← Tutte le segnalazioni

Altro

"Grazie agli angeli di 118, ospedale e Asl se la bimba è ancora con noi"

Redazione

La grande paura di una mamma e un papà salentini, davanti alla loro neonata che stava per soffocare, s'è stemperata in un immenso e caloroso abbraccio a tutto il personale sanitario e non, dalla sala operativa del 118 di Lecce, all'ospedale di Copertino, per la premura e la tempestività dell'intervento. Ma questi genitori, molto devono anche alla loro stessa preparazione. I corsi di formazione per imparare le manovre d'emergenza si sono rivelate più che utili: vitali. E continuano così a essere una famiglia felice. Ecco la loro lettera, per un episodio che risale a venerdì sera. La famiglia, che abbiamo conosciuto e di cui comunque tuteliamo per riservatezza l'identità, ci ha chiesto di estenderla pubblicamente. E lo facciamo con estremo piacere. 

***

C’è chi nella vita sceglie di fare il contadino, chi il geometra, chi l’ingegnere, chi il carpentiere o il muratore e tanti altri mestieri e poi c’è chi invece senza saperlo sceglie di essere  un angelo sulla terra!

Non si vedono, non si fanno riconoscere e molto spesso sono soggetti a offese, denigrazioni e insulti per il loro operato, che a vista e detta di alcuni, è mal svolto e non soddisfa le aspettative di quest’ultimi!

Ma poi…

…poi, arriva il momento che mai avresti immaginato capitasse proprio a te… ed è proprio in quel momento che capisci che ci sono professioni e insegnamenti che valgono una vita!!!

Non un pensiero a caso, non un insieme di parole scritte solo per riempire un foglio bianco, ma una ricerca di parole, dettate dal cuore di noi genitori, per esprime la nostra gratitudine e dire il nostro grazie a tutto il personale sanitario e non operante nel servizio di emergenza-urgenza che in ogni istante, ora, momento e frangente della giornata, è pronto e preparato a correre in soccorso e portare aiuto a chi si trova  ad affrontare un grave ed improvviso problema di salute!

A tutti voi indistintamente va il nostro grazie!

Grazie a te operatore di Centrale Operativa del 118 di Lecce che nascosto dietro un telefono, hai ascoltato la nostra richiesta d’aiuto ed hai prontamente allertato il Pronto Soccorso di Copertino avvisando dell’imminente arrivo di una neonata con principio di soffocamento, garantendo così l’immediatezza delle cure a nostra figlia.

Grazie a tutti voi operatori del Pronto Soccorso di Copertino, che avete messo a disposizione di nostra figlia tutta la vostra professionalità e competenza nel prestare soccorso alla piccola.

Grazie a tutte le equipe mediche-sanitaria delle unità operative di pediatria, anestesia e rianimazione, cardiologia del Presidio Ospedaliero “San Giuseppe da Copertino” che si sono prontamente messe a disposizione con le loro specifiche competenze-

Grazie infinite al centro formazione Asl di Lecce perché attraverso i suoi corsi di formazione ci ha permesso oggi di continuare a essere una famiglia felice, reduce sì da una bruttissima esperienza, ma che ha la gioia e la fortuna di poter continuare ad abbracciare forte la sua piccola.

A tutti voi, ma proprio a tutti, medici, infermieri, operatori socio sanitari ausiliari, vigilante, va il nostro sincero e sentito grazie di cuore!

La famiglia della piccola Virginia

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

  • Segnalazioni

    Franco: un inno alla vita

  • Segnalazioni

    "All'entrata dell'ospedale Vito Fazzi bisogna prendere il gommone"

  • Segnalazioni

    Pedoni o auto?

  • Segnalazioni

    "Ma a che serve l'allarme meteo?"

Torna su
LeccePrima è in caricamento