Altra stagione di trionfi per l’Hiwashita. In bacheca il titolo di Campione d’Italia

Nel palmares della società gallipolina di ju jitsu anche il titolo di campione nazionale per società conquistato recentemente a Taranto in contemporanea con il “Trofeo Città dei due Mari”

gli atleti della Hiwashita

GALLIPOLI – Con la stagione agonistica ormai in conclusione il palmares della società sportiva gallipolina della Hiwashita Ju Jitsu si corona quest’anno anche con il titolo di campione d’Italia conquistato nelle scorse settimane nel campionato nazionale Ju Jitsu Csen 2019 che si è svolto in quel di Taranto. Nella classifica per società il team gallipolino si è piazzato sul gradino più alto del podio, con 463 punti totali, aggiudicandosi l’ambito titolo tricolore. Contemporaneamente al campionato nazionale si è disputato anche il tradizionale appuntamento con il “Trofeo Città dei due Mari”, riservata agli atleti più piccoli, ed anche in questa competizione l’Hiwashita Ju Jitsu ha guadagnato un gradino di prestigio sul podio, piazzandosi al secondo posto tra le società superata solo dallo Zen Club di Manduria.

La competizione sportiva è stata organizzata dal settore Csen Ju Jitsu e dall’Area sportiva agonistica guidati dal maestro Giuliano Spadoni e dall’Asd Biolife del maestro Raffaele Buovolo, con il supporto dello Csen Nazionale e dei Comitati Csen di Taranto e della Puglia. Un torneo di richiamo nazionale al quale  hanno partecipato circa 450 atleti, accorsi da tutta Italia per sfidarsi sui tatami allestiti presso il Palamazzola di Taranto. Le competizioni sono state caratterizzate dai combattimenti di Ne Waza (la lotta a terra) e le sfide di Duo Show e Duo System (svolte a coppie, con o senza armi), e dal Fighting System, il combattimento che prevede l’utilizzo di tutte le tecniche del ju jitsu (calci, pugni, proiezioni e lotta a terra). Nel campionato italiano gli atleti della palestra gallipolina, guidata dai maestri Roccadoro, hanno conquistato 27 medaglie d’oro, 20 d’argento e 8 di bronzo.

Il titolo di campione italiano è stato conquistato da Sergio Calò (con 4 ori), Denise Roccadoro (3 ori  e  un argento), Antonio Rizzello (3 ori e un argento), Luciano Perrone (già pluricampione italiano e vice campione mondiale che ha vinto 3 ori), Gaia Scorrano (2 ori  e un argento), Antonio Magno (2 ori e  un argento), Francesco Della Rocca (2 ori), Filippo Oltremarini (2 ori), Massimo Sarcinella (1 oro, un argento e  un bronzo), Giulio Borgese (1 oro e un argento), Giorgio Perrone (1 oro e  un argento), Marco Sansò (1 oro), Ezio Piccolo (1 oro), Gabriele Greco (già pluricampione italiano e vice campione mondiale, con 1 oro). Il titolo di vice campioni italiani è andato a Sharon Corina (con 4 argenti), Alessandro Barone (3 argenti), Luigi Roccadoro (2 argenti e un bronzo), Federico Muscogiuri (2 argenti), Mattia Fracasso (1 argento e 2 bronzi), Davide Cataldi (1 Argento e un bronzo), Giorgio Perrone (1 bronzo), Aldo Parlati (1 bronzo), Franco Tricarico (1 bronzo). Nella classifica per società la Hiwashita si quindi classificata al primo posto seguita dalla Ju Jitsu Italia Taranto,  la Zen Club  Manduria, la Olimpia Grifo di Ruvo di Puglia e la Black Belt School Catania.

Nel Trofeo nazionale “Città dei due mari” i primi classificati sono stati: Evelina Roccadoro (3 ori), Giorgio Perrone (2 ori), Antonio Fiore (2 ori), Antonio Magno (2 ori), Cecilia Cataldi (1 oro), Alessandro Tricarico (1 oro), Matteo Greco (1 oro), Vincenzo Greco (1 oro). Secondi classificati: Antonio Fiore (1 argento). Terzi classificati: Caterina Greco, Giorgia Roccadoro, Andrea Fracasso.

Potrebbe interessarti

  • Allergia al nichel: i sintomi e gli alimenti da evitare

  • I rimedi fai da te contro la micosi alle unghie

  • Fa davvero male dimenticarsi di cambiare le lenzuola?

  • Rimedi contro gli scarafaggi

I più letti della settimana

  • Scontro fra più veicoli sulla statale 274, muore donna travolta da un autocarro

  • Il malore improvviso, la caduta sull'asfalto. E poi arrivano gli angeli del 118

  • Affiancato e minacciato con pistole, costretto a cedere la sua moto

  • Suv fuori controllo punta su di lei: con istinto felino la donna si mette in salvo

  • Malore durante la gara, ispettore di polizia si accascia e muore

  • Batte con violenza fra collo e schiena sul fondale basso, 22enne in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento