← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Il pianto degli italiani onesti

Vivo con profondo disgusto in un Paese che da molto tempo risulta essere amministrato da una classe politica, per la quasi totalità, priva di qualsiasi vergogna, etica, pudore o moralità. Ma questi Politici ci hanno mai chiesto:

• Cosa vi dà più fastidio?

o Essere tartassati e perseguitati da leggi, norme, disposizioni che impongono il massimo rispetto negli impegni da assolvere nei confronti delle amministrazioni Pubbliche, mentre se ne strafregano dei reati che persone oneste subiscono quotidianamente da privati disonesti; o Il menefreghismo espresso dalle leggi modificate nel tempo più a tutela dei malfattori che delle persone oneste; o La mancanza di difesa dei soli Cittadini Onesti per qualsiasi truffa, furto o reato subito; o Non poter difendere la proprietà e la propria vita, altrimenti l'Onesto sarà il perseguitato, colpevole ed indifeso; o Essere invasi dal 97% di migranti non aventi alcun diritto di asilo, in qualche caso vengono prelevati direttamente in Libia, ed assisterli ad un costo medio pro-capite di oltre 1.000 Euro mensili.

Questi governanti sono però ciechi e non notano ITALIANI che cominciano a rovistare fra la spazzatura dei mercatini rionali con pensioni da fame. Non sono loro e non gliene frega più di tanto; o La corruzione dilagante che non ha limiti e trova terreno fertile nella gestione dei fondi della Amministrazione Pubblica; o La percentuale dei corrotti aumenta, e più aumenta il numero (e sono centinaia di migliaia) di amministratori comunali, provinciali, regionali, deputati, senatori, oltre alle varie entità pubbliche di assistenza e più aumenta il degrado, i corrotti e le mazzette. Mi è sembrato ben evidenziato da Piercamillo D'Avigo in molti interventi contro i Politici corrotti che non hanno più il pudore ma "rivendicano con sfrontatezza quel che prima facevano di nascosto" e dicono cose tipo: "Con i nostri soldi facciamo quello che ci pare".

Ma non sono soldi loro; sono dei contribuenti».

• Che cosa vorreste da noi governanti?

o Un Ministero che possa creare un collegamento fra Amministratori Pubblici ed i Cittadini per ascoltare direttamente il pianto di un Popolo, senza doverlo poi analizzare attraverso numeri o percentuali elaborate attraverso scarni tabulati prodotti da una indagine demoscopica; o Che la smettessero di pensare solo a se stessi, alla gestione del potere personale, a mantenere inalterati vitalizi e privilegi acquisiti, a creare più problemi per intascare più mazzette; o A dover mettere da parte ingenti patrimoni in pochi anni, tanto se scoperti, non vengono rimborsati, non sono perseguibili e se proprio sono fessi vanno ai domiciliari, ma mantengono inalterato il patrimonio accumulato. Tanto i fessi sono sempre gli stessi. I pochi Cittadini onesti rimasti. Gli altri stanno pian piano, sconfitti, abbandonando il campo.

La rivoluzione Francese, quella Russa e tante altre sommosse popolari sono scoppiate nei secoli scorsi quando la classe governante, con molto distacco dalle richieste del Popolo e dal degrado in cui lo stesso viveva, continuava a scialacquare senza mai preoccuparsi dei Cittadini, del loro stato di abbandono ritenendoli solo soggetti passivi senza alcun diritto ma solo con doveri. Che questi governanti (molti anche inquisiti) si decidano a creare un collegamento fra le amministrazioni pubbliche ed i Cittadini onesti che non si chiami però Equitalia o il suo successivo surrogato. Spero in un futuro migliore per questo Paese con più giustizia, onestà, meno corrotti e meno Politici. Luigi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
LeccePrima è in caricamento