Provincia di Lecce, agricoltura è donna

Su questo tema verterà il convegno in programma venerdì 28 febbraio a partire dalle ore 15, nella sala Maria d'Enghien del Castello Carlo V

L’ultimo Censimento dell’Agricoltura ha confermato il ruolo centrale, per la Provincia di Lecce, dell’economia agricola e il suo indotto. Nel complesso la superficie agricola utilizzata dalle aziende agricole della provincia di Lecce corrisponde al 54,2% dell’intera superficie territoriale provinciale; le aziende agricole censite nella provincia di Lecce sono 71.060, corrispondenti al 4,4% del totale nazionale. Lecce è la provincia che registra il maggior numero di aziende sul totale regionale (26,1%). La manodopera femminile si attesta intorno al 41,2%, percentuale più alta rispetto alla media pugliese (36%) e nazionale (37,1%). 

La complessa fase di trasformazione che oramai da alcuni anni interessa l’agricoltura ha condotto alla individuazione di nuovi obiettivi quali il mantenimento e la preservazione del paesaggio, la protezione dell’ambiente e la gestione durevole delle risorse; l’economia agricola si apre oggi a nuove sfide che orientano gli operatori, da un lato verso tecniche e tecnologie di miglioramento quali-qualitativo della produzione e massimizzazione della produttività e, dall’altro, verso il turismo ed i servizi ecocompatibili  che offrono, agli operatori agricoli, interessanti scenari competitivi e di miglioramento della redditività in un’ottica di sostenibilità.

La presenza femminile nel settore dell’agricoltura può ragionevolmente essere considerata una risorsa chiave all’interno delle sfide con cui il settore è chiamato a confrontarsi. Il ruolo delle donne nel mondo agricolo ha subito importanti modifiche di carattere qualitativo nel corso del tempo; in particolare, dalla metà degli anni ’90 le donne hanno dimostrato un rinnovato impegno e di essere molto attive nel migliorare la qualità del loro lavoro e delle aziende che conducono, all’interno di un panorama di profonda trasformazione. Il lavoro in agricoltura, infatti, non ha più come fine predominante quello della produzione ma vanno emergendo con insistenza temi quali la salvaguardia dell’ambiente, del territorio e la qualità degli alimenti.

In funzione del ruolo chiave della donna nelle prossime sfide che l’agricoltura si trova ad affrontare, la Consigliera di Parità ha condotto una indagine “donne e agricoltura in provincia di lecce” per delineare il profilo delle donne salentine impegnate nel settore agricolo (in qualità di semplici lavoratrici e di titolari e/o socie di aziende agricole,) allo scopo di fotografare la situazione preesistente, di attenzionare l’esistenza di eventuali discriminazioni e/o disparità di genere, evidenziarne le tutele, al fine di  individuare e suggerire ai policy maker possibili spunti di miglioramento, in un’ottica di pari opportunità e valorizzazione della differenza di genere, delle politiche occupazionali, retributive, di job & enterprice creation e di conciliazione dei tempi di vita e lavoro.

Allo scopo, il 28 febbraio presso il Carlo V di Lecce, la Consigliera di Parità della Provincia di Lecce Avvocato Alessia Ferreri partendo dallo scenario Europeo del settore dell’Agricoltura, passando poi a quello Nazionale e a quello Regionale presenterà la situazione provinciale con i risultati emersi dall’indagine.
L'iniziativa è promossa e organizzata dalla consigliera di Parità della Provincia Alessia Ferreri, con il patrocinio del Comune di Lecce, Ordine degli avvocati di Lecce, Ordine dei consulenti del lavoro di Lecce, in partnership con Cia, Copagri, Coldiretti, Ugl, Cisl,Cgil, Uil.

Per partecipare è possibile iscriversi inviando una mail a consiglierediparita@provincia.le.it o telefonando all'Ufficio della consigliera di Parità della Provincia di Lecce al numero 0832-683453-3212. Il convegno è accreditato presso il Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Lecce e presso l'Ordine dei consulenti del lavoro di Lecce. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento