← Tutte le segnalazioni

Eventi

Salentu: lu sule, lu mare, l'amiantu

Via Sandro Pertini · Galatone

"Se non ci ascoltano, gliele suoniamo tutti insieme!"

Il neonato "Comitato per la Salvaguardia della Salute, dell'Ambiente e del
Territorio", promuove per domenica 23 febbraio, dalle 18:00 fino alla tarda nottata,
presso piazza Pertini a Galatone, l'evento musicale
"Salentu: lu sule, lu mare,
l'amiantu",
manifestazione finalizzata alla sensibilizzazione della cittadinanza sulle problematiche
ambientali che nelle ultime settimane hanno interessato e preoccupato il territorio
galateo.
Non solo informazione e divulgazione: rispondiamo anche con la musica, dicendo NO
all'AMIANTO con un imperdibile mega-concerto in piazza!
Tanti gli artisti che si alterneranno sul palco, per suonargliele di santa ragione: oltre
all'ideatore della manifestazione Luigi Bruno, anche Alberto Ria (Muffx), Cesko,
Puccia e Combass degli "Après La Classe", Enzo Petrachi, Cesare Dell'Anna (Opa
Cupa), Rankilele e Papaleu, Mauro Tre, Granma, Cristoforo Micheli e Claudia De
Siato, Euphoria, Cold Flames Italia, Luigi Mariano, Teenage Riot, Max Però, La
Rocha, Camden, Bleedz e Plet, Rossano Deligio, Liquidalice, Zweisamkeit,
l'Associazione Bandistica Galatea. E ai prestigiosi nomi elencati si aggiungeranno
alcune grandissime sorprese, per un eventone senza precedenti.
Un impianto audio da 60mila Watt per sconquassare una "normale" domenica sera
insieme a grandi artisti.
Alle esibizioni musicali si affiancheranno le installazioni artistiche (Loredana Bio,
Valentina Maritati, Paola Rizzo, Dario De Leo) e naturalmente gli interventi e le
illustrazioni dei membri del Comitato, che raccoglieranno adesioni alle istanze antiamianto
durante tutto il concerto.
L'iniziativa è completamente autofinanziata attraverso la ricerca di sponsor:
tanti i "bravi piccinni di Galatone" che accanto agli artisti contribuiscono in ogni modo
e con ogni mezzo alla riuscita della serata: ragazzi, tecnici, esperti, commercianti
generosi, maestranze di ogni tipo, gente di buona volontà che da qualche settimana si
spende perché tutto abbia la più ampia risonanza possibile e vada a buon fine. Un
manipolo di instancabili volontari pronti a stravolgere la quiete all'ironico grido di
"IO' MI ANTU!".
Si tratta, per altro, di una manifestazione completamente apartitica: sul palco non
troveranno spazio esponenti politici, perché l'evento non è finalizzato all'attacco di
amministratori o persone singole, e non sarà strumentalizzato da alcuno schieramento,
né oggetto del famigerato "malango" generale.
Tutto nasce al solo fine di realizzare una sana ed "alternativa" protesta contro gli
scempi ambientali che si stanno perpetrando ai danni del territorio e degli stessi
cittadini. Anzi, gli organizzatori tengono a precisare che l'invito è rivolto soprattutto
agli amministratori, perché prendano parte all'evento accanto alla popolazione, per
dire
NO
ALL'AMIANTO.
Arte, musica, intrattenimento, tanta bella gente e l'ingresso gratutito. Non esistono
motivi validi per mancare.
Vi aspettiamo in tanti. Anzi, di più.

-Lo staff di "Salentu: lu sule, lu mare, l'amiantu"-

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

  • "Per l'ennesima estate Porto Cesareo al buio... e al caldo"

  • Turisti "mangia scogli" a Porto Selvaggio

  • Melcarne, nuovo presidente per il Rotaract Club Lecce Barocco

  • Spazzatura maleodorante a Rivabella

Torna su
LeccePrima è in caricamento