L’esplosione ha mandato in frantumi  il rivestimento esterno del ristorante, composte per lo più da lastre in plexiglas, ora completamente distrutte. Sul posto, allertati da alcuni passanti, il proprietario e i carabinieri della stazione di Salve e del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase, guidati dal capitano Alessandro Riglietti. I militari hanno avviato i rilievi sul posto, alla ricerca di tracce evidenti lasciate dal malvivente. Quest’ultimo è stato ripreso dalle videocamere installate all’esterno del locale.

Incappucciato per non essere riconosciuto, l’autore del gesto ha raggiunto il ristorante a piedi e si è allontanato nella stessa modalità, forse fiutando la presenza degli “occhi elettronici”. Gli inquirenti, intanto, dopo aver ascoltato la vittima, per capire se vi possano essere recenti episodi ricollegabili con quello avvenuto all’alba, si sono concentrati anche sui dipendenti. Questi ultimi sono stati sentiti uno per volta, in una raccolta certosina di indizi. Gli investigatori dell’Arma confidano di poter risalire al malvivente a breve stretto giro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento