Caro sindaco, vorrei una risposta...

Mi rivolgo in prima persona al nostro sindaco Paolo Perrone, chiedendogli se vuole concedermi una passeggiata per le vie di Lecce in compagnia dei miei gemellini

Mi rivolgo in prima persona al nostro sindaco Paolo Perrone, chiedendogli se vuole concedermi una passeggiata per le vie di Lecce in compagnia dei miei gemellini.

Ormai è un percorso di guerra tra macchine, biciclette e moto parcheggiate sui marciapiedi, cacche di cane che costringono ad estenuanti slalom, buche sui marciapiedi che ormai son crateri.

Caro sindaco venga con noi a fare due passi e sopratutto mi risponda.

Sono stufo di vigili urbani e altre forze dell'ordine che spesso non vedono o preferiscono tirar dritto.

Ormai Lecce è un'anarchia e ognuno fa quello che vuole.

Ci pensi.

Mimmo De Benedittis

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento