La protesta dei podisti: al Coni è caos, i bimbi giocano sulle piste

Un gruppo di appassionati leccesi scrive, attraverso questa rubrica, al sindaco per esprimere il proprio disagio rispetto alla situazione di caos creatasi con l'installazione del parco giochi. E di sera si corre al buio

LECCE - In primavera furono presentati i lavori di rifacimento di alcuni spazi del campo scuola Coni, ma ci sono già le prime segnalazioni di disagi rispetto all'utilizzo della struttura dove l'intenso "traffico" di famiglie con bambini finisce per invadere i percorsi dedicati ai podisti, con potenziali situazioni di pericolo. Di seguito la lettera di un gruppo di fruitori abituali:

Gli spogliatoi sono rimasti umidi, puzzolenti, docce non funzionanti, hanno solo edificato un muro che credevano potesse nascondere le nuditaà agli occhi esterni dei doccianti. Ah! dimenticavo, hanno creato il parco giochi per i bimbi, le mamme ed anche le baby-sitter.

Però nelle ore serali il buio regna sovrano. Nel campo Coni si corre nel buio piu' totale con il rischio di inciampare e farsi veramente male. Inoltre, si e' notato l'intenso traffico di bimbi muniti di pallone, racchette,biciclette con rotelline laterali annesse e via discorrendo.

L'allestimento del parco giochi posizionato sul lato sinistro oltre l'atrio d'ingresso, permette a disparati gruppi di famigliole di fruire dell'area per organizzare pic-nic con giochi, caccia al tesoro e quant' altro, la pista di atletica, èormai luogo di passeggiate lungo gli anelli con papà mamme e bimbi teneramente saldi mano nella mano che discutono tra loro incuranti dei podisti che effettuano allenamenti specifici e a nulla valgono le richieste di quest'ultimi di allontanarsi e di non occupare la pista proprio per non procurare spiacevoli incidenti ai bimbi poco tempestivi che si attardano a scansarsi dal tartan.

Invito il signor sindaco di Lecce, a nome di tutti i podisti che da anni frequentano il campo scuola, che prenda provvedimenti in merito, prima che possa succedee qualche incidente grave. Lei immagina cosa significa travolgere in corsa un bimbetto mentre si fa una ripetuta in pista? Oppure mentre si scorre al buio e ti spunta un fanciullino che scende da un attrezzo per il fitness utilizzato per giocare? Io non voglio nemmeno immaginare un episodio di questo tipo.

Sono certo che lei legge questa pagina, pertanto la esorto a prendere seri provvedimenti in merito.

 

 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento