Campionato italiano forense di ciclismo, doppio trionfo per i "Lupi del Salento"

Dopo essersi aggiudicato la crono scalata, Andrea Delli Noci trionfa anche nella gara in linea. La formazione salentina è terza

LECCE – Protagonista assoluto del 33esimo Campionato italiano Forense di ciclismo, organizzato dall’Aimanc (l’Associazione italiana magistrati avvocati notai ciclisti) è l’avvocato Andrea Delli Noci. L’atleta dei “Lupi del Salento”, squadra ciclistica amatoriale, dopo essersi aggiudicato la crono scalata di 7,3 chilometri, trionfa anche nella gara in linea di 68 chilometri, conquistando una storica doppietta nello scenario suggestivo di Castiglione della Pescaia (in provincia di Grosseto).

La gara è partita da via Cassiopea, luogo anche di arrivo. I ciclisti dell’Aimanc, dopo una prima parte a marcia controllata fino a Ponti di Badia, si sono contesi la maglia tricolore percorrendo un circuito, da ripetere due volte. Dopo aver svoltato in direzione Ampio, bivio Vetulonia, incrocio con la Strada del Bozzone, Vaticino, Macchiascandona, nuovamente verso Ponti di Badia. Nel secondo giro hanno affrontato la salita della Scala Santa.

Sin dal primo giro il treno dei “Lupi del Salento” ha fatto l’andatura, guidando il gruppo dei primi e imponendo una velocità elevata Attorno ai 40 chilometri orari). Il primo a tentare la fuga è stato l’avvocato Giulio Palamà, protetto dai compagni di squadra. All’altezza della salita è stato Delli Noci a lanciare l’assalto decisivo con uno scatto fulmineo, riuscendo a resistere agli attacchi di due temibili avversari come l’avvocato Gaetano Colletta (GS Piconese Melendugno) e Matteo Troiano. Alla fine è stato ancora Andrea Delli Noci a tagliare per primo il traguardo a conclusione di una tre giorni indimenticabile.

A completare la festa dei “Lupi del Salento” il primo posto di categoria e relativo titolo dell’avvocato Giulio Palamà (ottavo assoluto) e l’ottimo piazzamento degli avvocati Gianluigi Pellegrino e Salvatore Corrado, e del notaio Sergio Gloria. Ottima prova dei giudici Alcide Maritati e Giovanni Gallo, secondi ex aequo tra i magistrati, dopo essere giunti al traguardo appaiati. Una di quelle storie fatte di fatica, sacrifici e amicizia che forse solo il ciclismo sa raccontare, con la bicicletta a scrivere sull’asfalto piccole grandi imprese personali e le braccia strette attorno al manubrio a sfidare le leggi della fisica. A completare la formazione dei “Lupi” gli avvocati Stefano Polimeno, Enrico Gargiulo e il presidente Alessandro Torsello. Per la formazione salentina un terzo posto nella classifica a squadre.

Ora è già tempo di pensare alla prossima edizione che si svolgerà proprio nel Salento, su percorsi tanto suggestivi quanto tecnici, su cui i ciclisti si daranno battaglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento