Il Lecce espugna Cagliari con il talento di Muriel e Bertolacci

Con un gol per tempo i giallorossi conquistano tre punti preziosi. Il colombiano sblocca il risultato sul finale della prima frazione, ad inizio ripresa pareggia Larrivey su un rigore dubbio. Del mancino romano la zampata vincente

gabriele de giorgi 26 febbraio 2012
43

CAGLIARI - Quarto risultato utile consecutivo per il Lecce che sbanca il desolante "Sant'Elia" di Cagliari. Con 16 punti in 12 partite (compreso il recupero di San Siro contro l'Inter) Serse Cosmi ha dato un senso compiuto al campionato dei giallorossi, rimettendoli sulla strada della consapevolezza nei propri mezzi, condizione essenziale per tentare di raggiungere una salvezza comunque complicata. In terra sarda la seconda vittoria di fila e il quarto risultato utile consecutivo. Nelle ultime otto giornate la squadra salentina ha perso solo a Udine

Anche contro i rossoblu di mister Ballardini, il Lecce ha dimostrato una notevole compattezza tattica accompagnata da alcuni spunti individuali che hanno fatto, alla fine, la differenza. Belli entrambi i gol: alla fine del primo tempo, Muriel è andato via a Canini, già ammonito, e con un piatto destro a girare ha superato Agazzi. Nella ripresa, poco dopo il quarto d'ora, Bertolacci ha vestito i panni del centravanti opportunista indirizzando verso la porta avversaria un tiro costruito in piena area con molto mestiere. La gara è stata aperta, non spettacolare, comunque molto intensa. Gli ospiti in un paio di circostanze sono stati fortunati a sventare ghiotte opportunità del Cagliari ma ne hanno fallite due clamorose con Di Michele. I padroni di casa, a conti fatti, hanno costruito di più trame di gioco nella metà campo avversaria, ma i giallorossi hanno interpretato bene il disegno che Cosmi aveva in mente: coprirsi, rimanere corti nella propria metà campo e ripartire con micidiali affondi.

Primo tempo: Lecce guardingo ma micidiale in contropiede. Di Michele sciupa, Muriel realizza.

L'avvio del match vede il Cagliari costantemente proiettato nella metà campo avversaria: al 4' Astori, di testa, sfiora il vantaggio. Passano tre minuti e arriva il primo cartellino giallo per Canini che ferma come può il più veloce Muriel. Non succede granchè fino al 23' quando Nainggolan scaglia un bolide da trenta metri ben controllato da Benassi. Alla mezz'ora deliziosa occasione per il Lecce: Cuadrado crossa, l'altro colombiano fa da sponda all'accorrente Di Michele che di controbalzo calcia di poco fuori un rigore in movimento. I rossoblu insistono molto sulla corsia destra dove Ibarbo fa il bello e cattivo tempo mettendo in più circostanze in serio imbarazzo Miglionico.

Due minuti dopo la mezz'ora, a seguito di un calcio d'angolo, Brivio è più lesto di Larrivey ed allontana un pallone che attendeva solo di essere indirizzato a rete. Quando riparte il Lecce è tembile: al 40' Conti viene ammonito a seguito dell'ennesimo fallo. Trascorrono solo 120 secondi e Di Michele accentua in area un leggero contatto con Pisano: Rocchi è inflessibile e ammonisce l'attaccante del Lecce. Sul capovolgimento di fronte Ibarbo inventa una slalom acrobatico e, defilato sulla destra, calcia di sinistro sul secondo palo ma la sfera termina fuori di un metro. Il Lecce passa allo scadere con la classica azione di contropiede. Giacomazzi, dal limite della propria area di rigore, lancia in profondità verso il lato sinistro del campo dove Muriel anticipa Canini e si invola verso Agazzi, prende la mira e batte il portiere sardo. Fortuna sua perchè Di Michele, fiondatosi tutto solo a centro area, non avrebbe altrimenti preso bene la scelta "egoistica" del giovane compagno. 

Secondo tempo: Il Cagliari pareggia subito e sfiora il raddoppio. Bertolacci fa il bomber e regala i tre punti ai suoi.

Nella ripresa c'è Ariaudo al posto dell'infortunato Agostini mentre Cosmi conferma l'undici di partenza con capitan Giacomazzi play basso, ottima la sua prova, e Delvecchio e Bertolacci interni. Il pareggio dei padroni di casa arriva al 4', grazie ad un rigore concesso piuttosto generosamente dal direttore di gara: Miglionico, seppur in corsa, pare ritrarsi sul cross partitogli alcuni metri davanti. L'uruguagio certamente devia il corso naturale del pallone ma il contatto appare del tutto involontario e il gesto, anzi, finalizzato ad evitare l'impatto con la sfera. Tant'è. Larrivey spiazza Benassi. Il Cagliari ritorna in qualche modo baldanzoso e già tre minuti dopo potrebbe passare in vantaggio. Un tiro cross di Thiago Ribeiro si stampa sul palo dopo una leggera deviazione del portiere giallorosso, la palla finisce sul piede di Conti che non ci pensa due volte a ribadire verso la porta, ma per fortuna del Lecce c'è la schiena di Tomovic a salvare il risultato. 

Dopo un giallo per Delvecchio, i giallorossi si affacciano di nuovo nella metà campo avversaria. Bertolacci, al 14', colpisce bene il pallone da una ventina di metri di distanza, dopo che la difesa cagliaritana ci aveva messo una pezza su uno slalom di Cuadrado, autore di una prestazione attenta ed efficace in copertura, soprattutto su Ibarbo nel secondo tempo. Il nuovo vantaggio degli ospiti arriva sugli sviluppi di un fallo laterale: Delvecchio prolunga con la testa la traiettoria della rimessa, Muriel stoppa e appoggia verso il mancino romano che prende posizione sul difensore e in caduta "controllata" gira a rete. Grande esultanza del talento romano che Cosmi aveva preferito a Giandonato e che fino a quel momento si era applicato con grande disciplina in chiave difensiva.

Annuncio promozionale

Il Cagliari costruisce una sola vera occasione per pareggiare, al 21', con un colpo di testa, forte ma non sufficientemente angolato di Larrivey che si inserisce bene tra Carrozzieri e Tomovic. E' l'ultima azione per l'attaccante argentino che lascia il posto a Ceppelini. Al minuto 32 il primo cambio per Cosmi: dentro Giandonato per l'autore del secondo gol. Ballardini si gioca anche la carta Ekdal per Pisano, al 35', ma tre minuti dopo i rossoblu restano in dieci per l'espulsione di Canini, ancora una volta costretto al fallo da Muriel. Per il Lecce un sospiro di sollievo, poichè l'errore di Di Michele su un micidiale contropiede, concluso con un tiro fuori da ottima posizione, aveva materializzato gli spettri di un recupero da parte dei padroni di casa. Tristi presagi si addensano sul Sant'Elia quando Miglionico, con un'entrata scomposta, regala una punizione a Conti dal limite dell'area ma il tiro del capitano dei sardi è alto, come il morale di un Lecce che non molla la presa sul Siena e che non perde di vista nemmeno squadre che ora sembrano navigare in acque relativamente tranquille.

Guillermo Giacomazzi
calcio

43 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

    Massimo De Giorgi RINNOVO L'INVITO........ „Contro il Genoa sfido tutti ad essere allo stadio. Chi è tifoso e si puo' permettere di essere presente, ha l'obbligo morale di andare ad incoraggiare e supportare la squadra...... Se non lo farà "peste lo colga".“

    il 2 marzo del 2012
  • Avatar di Lele Vr

    Lele Vr non oso immaginare cosa sarebbe successo se cosmi fosse arrivato 4-5 giornate prima e super benassi fosse partito titolare sin dall'inizio...avremmo quasi gli stessi punti dell'inter...comunque i 'TESORO' sono in arrivo..ma il vero tesoro che potremmo trovare è quello della permanenza in seie A!!! se continuiamo cosi rischiamo di battere il record stabilito dal buon Delio Rossi che riuscì a conquistare solo nel girone di ritorno la bellezza di ben 29 punti...(17 gare) ovvero 3/4 della quota salvezza..ora siamo già ad 11 punti in 6 gare..media inferiore (di poco..) soltanto a milan e juventus..se questi numeri verranno confermati nelle prossime 6-7 partite signori miei avremi da divertirci più dell'anno scorso!!!! grande serse continua così!!!!!

    il 29 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Gaetano De Giosa

    Gaetano De Giosa Non c'è bisogno di commentare! Avanti così con i piedi ben saldi per terra e la testa libera da voli pindarici. Ancora non è fatta, ci sono altre dure battaglie da vincere. Forza ragazzi per domenica prossima stadio pieno e Genoa sconfitto. FORTE LECCE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di TOTI

    TOTI Uno dei più grandi misteri del comportamento umano: tifare contro la squadra della propria terra! genitori salentini che imparano ai propri figli a tifare juve, milan, inter! Come se a torino e milano gli stessi genitori invogliassero i propri figli a tifare lecce, napoli, palermo ecc. hai visto mai? cosa spinge l'essere umano salentino a fare cio? chiediamolo superquarq!

    il 27 febbraio del 2012
    • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

      Massimo De Giorgi maquesti casi, vedi, sono abbastanza diffusi anche in altre città e non avvengono solo in modo unidirezionale, ovvero città piccole che tipano per grandi, ma anche al contrario... Mi viene come esempio Eros Ramazzotti, Romano orgoglioso della propria città, che tifa Juventus.

      il 2 marzo del 2012
  • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

    Massimo De Giorgi signor Franco, coma mai nn c 6 su questo consueto post del dopopartita? Non è per casu ca stai cu l'influenza puru tie??????

    il 27 febbraio del 2012
    • Avatar di Franco Leone

      Franco Leone No tranquillo, tutto ok. Personalmente sono stato sempre fiducioso nelle potenzialità di questo gruppo, e non solo quest'anno! Semplicemente perchè so benissimo che da più di 15 anni siamo in mano a gente seria e preparata, che fa il proprio dovere impegnadosi al massimo con i pochi mezzi a disposizione! Godetevi questi momenti, perchè appena Sem lascerà per davvero la barca, saranno dolori per tutti! 

      il 27 febbraio del 2012
      • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

        Massimo De Giorgi concordo... sra famiglia TESORO ha gia fatto tanti danni a Busto Arsizio... non pagavano gli stipendi e c'è stata una crisi societaria che ancora la nuova società sta pagando. Spero che i Semeraro facciano l'ultimo atto generoso verso i nostri colori... quello di unire le loro indiscusse necessità di cedere, alla oculatezza nel passare la mano a gente onesta.... lasciate stare i TESORO. leggete in rete i vari commenti.. su gazzetta.it ci sono testimonianze raccapriccianti che la retrocessione sarebbe una bazzecola rispetto alla eventualità che tale famiglia rilevasse il lecce.

        il 2 marzo del 2012
    • Avatar di Marco Zambrini

      Marco Zambrini Perchè chiedere il motivo dell'assenza di altri commentatori? Specie di quei sognori come Leone che non fanno altro che scrivere frasi inutili? Lasciamoli stare dove si trovano....magari hanno capito che è arrivato il tempo di stare in silenzio. Oppure per te vige la regola del Buono e del Cattivo : NON ESISTE IL CATTIVO SE NON ESISTE IL BUONO? Non credo che sei il tipo che ha bisogno di Leone per scrivere. Almeno mi era parso di capire questo nei tuoi post.

      il 27 febbraio del 2012
  • Avatar di Francesco De Matteis

    Francesco De Matteis DI MICHELE sei grande! Apri gli occhi e 'mmesti la porta avversaria, ca@@o . Forza Lecce

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar di Francesco De Matteis

    Francesco De Matteis Siamo stanchi di vedere certi pserudo tifosi far finta di tifare Lecce, perchè nel loro cuore alberga solo ODIO E RANCORE. A costoro diciamo che è ora di finirla con le stupide e pregiudiziali contestazioni che mai si è capito a cosa siano finalizzate e perchè mai siano sorte! Il Lecce si ama. Oggi abbiamo un grande gruppo, ragazzi stupendi ed un mitico SERSE. Non montiamoci la testa, andiamo avanti con umiltà e pensiamo che ancora la strada da percorrere è luinga e difficile, a cominciare dalla difficilissima sfida di domenica prossima col Genoa. Senza timori reverenziali, con impegno ed umiltà per altri tre punti che SERVONO per la nostra salvezza. Semeraro resta con noi, diciotto anni di storia e di successi, a testa alta con orgoglio e grande onestà! Forza Lecce, Avanti Lecce

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar di Vito Primoceri

    Vito Primoceri I motivi per quali alcuni tifosi non vanno allo stadio possono essere molteplici. Per quelli come me che vivono fuori Lecce (Bologna) , quello che possono fare è andare allo stadio quando il Lecce gioca con squadre che sono vicine alla propria città di residenza.Nel mio caso Bologna, Parma ,Fiorentina,Cesena e ci metto pure Siena.E'  anche vero però che data la scarsa sicurezza vigente negli stadi ,molti preferiscono guardare la partita in casa magari accanto ai figli piccoli di tre o quattro anni. Anch'io volevo fare un appunto su Di Michele, è un bravo giocatore ma delle volte sbaglia l'impossibile ,facendo venire la tachicardia ai tifosi.Contro il Cagliari infatti avrebbe dovuto essere più cinico e metterla dentro...David...Wake up !! Delle volte invece fa dei goal impossibili..non potresti trovare una via di mezzo ed essere più continuo?..Noto anche che Miglionico andrebbe ripreso da Cosmi perchè commette troppo spesso delle ingenuità pesantine...qualche tiratina d'orecchie non guasterebbe.Infine mi chiedevo come mai Bojinov..resta nacora in panca..deve ancora entrare in piena forma oppure rendono di più gli altri? Coraggio e grinta per vincere anche contro il Genoa. Saluti Primok_V

    il 27 febbraio del 2012
    • Avatar anonimo di Aldo

      Aldo a Lecce i bambini di 3/4 anni li portano solo con la juve e milan per evitare di essere chiamati rinnegati...come mai con le altre squadre gli stadi sono pericolosi...pagare un biglietto 30 € vuol dire stadio sicuro...o che ogni scusa e buona...IPOCRITI. CONTRO QUSTO CALCIO Curva NORD

      il 27 febbraio del 2012
      • Avatar di Vito Primoceri

        Vito Primoceri Non è il mio caso, ad ogni modo ogniuno è libero di fare le proprie scelte ed io le rispetto.A me no piace la gente che critica senza ragionare, non dimentichiamoci anche che molta gente ha perso il posto di lavoro e non credo che abbia tutta questa voglia di andare allo stadio.Un conto è essere sportivo un altro essere malato di calcio.Tengo a precisare che non mi riferisco a te o a qualcuno in particolare ma è solo una constatazione. Saluti Primok_V

        il 28 febbraio del 2012
        • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

          Massimo De Giorgi hai ragine, ognuno è libero di fare ciò che vuole, però nn parlarmi di crisi, perchè questa è una storia che dura da sempre.. Ha lecce manca un "campanilismo calcistico" .. passami il termine.

          il 2 marzo del 2012
  • Avatar anonimo di Aldo

    Aldo Domenica bisogna assolutamente INCHERE LU CA MPU...speriamu ma secondo me se inche sulu la NORD, come col bologna e col siena...cmq FORZA RAGAZZI BISOGNA LOTTARE e sperare cu ni ene ntorna la fre a drhu bidone te oddo

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar di Marco Zambrini

    Marco Zambrini Si tutti allo stadio. Dirlo è facile ma la realtà di questo periodo mi induce a pensare che il tifo allo stadio sta scomparendo. Non solo a Lecce ma in tutti gli stadi italiani. I motivi sappiamo quali sono. Non mi riferisco alla società. Non è questo il caso. Sappiamo che gli stadi italiani non sono per niente sicuri. Non sono attrezzati per portare famiglie. Sono sempre più scomodi. Rischi ogni minuti di litigare con qualchè cretino di turno. Mettici anche il prezzo del biglietto che oggi può anche pesare sul bilancio economico di molti. Aggiungo che la concorrenza delle televisioni che, promuovono una comoda visione della partita in casa , magari con amici e familiari, INFLUISCONO NEGATIVAMENTE . LO STADIO è MORTO DA DIECI ANNI. Credo che in Italia le cose cambieranno quando a noi tifosi ci sarà ridato il rispetto che ci meritiamo

    il 27 febbraio del 2012
    • Avatar anonimo di Aldo

      Aldo Curva a 7 euro, under 14 accompagnati dal genitore gratis,un paio di inservienti nei bagni, e un po di campagna di richiamo allo stadio...vuoto x vuoto provino un po a smobilitare i poltroni

      il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Nicola Sambati

    Nicola Sambati Chiamata alle armi per il genoa? statevene a casa, che è meglio! i tifosi che si presentano allo stadio solo quando hanno l'opportunità di vedere dal vivo i "campioni" (parola che metto non ta due ma tra duecento virgolette!!!) tipo ibraimovic o del piero, quei tifosi che si ricordano che il lecce è l'unica squadra del salento che compete a questi livelli oltre che ad essere una delle poche del sud ad essere rappresentata in A solo qundo le cose vanno "bene" (altra parola che virgoletto più volte) , i tifosi che insomma tifano il lecce quando conviene a loro è meglio che se ne vanno coem del resto fanno tutte le domeniche a farsi una passeggiata a torre dell'orso o a gallipoli. mi spiace dirlo ma è un data di fatto questa gente tra le altre cose porta pure sfiga, basti vedere le partite ad un euro degli ultimi anni, col cesena, col bari giusto per dirne qualcuna...

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

    Massimo De Giorgi Sono d'accordo però con Primok_V... evitiamo ora facili entusiasmi ed illusioni, restiamo con i piedi per terra e giochiamo con l' umiltà di sempre, solo così potremo raggiungere il risultato auspicato..... e un po' di scaramanzia non fa neanche male... quindi non sottovalutiamo il Genoa ma non abbiamone nemmeno timore... la squadra verrà a Lecce tranquilla della sua "classifica"... MA MICA POI TANTO ... 31 punti loro 24 noi.... sono 7 punti ma anche 2 vittorie nostre e due sconfitte loro e siamo li, vicini... nessuno si cullerà.. occorre giocarsela anche per mettere pressione a queste squadre che possono avere la famosa "PAURA DI VINCERE" ovvero di "SALVARSI"  questo è ciò che ci auspichiamo.

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

    Massimo De Giorgi Contro il Genoa sfido tutti ad essere allo stadio. Chi è tifoso e si puo' permettere  di essere presente, ha l'obbligo morale di andare ad incoraggiare e supportare la squadra...... Se non lo farà "peste lo colga".

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

    Massimo De Giorgi PER I GESTORI DI LECCEPRIMA Non so cosa succede su questo forum... ma il testo che batto quando uso la funzione "più opzioni" mi fa apparire molti errori di battutura che fanno apparire il mio testo quasi sgrammaticato...... con lettere aggiunte o in sostituzione di altre tipo "avevo scritto PRECURSORE ed è apparso PRECURSORA nel precedente commente.. ripeto, che tale anomalia si verifica solo se uso la funzione avanzata "più opzioni"

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

    Massimo De Giorgi Vedo pareccfhe affinità tra la Samp dell'anno scorso e la Fiorentina di quest'anno, soprattutto nella campagna di indebolimento... per cos' dire" INVERNALE. La fiorentina si è chiaramente indebolita... il nostro ex CORVO sta forse perdendo colpi oppure le politiche societarie impongono periodi di magra?... chissa

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Massimo De Giorgi

    Massimo De Giorgi Sono contento dio aver azzeccato il pronostico, anche stavolta, anchein termini di svolgimento della gara. Avevo infatti detto alla vigilia, che il Lecce visto contro il siena, era precursora di una acquisita bnuova consapevolezza delle proprie qualità e soprattutto delle proprie caratteristiche tecnico tattiche. Credere nello sblocco di Muriel è stato fondamentale. Ricordo che molti amici tifosi già paventavano e auspicavano un avvicendamento di Bojinov che avrebbe potuto sostituire Muriel. Per fortuna che Serse, dopo quella gara in cui Nojinov risultò quasi inesistente, ritornò sui suoi passi iniziali, ripristinando l'originario attacco. A prescindere da qualsivoglia considerazione, occorre ora credere, fortemente in questa salvezza e conbattere sino a sputare il sangue. Sara piu' una guerra psicologica e di nervi tra noi e le altre tre squadre.. si... ho detto altre tre , perche non credo che i giochi siano solo tra lecce e siena (vedi sampdoria l'anno scorso) . la fiorentina potrebbe(speriamo) ripetere le sfortunate gesta della squadra doriana dello scorso anno. By Max

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar di ZALEX

    ZALEX adesso tifosi del lecce tutti a raccolta allo stadio facciamo vedere chi siamo veramente...prima avevate la scusante del mancato entusiasmo per via dei risultati adesso però nessuna scusante che tenga !! solo così si può ancora sperare nel miracolo...

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar di Antonio Longo

    Antonio Longo Senza entrare nel merito della partita e delle prestazioni dei singoli (oggi ritengo che a prescindere dalle indubbie qualità di alcuni, tutto il gruppo indistintamente è da elogiare per le splendide prestazioni che sta fornendo già da diverse domeniche) un GRAZIE immenso va tributato al mister che finalmente ha ridato dignità ad una squadra, ad una tifoseria, all’ambiente tutto, ha dato un ruolo ora da protagonista al Lecce in questo campionato (è chiaro, sempre nella lotta per la salvezza) ha riacceso entusiasmi e speranze quasi sopite. Grazie Serse, avanti così!!! Un solo appunto lo devo fare al mitico Di Michele: quando ti trovo a Lecce “te scapuzzu la capu, m’ha fattu perdere 10 anni de vita” dopo il mancato goal della tranquillità. La fine non arrivava mai, “ch’aggiu passatu”, ma va bene così, lo so che quel goal lo hai tenuto per domenica prossima!!! FORZA MAGICO LECCE

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar di Marco Zambrini

    Marco Zambrini Che bella vittoria. Grande Lecce. Grazie Serse Canà.

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Vincenzo

    Vincenzo Se non fosse stato per la vittoria del Siena, sarebbe stata una domenica da incorniciare. Ora tutti ci temono e sono consapevoli che il Lecce è tornato alla ribalta. Abbiamo di che sperare e di che gioire ma rimaniamo concentrati e con i piedi per terra. IO SONO E SARO' SEMPRE SALENTINO.

    il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di fashion

    fashion C'e gente che dice ancora grazie Semeraro: ma grazie di cosa?!? Ci ha preso per i fondelli 15 anni, era da agosto 2011 che taceva e dopo la vittoria con il Siena ha avuto anche il coraggio di dire che si "coccolava" muriel e cuadrado!!! io dico grazie solo a serse che ha dato carica all' ambiente e a questi ragazzi che hanno ridato dignità alla nostra maglia e che anche se retrocediamo vanno portati in trionfo per come stanno sudando visto che sono tutti prestiti!! Dico grazie ai " Soliti" della nord che ci sono sempre e comunque e disprezzo tutti questi ingrati che la domenica restano a casa!! C'È gente che per vari motivi non può andare allo stadio,ma se potesse pagherebbe!!! Avanti Lecce avanti Ultras

    il 27 febbraio del 2012
    • Avatar di Pasquale Minervino

      Pasquale Minervino E' sempre grazie a Semeraro  se gente del calibro di Osti Cosmi Muriel Cuadrado e compagnia briscola sono oggi a Lecce e difendono i mitici colori giallorossi. Chi invece mette la sciarpa giallorossa al collo e critica "ABBUECCHIU",  contesta da cinque anni a questa parte e boicotta sistematicamente, senza capire e far capire a nessuno che cosa vuole, non fa certamente gli interessi del Lecce. qundi Grande Serse, Magici i Ragazzi, ma soprasttutto Grande anche SEMERARO. Forza Lecce, Avanti Lecce!

      il 27 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Franz

    Franz Tutto il Salento rende onore al suo mitico condottiero e ai suoi fantastici ragazzi.ora spetta a te leggendario Artaserse un improbo compito:quello d'imbrigliare tra le tue trame quel folletto di Palacio.ho detto improbo ma non certo impossibile per te supremo comandante.per l'ennesima volta stupuscici e continua a farci sognare.abbasso tutti i rinnegati,W la terra d'Otranto e forza Lecce

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar di Leccese Da Bergamo Bassa

    Leccese Da Bergamo Bassa GrAzie ragAzzi! continuAte A fArci sognAre così mi rAccomAndo! ..e il Bologna ha perso:)..e il siena non potrà giocarle tutte in undici contro dieci!etc etc..)

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar di slipknot

    slipknot ale ale

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di andrea lecce

    andrea lecce Finalmente il grande serse ha dato anima e continuità a questa squadra. ora più che mai forza lecce

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di claudio martella

    claudio martella Cari   "TIFOSI" , Quelli  delle  ultime giornate ad 1 euro a partita , Quelli che per il resto non ci siete mai, Cari Rinnegati  ,. . .  Siate fieri ed orgogliosi della nostra terra e della nostra squadra , che non molla mai  . . . SEMPRE FIERI .  FORZA LECCE

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar di Vittorio Diamoutene

    Vittorio Diamoutene Grande Lecce, Grande Serse. Avanti così! senza paura e consapevoli di avere tutte le potenzialità per potercela fare. Con i piedi per terra stiamo uniti e facciamo Cuadrado..per la Salvezza. Grazie Semeraro per queste soddisfazioni che ci stai dando anche quest'anno contro i soliti GUFI che criticano e contestano con la sciarpa giallorossa attaccata al collo. Il Lecce si ama e basta! Tutti allo stadio domenica per creare una bolgia infernale e dare il massimo sostegno ai nostri splendidi ragazzi. Grazie ragazzi. Grazie Serse. Forza Lecce, Avanti Lecce!

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar di Oronzo Canà

    Oronzo Canà BRAVI RAGAZZI, non molliamo non abbiamo ancora fatto nulla. Domenica in casa col Genoa altra grande prestazione !!!!

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar anonimo di Lucio

    Lucio Allo Stadio in tanti per Lecce Genoa Il divertimento e' assicurato con i nostri brillanti e motivati giocatori Un grande allenatore come Cosmi non ci deludera'.

    il 26 febbraio del 2012
  • Avatar di Vito Primoceri

    Vito Primoceri Avanti Lecce...pensiamo a battere anche il genoa..non culliamoci più di tanto..Bravi tutti..ma non culliamoci... per carità.. Saluti Primok_V

    il 26 febbraio del 2012
    • Avatar anonimo di tiraegol

      tiraegol Solo un grande allenatore come Serse poteva imprimere a questa squadra oramai alla deriva un iniezione di entusiasmo,uno schema tattito,un pressing agguerrito,un non mollare mai su ogni pallone giocato. . ora è indispensabile mantenere i piedi x terra volare sulle ali dell'entusiasmo vuol dire ripiombare nel buio. . .FORZA RAGAZZI con forza e convinzione presto lasceremo ad altri il meritato terz'ultimo posto. . .

      il 27 febbraio del 2012
Commenti meno recenti