A luglio tornano le Frecce Tricolori: esibizioni nel cielo sopra il litorale otrantino

A due anni dall'ultima apparizione nel Salento, sarà di nuovo di scena la pattuglia acrobatica dell'Aeronautica Militare

GALATINA - Le Frecce Tricolori torneranno a solcare i cieli del Salento nella prossima estate: l'appuntamento è per il 7 luglio, secondo il programma diffuso per il 2019 nelle scorse ore.  Il ritorno della squadra acrobatica dell'Aeronautica militare è previsto, dunque, a due anni dalla precedente esibizione sul mare di San Cataldo: era l'agosto del 2017 e decine di migliaia di persone si riversarono nella marina leccese per ammirare le evoluzioni delle Frecce, ma anche le manovre dei velivoli del Reparto Sperimentale Volo di Pratica di Mare e del 15esimo Stormo di stanza a Cervia, deputato alla ricerca e al soccorso.

La conferma è arrivata dal comandante del 61esimo Stormo, colonnello Alberto Surace, a margine della giornata nella quale la base di Galatina ha aperto le porte ai visitatori, nella ricorrenza del 96esimo anniversario della fondazione dell'Aeronautica Militare. Le condizioni meteo, non proprio primaverili, non hanno certo scoraggiato i civili: adulti e bimbi hanno potuto ammirare da vicino i velivoli utlizzati per l'addestramento, mentre si svolgevano comunque le ordinarie attività di tutti i giorni.

Il comandante dello stormo si è dichiarato soddisfatto per la riuscita della manifestazione: "Se oggi guardate verso la pista, vedrete i nostri aerei, i T 339 e i T 346 che faranno la loro attività addestrativa normale. Questo è un momento di festa che vogliamo condividere con il territorio: il Salento e il 61esimo Stormo sono un binomio inscindibile e questa è una realtà che dura dal 1946, quando è stata istituita la base. Il personale della base è salentino, siamo cittadini di questo territorio, rappresentiamo una importante realtà per l'economia della provincia e credo di poter dire che il rapporto con il Salento è eccezionale".

Il colonnello Surace ha poi sottolineato l'appeal sempre crescente della base di Galatina. "Abbiamo otto nazioni che partecipano ai nostri programmi con istruttori e allievi. Essendo una scuola di addestramento internazionale, abbiamo ricevuto molte richieste da parte di aeronautiche estere: per questo cercheremo di potenziare l'offerta mettendoci in sinergia con l'azienda Leonardo che produce i velivoli che noi utilizziamo".

Il video: i visitatori negli hangar

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

  • Salvini fa il pienone a Squinzano, ma si palesa una larga diffidenza verso Fitto

Torna su
LeccePrima è in caricamento