Travolto da un convoglio regionale, salentino perde la vita nel Canton Ticino

Un 40enne, da tempo domiciliato nell’hinterland di Bellinzona, è morto questa mattina, all’ingresso della Galleria del Gottardo, ad Airolo

Il tunnel del Gottardo, portale di Airolo (Ansa foto)

RUFFANO– Travolto da un treno regionale, perde la vita a soli 40 anni. Tragica mattinata, quella di oggi, per un 40enne salentino, da tempo residente nel Canton Ticino, in Svizzera. L’uomo, Cristian Damiano, di Ruffano, ex militare nell’Esercito Italiano, così come si apprende dal quotidiano Ticinonline, era impiegato nel settore della sicurezza ferroviaria della compagnia italo-lombarda quando, all'ingresso della Galleria del Gottardo, nel comune di Airolo, è stato schiacciato da un convoglio.

Si trovava infatti in compagnia di un collega quando, per cause al momento tutte da accertare, è rimasto vittima del drammatico incidente. L’amico è rimasto gravemente ferito, tanto da essere accompagnato d’urgenza in ospedale. Per il salentino, invece, non c’è stato più nulla da fare: le lesioni riportate non gli hanno dato scampo.

Inutili i soccorsi prestati sin dai primi istanti per cercare di salvargli la vita. Il 40enne, da anni domiciliato in un borgo nei pressi di Bellinzona, lascia una famiglia distrutta dal dolore: non soltanto i parenti, lontani e a migliaia di chilometri di distanza, ma anche una giovane moglie e due figli. Sarà la polizia elvetica a cercare di ricostruire la dinamica dell'assurdo episodio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento