In spiaggia accesso più semplice per gli animali da compagnia e "salvavita"

Nell'ordinanza balneare per l'imminente stagione estiva regole più flessibili. Dotazione di 250mila euro le sedie "job" da distribuire ai comuni costieri

LECCE – Più ampie possibilità di accesso per gli animali di compagnia e per quelli “salvavita” e sedie per disabili: nell’ordinanza balneare regionale appena approvata ci sono due novità che l’assessore con delega al Demanio marittimo, Raffaele Piemontese, si è incaricato di spiegare.

La prima nasce dalle sollecitazioni fatte agli uffici regionali per consentire l’accesso agli stabilimenti, ad esempio, anche dei “diabetic alter dogs”, cani addestrati a riconoscere le crisi ipoglicemiche e iperglicemiche delle persone affette da diabete. Per quanto riguarda il secondo aspetto sono stati stanziati 250mila euro per l’acquisto di sedie Job che saranno consegnate ai comuni costieri, alla luce di esperienze virtuose sperimentate in alcuni stabilimenti della regione.

“Abbiamo tutti il dovere di cooperare per mantenere puliti, sicuri e accessibili i nostri 865 chilometri di coste – ha dichiarato Piemontese -; l’ordinanza balneare non si rivolge solo ai concessionari, ma contiene disposizioni prescrittive anche nei confronti dei Comuni che hanno il dovere di assicurare, sulle spiagge libere, l’igiene, la pulizia, la sicurezza e la perfetta fruibilità, attraverso la realizzazione di accessi pubblici al mare e di idonei percorsi che, con apposite pedane amovibili, consentano ai diversamente abili il raggiungimento della battigia”.

L’ordinanza, che ribadisce la riserva assoluta alla balneazione fino a 200 metri dalla spiaggia e l’obbligo di dotarsi di dispositivi di sicurezza (come il defibrillatore), è stata illustrata nel dettaglio mercoledì scorso a Bari da Piemontese insieme con il Comandante della Capitaneria di Porto di Bari, Alessandro Cortesi, il Dirigente della Sezione Demanio e Patrimonio, Giovanni Vitofrancesco, la Dirigente del Servizio Demanio Marittimo, Costanza Moreo, e il Dirigente ambientale di Arpa Puglia, Nicola Ungaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’incontro hanno partecipato Assobalneari Confindustria, Sindacato Italiano Balneari Confcommercio, Federbalneari Puglia, Cna Balneatori Puglia, Fiba Confesercenti, DunAmare - associazione degli operatori balneari del Parco delle Dune Costiere, Area marina protetta di Torre Guaceto, Area marina protetta delle Isole Tremiti, Area marina protetta di Porto Cesareo, Parco delle Dune costiere, Scuola Coni di Salvataggio nautico, WWF, Associazione Para-Tetraplegici Puglia, Associazione Puglia accessibile, Federazione nazionale Pro Natura, Rangers d'Italia e lo stabilimento balneare “Lido Trullo" di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • "Dote" da sposa e corredo di nozze trasformati in mascherine: “Sono per i più poveri”

Torna su
LeccePrima è in caricamento