Senz'aria condizionata… il viaggio è condizionato

Memorie di un viaggio. Treno Intercity Night da Lecce a Milano. Fino a Pescara i condizionatori sono spenti. Si soffre per l'afa. Poi, finalmente, si accendono. Ma sembra di stare al Polo Nord...

treno-2
Riceviamo e pubblichiamo una mail di protesta di un nostro lettore di Nardò, residente per lavoro a Milano, sul disagio subito in treno a causa di condizionatori d'aria non regolati, a quanto pare, proprio a regola d'arte

di Andrea Ingusci

Sono le 19 e 3 minuti di una domenica d'inizio estate. Pronti, via, si parte con l'intercity notte da Lecce, direzione Milano, anche questa volta, come tante altre ormai. Non ci si fa più caso, è routine. Ottimo, partenza in perfetto orario, non sempre è così. Presagio di un viaggio normale? Macché!

Treno Intercity Night, l'aria condizionata è pagata nel sovrapprezzo però… però, continua ad esserci troppo caldo. Forse non è ben regolata? E' troppo bassa? Macché, è guasta, dice il controllore!

Vi lascio immaginare ... Ecco che il viaggio ORA inizia ad assumere le caratteristiche di un viaggio "normale" di Trenitalia. La gente si lamenta, tutto il vagone cuoce ma il controllore scuote il capo, alza le mani nel solito modo come per dire "Non è colpa nostra, non possiamo farci nulla, non abbiamo i mezzi, non abbiamo gli uomini". E' una frase troppo ricorrente ormai, la gente sa già qual è la risposta. Non si meraviglia, non s'arrabbia più, la gente è rassegnata. E resta al suo posto, lamentandosi di Trenitalia col vicino.

Però verso Pescara, dopo un certo numero di saune non richieste, l'aria condizionata inizia ad uscire! Tempo 10 minuti e siamo al Polo Nord, si stava meglio prima! La gente è sbalordita ed allo stesso tempo raffreddata, anzi muore di freddo; considerata la stagione hai addosso solo una polo e succede che in queste condizioni a Milano arrivi ibernato.

Non vedi l'ora di arrivare. Quando arrivi è una liberazione ed inizia finalmente la giornata di lavoro di un lunedì mattina milanese. Non vedi l'ora di dimenticare questo viaggio. Grazie Trenitalia, grazie, ancora una volta per i servizi gratuiti riservati al cliente, saune e supercondizionamenti d'aria. Grazie per averci CONDIZONATO anche questo viaggio. Fiducia INCONDIZIONATA a Trenitalia!

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento