Nuovi controlli della velocità: a breve postazione mobile sulla statale

Con una delibera sottoscritta giovedì scorso, il Comune di Maglie si impegna a monitorare la statale 16, all’altezza dell’uscita per Cursi

Foto di repertorio

MAGLIE – Nuovi controlli sulle strade del Salento, per limitare la velocità degli automobilisti: saranno effettuati a breve, a seguito di una delibera comunale dell’amministrazione di Maglie. E’ stata infatti sottoscritta giovedì scorso, 25 gennaio e prevede una postazione cosiddetta “mobile”, sulla strada statale 16, quella che collega Maglie a Santa Maria di Leuca, poco prima dello svincolo per Cursi.

In pratica, gli agenti di polizia locale magliesi che, fino a questo momento, hanno monitorato le strade di periferia della cittadina, ora si sposteranno sulla statale con i dispositivi elettronici in dotazione. Più dettagliatamente, la rilevazione della velocità sarà effettuata tra il chilometro 980 e il 984esimo dell’arteria stradale sia in direzione nord, che in quella sud.

Non è ancora stato stabilito il giorno preciso in cui saranno avviate queste nuove verifiche, ma l’amministrazione comunale dovrebbe comunicarlo nei prossimi giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (39)

  • Noto che il Sig. Giovanni o è un vigile urbano o un sostenitore del Sindaco in quanto non gli entra nel suo cervelletto che l'argomento in questione è FARE CASSA senza se e senza ma. Pertanto non venga a dire a noi che non è così infatti nel feudo di Maglie vi sono 500 tratti stradali di vero pericolo ma i Sig. Vigili, comandati dal Sindaco, si piazzano nei rettilinei dove possono mimetizzarsi dietro alberi e siepi piazzando la strumentazione sempre nascosta e poi ritornano in macchina per passare il tempo leggendo il giornale o giocare con il telefonino. In fondo che noi facciamo ricorso delle multe a loro non gli passa neanche per l'anticamera del cervello, cioè lavorano sul morbido finché qualcuno non gli .................... ......................

  • Ci sarebbe molto da fare nei paesi per far rispettare il traffico. Invece rompete le palle.

  • Facciamo cassa con questi trucchi da @#?*%$

  • Andiamo con ordine. Numerosissime Sentenze dei GdP, dei Tribunali, della Cassazione e del Consiglio di Stato (rintracciabili su internet), hanno detto e scritto: 1) MAI autovelox nascosti dietro a siepi, o alberi o segnali stradali; 2) MAI autovelox subito dopo una curva o subito dopo una galleria: 3) MAI autovelox su strade in discesa; 4) SEMPRE segnalati alle dovute distanze; 5) SEMPRE postazioni ben visibili; 6) SEMPRE Agenti riconoscibili e in divisa; 7) In caso di autovelox mobili su strade rettilinee, a valle della postazione di rilevamento, devono essere presenti altri Agenti per CONTESTARE la multa in loco, apparecchiature sempre puntualmente TARATE, per posizionare autovelox su strade statali occorre poi l'autorizzazione delle Prefetture interessate. Invece assistiamo a questi TRANELLI, o meglio chiamarli IMBOSCATE, come evidenziato nella foto dell'articolo. Spesso poi gli Agenti regolarmente seduti in macchina a leggere giornali o chiacchierare al telefono. Ecco poi i verbali in cascata, redatti a tavolino, in differita e in ciclostile, con assurde motivazioni per la mancata contestazione in loco. CONSIGLIO: se sfortunatamente incappate in questi TRABOCCHETTI, rivolgetevi sempre al GdP tramite un Avvocato o tramite le svariate Associazioni dei DIRITTI dei CITTADINI.

    • La statale 16 NON passa da Maglie. Nè mi risulta particolarmente pericolosa per giustificare particolari controlli. Inoltre è gestita da anas fino a Otranto. Qualcuno sa dirmi a quale scopo lecito il comune di Maglie ci dovrebbe investire risorse, se non per fare cassa?

  • Non mi sembra che in quel tratto di strada sia mai accaduto qualcosa di rilevante, per giustificare questa "attenzione". Passa tanta gente da quella strada. Tanti vanno e tornano da Lecce. Ma non mi sembra di aver mai letto di inferni di lamiere e di chissaà quale altra catastrofe. Quindi - per non saper nè leggere, nè scrivere - capisco che questi geni dellla finanza vogliono far cassa. E, in effetti, il sindaco fa il commercialista. Li sa fare i conti ....

    • Argomentazioni a dir poco fuorvianti. Non è accaduto mai niente, passa tanta gente (che non rispetta il limite di velocità). Quindi, se fanno dei controlli per far rispettare il codice della strada, allora vuol dire fare cassa. Mi fanno divertire le sue conclusioni.

      • Scommettiamo che a breve ci schiafferanno un bel cartello 50?

      • Mah! Se ti sei disturbato a rispondere, forse, caro Giovanni, tanto divertito non sei. Sia mai, anzi, che ci abbia preso. E cioè che non si capisce il senso di tutta questa attenzione per una strada che è problematica solo per il comune di Maglie. Non vorrei che il commercialista che è in voi abbia preso il sopravvento. Fosse così, qualcuno dovrebbe chiedersi perchè le risorse di Maglie vengono utilizzate per monitorare una statale che nemmeno passa per la città. Ma d'altra parte, Gallipoli insegna. Quindi non ci facciamo più meraviglia di nulla. Nemmeno dei commenti di parte che vedono tutto rosa e nuvolette leggere. Le vessazioni, no

  • A proposito del sorpasso, non vi è mai capitato un automobilista che viaggia a 70 allora e mentre sorpassi aumenta la velocità, quasi voler gareggiare? questo tipo di comportamenti sono ricorrenti, e anche la distanze di sicurezza che nessuno rispetta, specialmente nei confronti di pedoni e ciclisti, che con le strade prive di corsie riservate, sono costretti ad andare sul lato destro generalmente, della carreggiata, che prevede un minimo di 70centimetri sul lato, e anche quando rientrano da un sorpasso non rispettano alcuna distanza di sicurezza, ma ti chiudono la strada, roba da matti. Non hai spazio per rientrare a volte, configurazione treno proprio mentre sorpassi,. Ti costringono a volte a rientrare senza superare e dietro ti ritrovi il trombettista di turno. E incredibile, sembra che il codice non piace proprio a nessuno.

  • nascosti come i ladri... almeno in questa foto

  • Comu ve piacene ste cose..pur di fare cassa non c'è altro a che pensare di meglio

  • Immagine molto rappresentativa su come l'Italia e l'Europa danneggiano i propri cittadini dopo avergli venduto vetture che superano di tre volte i limiti che essi stessi consentono e decidono. Basterebbe vendere ed imporre auto che viaghiano a 130km/h per rispettare l'ambiente, importare meno petrolio ed arrivare tutti sani e sereni a destinazione. Amen!

    • Al solito bisogna avere delle imposizioni. Il rispetto delle leggi mai? Se c'è un cartello che indica il limite di velocità bisogna rispettarlo anche se l'auto può andare a 200 all'ora.Se non si rispettano i limiti e fanno i controlli e non sei in regola allora è giusto che venga elevata la multa, ovvio ed elementare.

  • Non comprendo perché i vigili da urbani diventano "statali" e fra poco anche "autostradali". Altro che sicurezza....qui si vuole solo fare cassa. COMPLIMENTI.

  • Noto con stupore che nessun commentatore ha notato la foto in copertina dove si vede chiaramente la furbizia dei vigili a nascondersi e mimetizzarsi.

    • Si vede, si vede che si nascondono ...una categoria di impiegati comunali in divisa, ai quali una volta i cittadini portavano a Natale Panettoni e Spumante, in segno di simpatia e trasformati dai politici in operatori, odiati e invisi alla cittadinanza.

    • Beh direi che su quella strada sarebbe difficile mettersi in mezzo in modo visibile. Poi quale è il problema se esiste un limite di velocità e non lo si rispetta behh allora la multa è ovvia. o no. Oppure il ragionamento è se ci sono i controlli e li vedo rispetto i limiti se non c'è nessun controllo faccio come voglio. SS16 Maglie Lecce limite 90 Km/h provate a percorrerla a 90, poi ditemi quanti vi sorpassano a 130 ecc...

    • Chiamala furbizia... se l’autovelox non è segnalato con cartelli fissi o luminosi posti ad una certa distanza dal punto dove è posizionato e la pattuglia non è visibile, basta fare ricorso e la multa viene annullata e devono anche pagare le spese.

  • Ho sbagliato mestiere.

  • basta che non montano il flash a (50000MILA WATT), una volta per poco non mi viene un infarto. Specie quello a luce rossa, sembra che hai tamponato qualcuno. Ed è il flash.

    • Avatar anonimo di Jacopo
      Jacopo

      L'idea del flash rosso in origine era quella di non far capire che veniva fatta la foto e per non abbagliare gli automobilisti che arrivano di fronte, ma ormai il trucco non regge più.

  • Come al solito i Comuni iniziano a fare cassa, ditemi voi guardando la foto dell'articolo se non é fare cassa infatti notate che hanno ben nascosto sia le macchine fotografiche sia l'auto di servizio dei Signori Vigili dietro la siepe, allora non venite a dire che fate prevenzione anche perché quel tratto si strada lo faccio spesso ed è un rettilineo tranquillo e sicuro senza mai incidenti, ma siccome devono fare cassa e se installerebbero la postazione ìn un tratto pericoloso sicuramente non farebbero cassa. Guardate la foto in copertina e vi rendete conto di quanto sono furbi i Signori Vigili.

    • Tu inizia ad andare piano ed a rispettare il codice della strada, così vedi che nessuna multa verrà elevata. Semplice no?

      • se devono fare cassa, sono pronti a scattarti foto anche al bagno, ma se devono bloccare chi parla al telefonino mentre guida non gliene frega niente a nessuno. Forse si incassa di meno????

  • A Galatone per fare cassa si sono attrezzati meglio!!!

  • Come al solito ci saranno una valanga di ricorsi e a fare affari d'oro saranno gli avvocati di ambo le parti. Itaglia si, Itaglia no...

  • Peccato che tutte le eventuali contestazioni per eccesso di velocità saranno nulle. Ricordo solo a me stesso che la polizia locale non ha alcuna competenza ad elevare sanzioni su strade statali, anche se queste ricadono su tratti in agro del Comune di appartenenza. Sarebbe opportuno che gli agenti di polizia locale tornassero a gestire il traffico all'interno della città. Come sempre leggo queste notizie con l'amaro in bocca.

      • Va pure bene che la Polizia locale o provinciale possa esercitare le proprie funzioni su tutte le strade che attraversano il territorio comunale o provinciale, ma appare spesso anormale o sospetto che su tratti stradali non molto pericolosi, venga imposto un assurdo limite di 50 o addirittura 30 km/h. Si arriva al paradosso che per spostarsi dallo Ionio all'Adriatico, ci si impieghi più di un'ora, magari spesso in quarta marcia, con consumi di carburante notevoli, alla faccia dell'inquinamento del Pianeta!

      • Oltre alla "notizia" legale ho letto anche qualche sentenza della Suprema Corte. Quest'ultima con le sue recenti decisioni, ribadendo ancora una volta la propria impostazione, sembra incline a quanto ho già detto. Ad ogni buon conto, quello che cita Lei è solo un parere del Ministero dei Trasporti. Attendendo eventualmente una modifica legislativa, La saluto cordialmente.

        • Purtroppo dato che non siamo in america le sentenze non fanno una legge. Al massimo creano un precedente, ma nessun giudice è obbligato a seguire la sentenza precedente.

  • pre-avvisi del cavolo

  • Non lo dovete direeeeeeeeee..... Solo in Italia!

    • Scusa perché non lo devono dire? Lo scopo non è fare cassa, ma far rallentare i veicoli per scongiurare incidenti. Se non rallentano a cosa serve? Poi è la legge che obbliga ad avvisaree sia con cartelli fissi che con quelli mobili, oltre ai lampeggianti se c’è la pattuglia (che in caso di postazioni mobili deve esserci obbligatoriamente).

      • I cartelli fissi sono installati su tutto il territorio dal secondo dopoguerra, perciò basterebbe un pò di senso civico e buon senso, che in Italia non esiste. Perciò vai di bastone bastone bastone, ossia multe multe e multe!

        • Il riferimento ai cartelli del signore di prima "Malon" penso si riferisca alle segnalazioni obbligatorie che indicano il controllo elettronico della velocità e non ai cartelli che indicano il limite di velocità cosa ben diversa

    • preavvisi del cavolo

Notizie di oggi

  • Politica

    “Un sindaco da solo non cambia la città. Piazzale Cuneo ce lo insegna”

  • Politica

    “Per me voto disgiunto da tutte le coalizioni”. La scommessa di Adriana

  • Cronaca

    Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Cronaca

    Raid contro lo stand della Lega allestito in piazza, denunciati in sette

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento