Un incrocio con quattro stop

Strade del Salento, un labirinto. Marittima di Diso: "All'incrocio con via Settembrini e via Tito Speri, sono stati posizionati, due sull'asse viario longitudinale e due su quello trasversale, quattro segnali di stop"

“Sono una turista che ha imparato ad amare il Salento e i Salentini trascorrendo le festività e la villeggiatura estiva. Ho visitato ogni angolo di questa meravigliosa terra. Ho macinato tantissimi chilometri e devo ammettere che questo angolo di paradiso ha una pecca: la segnaletica stradale. Guidare in sicurezza in Salento e, in particolare, nei suoi centri urbani non è semplice. Segnaletica mancante, posizionata male, arrugginita, non leggibile e a volte anche contraddittoria. Insomma districarsi lunghe le strade salentine non è facile”.  

“Faccio un esempio. Provate a transitare nel centro abitato di Marittima (frazione del Comune di Diso) e a percorrere via Convento. All’incrocio con via Settembrini e via Tito Speri, sono stati posizionati, due sull’asse viario longitudinale e due su quello trasversale, quattro segnali di stop sia verticali che orizzontali. Come comportarsi?”

“Mi chiedo a chi spetti la precedenza se quattro autoveicoli dovessero giungere contemporaneamente all’incrocio. Qual è il comportamento da tenere? In caso d’incidente, chi avrebbe ragione e chi torto? Questo è solo un esempio ma vi assicuro che lungo tutto il territorio comunale di Diso vi sono altri casi come questo. Cerchiamo di porre rimedio a questa situazione, evitiamo che le strade del Salento diventino un labirinto per i turisti”. La mail è firmata da Maria Scrimieri, che si dice “una turista innamorata del Salento”. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento