Campionati assoluti paralimpici, la Lupus 2014 pronta alla sfida di Torino

Dal 4 al 7 luglio in Piemonte il torneo nazionale di boccia paralimpica che vedrà protagonista anche la società salentina del presidente Andrea Cozza. Si sfideranno dodici formazioni italiane e circa 50 atleti nelle discipline individuali, a coppie e a squadre

LECCE - Sono stati mesi di duro impegno e abnegazione per i ragazzi speciali dell’associazione salentina Lupus 2014 che da domani, 4 luglio e sino a domenica 7, saranno impegnati ai Campionati Italiani Assoluti di boccia paralimpica in programma presso il centro sportivo Sisport di Torino. La fase di preparazione fisica e psicologica è ormai terminata e per i giovani atleti salentini, capitanati dal presidente Andrea Cozza, c’è ora da tirare fuori gli artigli per difendere i colori del Sud e della provincia di Lecce in particolare nell’importante appuntamento nazionale dello sport paralimpico organizzato sotto l’egida della Fib, la federazione italiana bocce e dall’Unione sportiva Acli.

Saranno almeno cinque i componenti della squadra salentina, unica realtà del Mezzogiorno d’Italia della boccia paralimpica, a partecipare ai Campionati italiani di boccia (individuali, a coppie e a squadre) che vedranno impegnati, nelle varie specialità per la conquista dei titoli italiani, oltre ad Andrea Cozza, anche Giuseppe Rollo (vicepresidente), Ivan Indraccolo, Alessandro Rollo, e Francesco Stefanizzi. La squadra leccese della Lupus 2014 sarà una delle dodici società partecipanti che vedono in campo anche le compagini paralimpiche delle città di Torino, Padova, Milano, Varese, Asti, Pordenone, Trento, Trieste e Cagliari rappresentate da circa 50 atleti.   

Quello al Campionato nazionale paralimpico di bocce di Torino rappresenta la seconda partecipazione significativa della società salentina dopo quella dello scorso anno nel torneo che fu organizzato, proprio con la fattiva collaborazione della Lupus 2014, presso il palasport Ventura di Lecce. Una nuova tappa fondamentale di avvicinamento anche al traguardo sempre più ambìto della compagine della Lupus 2014, con sede a San Cesario di Lecce, che è quello della partecipazione alle paralimpiadi dei Giochi di Tokyo del 2020. “L'obiettivo della nostra associazione è quello di avvicinare quante più persone alle bocce paralimpiche e in Puglia siano stati i pionieri per lo sviluppo ela conoscenza della disciplina” spiega il presidente Andrea Cozza, “per quanto concerne i campionati assoluti che ci accingiamo a disputare il nostro obiettivo è quello di migliorare prestazioni e risultati ottenuti lo scorso anno ai campionati di Lecce, certo sappiamo che non sarà facile, ma noi faremo del nostro meglio per tenere alti i colori del Salento”. In vista dell’avvio dei campionati paralimpici non resta che rivolgere un grosso in bocca alla Lupus 2014

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento