← Tutte le segnalazioni

Disservizi

Poste Italiane servizio innefficiente... a Lecce la posta non arriva da mesi

Sono un cittadino del quartiere centro e da circa 2 mesi non arriva più la posta. Bollette scadute da giorni e costretto a pagare la mora per colpa di poste italiane,bancomat in scadenza (inviato il 13 dicembre 2016)e mai arrivato al mio domicilio,e altro genere di posta. Sono andato al cpo più volte e solo alla quarta volta mi è stata data solo qualche lettera delle tante mai recapitate.La risposta del cpo è stata ridicola "IL POSTINO E' NUOVO E NON SA BENE LE STRADE MA PIAN PIANO CHE SE LE IMPARA LA COSA SI NORMALIZZA". A dieci giorni da questa frase detta nulla è cambiato,la posta non arriva ancora e il 31 gennaio ho delle scadenze a cui non so più come fare per risolvere.E' possibile che una città come Lecce non risolve questo problema cosi serio? Nessuno sa,nessuno parla e nessuno mai risolve una cosa che va avanti da mesi. A pagare come al solito sono sempre i cittadini

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Gnani Otello
    Gnani Otello

    A Bologna siamo nella stessa situazione da anni. Oramai alle poste non protesto neanche più, li insulto con tanto di nome e cognome con raccomandata e  per conoscenza al sindacato postini ma non ci sono reazioni. Il vero problema è che la maggior parte dei postini ha un secondo lavoro e prima finisce e prima se ne può andare per i fatti suoi, comprese le donne che se non hanno il secondo lavoro gli fà comodo avere del tempo libero in più. Gli stessi postini da me interpellati hanno rivendicato con orgoglio questo loro diritto, compreso un loro sindacalista, ma nessuno sa dire se è per contratto sindacale o una situazione accettata dalla direzione " pro buona pace " di tutti........ esclusi gli utenti ....ovviamente. Saluti  

  • Bisogna capire se svolgendo una attività di servizio al pubblico in sostanziale monopolio i ritardi determinatisi possono aprire la strada a risarcimento dei danni

  • Credo che il "fenomeno" si possa configurare come "interruzione di pubblico servizio" con tutte le conseguenze che il caso implica, cominciando dal portalettere ed andando a ritroso fino alle più alte sfere. La cosa, sono convinto, non riguarda solo casi isolati, ma è un fenomeno su larga scala. Oggi, che le poste non sono più un ente pubblico, non assumendo personale risparmiano fior di quattrini, tanto siamo noi a rimetterci!!!

Segnalazioni popolari

  • Segnalazioni

    Lavori infiniti per creare un'opera d'arte a "disservizio" dei cittadini

  • Segnalazioni

    Carnevale castrisano

  • Segnalazioni

    La marina dei leccesi e dei rifiuti

  • Segnalazioni

    "Villa Massari destinata all'incuria"

Torna su
LeccePrima è in caricamento