Abbonamenti, ripartenza a ritmo sostenuto. Code nel capoluogo e non solo

Finita la sessione riservata ai vecchi abbonati con quasi seimila tessere sottoscritte, si è aperta la fase libera: c'è tempo fino alla vigilia della prima partita in casa del Lecce

La coda alle 9 del mattino presso la sede Bpp di via XXV luglio, a Lecce.

LECCE - È iniziata con una lunga fila, sin dalle 8 del mattino, la fase libera della campagna abbonamenti dell’Us Lecce. Partenza, quindi, a ritmo sostenuto con una primo dato ufficiale di mille e 500 tessere sottoscritte nelle prime ore presso le filiali di Banca Popolare Pugliese di Lecce, Aradeo e Tricase e nei i punti vendita abitualmente convenzionati. Per smaltire il flusso costante di tifosi è stato deciso di prolungare l'orario di apertura della sede di via XXV luglio fino alle 20.30, da oggi a venerdì.

La scorsa settimana si è chiusa la finestra riservata con diritto di prelazione sul posto ai vecchi tesserati con quota seimila tessere sfiorata. Per i nuovi abbonati c’è tempo fino alla vigilia della prima partita, ma dal 19 agosto in poi è prevista una maggiorazione del costo.

Intanto entro la serata tutti i calciatori che compongono attualmente l'organico si devono ritrovare in sede. Per i nuovi arrivati il quartier generale è il Ristoppia Resort. Da giovedì a sabato visite mediche al Biolab di Cutrofiano e al Palaia Human Care di Squinzano, mentre sul manto erboso dell'Acaya Golf Club verranno fatti dei test atletici. Domenica pomeriggio è prevista la partenza per il ritiro di Santa Cristina, in Trentino Alto Adige dove la squadra si fermerà fino al 28. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento