Classifica finale campionato mondiale wind surf Gallipoli

Per la categoria "master, grandmaster e veteran" primeggia Janis Preiss dalla Lituania che precede il Portogallo con il suo campione Miguel Martinho. Sul podio al terzo posto l'italiano Marco Begalli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Per la categoria "master, grandmaster e veteran" primeggia Janis Preiss dalla Lituania che precede il Portogallo con il suo campione Miguel Martinho. Sul podio al terzo posto l'italiano Marco Begalli.
Segue il il lituano Maris Birzylis e subito alle sue spalle Markus Poltenstein dall'Austria, poi il greco Vassilis Solidakis. Il settimo posto è di Pieter Eliens dall'Olanda, che precede Steen Lauritsen dalla Danimarca e a seguire Karl-Heinz Bahmann dalla Germania. Poi è la volta dell'italiano Giuseppe Greco, di Thomas Glaeser dalla Germania, e Giovanni Franchini, il tedesco Martin Tykal Peter Hollaender Larsen dalla Danimarca. Seguono: Luciano Traggiari dall'Italia, Giacomo Gaggiotti e Andrea Volpini. Subito alle loro spalle, Stefano Doninelli dalla Svizzera, David Coles, inglese Luis Marchegger e Paolo Perrone dall'Italia, Tibor Ferenczy dall'Australia, Joao Pedro Santos dal Portogallo, Fabio Benericetti, Roberto Boschetti, Andrea Bordoni dalla Svizzera e Simona Mascellani dall'Italia.
Per la categoria "youth" si classifica provvisoriamente davanti a tutti l'estone Karl-Erik Saarm, seguito dal brasiliano Leonardo Venturini e Jan Orsatti dalla Svizzera. Quarto si classifica Lars Van Someren dall'Olanda e quinto l'estone Artur Kaikull; segue Tristen Erik Kivi dall'Estonia, Marco Bordoni dalla Svizzera, Kristians Krauklis dalla Lituania, Raimonds Zelcs dalla Lituania, Jan Klimaszyk dalla Polonia, gli svizzeri Bruno e Luca Bordoni e James Battye dalla Gran Bretagna.
«Questo evento si dimostra avvincente e carico di suspense dal punto di vista sportivo e agonistico - commenta il coordinatore della manifestazione Antonio Rima - il campionato si è svolto sotto l'occhio vigile dei giudici internazionali Michael Short dalla Gran Bretagna, Zslot Regenyi dall'Ungheria, Zvonko Hocevar dalla Slovenia, Uli Gash dalla Germania e Tito Morosetti dall'Italia».
A vigilare sul corretto svolgimento delle gare anche il "Comitato di regata" presieduto da Franco Pagliarini e composto da Tonia Federica Rima, Alessandro Cortese, Giuseppe Tortorella, Elisa Ippolito, Antonio Rima, che è anche coordinatore dell'evento, Pietro D'Ippolito e Ferdinando Attanasio.
«La città del vento - continua il coordinatore Antonio Rima - non delude e il Campionato Mondiale Formula Windsurfing è continuato alla grande anche venerdì, con un gagliardo NW che ha messo a dura prova le capacità fisiche e tecniche dei concorrenti. Al calasole il Comitato di Regata ha ritenuto adeguate le condizione meteo-marine adeguate agli standard di sicurezza ed ha effettuato due partenze "back to back" che hanno dato luogo a due splendide regate da manuale. Non sono mancati momenti da brivido per spettacolari performance, data l'altissima velocità raggiunta dalle tavole spinte da un'aria intanto ruotata da nord. Grande gratificazione per i regatanti e piena soddisfazione della giuria internazionale e noi organizzatori».
Torna su
LeccePrima è in caricamento