Bentornati giochi della gioventù, 11 anni dopo

L'appuntamento giovedì 24 maggio, presso il campo di Santa Rosa "Luigi Montefusco"

Foto Conferenza-2
Sono trascorsi 11 anni dall'ultima volta. Ora, tornano anche a Lecce i Giochi della Gioventù, grazie all'organizzazione del Coni. Obiettivo: offrire ai giovani della scuola secondaria di primo grado un nuovo progetto formativo che amplia ed integra le attività sportive già esistenti a scuola. In particolare, i partecipanti alla festa provinciale che si terrà a Lecce il 24 maggio prossimo all'interno del Campo Santa Rosa "Luigi Montefusco", si cimenteranno nella corsa (30 metri con partenza in piedi), nel salto in lungo, nel lancio del vortex (prime e seconde classi) e getto del peso da 3 kg (terze classi), in un percorso ginnico che comprende sette prove da ef-fettuare di seguito e nella pallabase, molto simile al baseball.

I Giochi della Gioventù 2007 - come evidenziato nel corso della conferenza stampa di presentazione si ripropongono con una formula totalmente innovativa ed attuale: non sono più un semplice evento, ma un vero e proprio percorso sportivo-formativo che ha accompagnato i ragazzi durante tutto l'anno scolastico, grazie al sostegno dei docenti di educazione fisica. Oltre all'attività motoria, con i Giochi del-la Gioventù il Coni intende infatti diffondere la filosofia del "Tutti sono protagonisti, nessuno escluso", come recita lo slogan della manifestazione stessa, nella quale tutte le classifiche saranno elaborate tenendo conto del contributo di tutti, anche i più sedentari e i diversamente abili, non solo dei ragazzi con alle spalle esperienze sportive individuali, come accadeva in passato.

Le scuole che saranno presenti il 24 maggio a Lecce sono: Stomeo Zimbalo e Quinto Ennio di Lecce, II° Polo di Gallipoli, Eugenio Frascaro di Supersano, 3° Polo e n.1 G.Strafella di Copertino, Don Tonino Bello di Racale, Polo 2 di Monteroni, Istituto Comprensivo di San Pietro in Lama, S. Pompilio M.P. di Campi Salentina, Scuola Media di Zollino, Scuola Media di Sternatia, O. Parlangeli di Trepuzzi, Scuola Media di Surbo e I° Polo di Squinzano. Il progetto gode dell'alto patronato del presidente della Repubblica. Nella realizzazione, il Coni è stato affiancato da Ferrero, Molten e Unicef. Doveroso ricordare, infine, che i Giochi della Gioventù si affiancano ai Giochi Sportivi Studenteschi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Positivo a sostanze psicotrope, arrestato giovane che ha investito il belga

  • San Pietro in Lama perde il suo sindaco: stroncato da un infarto Raffaele Quarta

Torna su
LeccePrima è in caricamento