Abbonamenti, superato il record della prima storica stagione in A

I tifosi del Lecce scrivono anche loro una bella pagina di storia calcistica. Nell'estate del 1985 furono 13mila 589 le tessere sottoscritte

Il presidente Sticchi Damiani al termine di Lecce-Spezia.

LECCE - Dopo l'entusiasmante capitolo di storia scritta dal Lecce con le due promozioni consecutive che nel giro di un anno lo hanno portato dalla serie C alla A, anche i suoi tifosi firmano una pagina che passerà agli annali del calcio cittadino. Nel tardo pomeriggio di oggi, infatti, è stato battuto il record di abbonamenti, risalente alla alla stagione 1985/86, quella dell'esordio nella massima serie, quando furono sottoscritte 13mila 589 tessere. Alla luce di questo duplice risultato dunque, si puà dire che mai c'è stato un claim più azzeccato: "Leggendari" - con un gioco cromatico che trasforma la c in g - è quello scelto per la campagna abbonamenti di quest'anno.

Non finisce qui, naturalmente, perché c'è tempo fino alla vigilia della prima partita in casa (sicuramente la seconda giornata di campionato), per entrare nel club dei fedelissimi. Negli ultimi giorni il club di via Costadura, attraverso i social, aveva avviato un vero e proprio conto alla rovescia con periodici aggiornamenti sull'avanzamento delle sottoscrizioni: erano 12mila 979 alla chiusura parziale del 17 luglio, 13mila 301 a quelle di ieri, giovedì.

Il tifoso che ha fatto scattare la quota

Il tifoso che ha fatto scattare la quota storica è Luigi Antonio Russo, 59enne di Lequile. E' la stessa Unione sportiva Lecce a renderlo noto. Russo è stato sottoscrittore della tessera 13mila 590. Numero che sarà impresso, con il suo nome, su una magietta giallorossa che il presidente Saverio Sticchi Damiani e l'imprenditore Corrado Iurlano (figlio di Franco, il presidente della prima promozione in A) gli consegeranno di persona nei prossimi giorni. Quando l'hanno chiamato per dargli la notizia, stentava a crederci. "Un segno del destino - ha commentato -: non mi abbonavo dagli anni '80". Allo stadio, in Curva Sud, dove ha scelto di seguire il Lecce, lo seguiranno due nipoti adolescenti.   

Petriccione dal ritiro

Intanto, dal ritiro di Santa Cristina Valgardena, in tarda mattinata era stato diffuso il commento del centrocampista Jacopo Petriccione che, proprio riguardo al pubblico giallorosso, aveva detto: "I nostri tifosi in questa avventura ci daranno sicuramente una mano, sanno che sarà un campionato in cui ci sarà da soffrire e sono sicuro che soffriranno assieme a noi. Durante tutto l’anno scorso ho potuto verificare il loro attaccamento alla maglia, che è enorme”. Il centrocampista friulano, 33 presenza e 2 gol lo scorso anno (tra cui quello allo Spezia, nell'ultima giornata di campionato), si ritrova a 24 anni nel campionato che ha sempre sognato di disputare: "Ci speravo di arrivare a questo livello ed ora, fortunatamente, ho questa opportunità. Il gradino tra serie B ed A è molto alto, più grosso di quello tra C e B. Bisognerà  migliorare su tutto, secondo me, principalmente sull’aspetto fisico, sulla forza e sulle gambe".

Maimone ceduto alla Sicula Leonzio

Dal fronte del mercato arriva la notizia della cessione a titolo definitivo alla Sicula Leonzio di Giuseppe Maimone, centrocampista di 25 anni che nella stagione 2016/2017, in serie C, ha collezionato 14 presenze e un gol con la maglia del Lecce. L'anno successivo ha vestito la maglia del Matera e nell'ultimo campionato quella del Monopoli, sempre in serie C.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento