Casarano prova a fermare la capolista. De Candia: “A Bitonto concentrazione massima”

Dopo il successo sul Team Altamura i rossazzurri attesi dall’ostica trasferta sul campo dei neroverdi di mister Taurino che guidano la classifica di Serie D

CASARANO - Senza timore riverenziale e con la solita determinazione predicata da mister Pasquale De Candia. E sfruttando anche il morale altro dopo la vittoria casalinga di domenica contro il Team Altamura e una classifica che si fa sempre più interessante a ridosso dei piani alti. Su queste premesse il Casarano proverà a fermare la capolista Bitonto nella sfida di domani pomeriggio allo stadio comunale "Città degli Ulivi". Il tecnico rossazzurro è fiducioso di strappare punti pesanti dalla trasferta contro i primi della classe che attualmente volteggiano in testa al campionato. Un primato meritato per i neroverdi di Taurino, come riconosciuto dallo stesso tecnico casaranese che in vista della gara di domani può contare sul recupero di Rescio, mentre restano indisponibili Russo e Allegretto, che si è fermato ieri per una botta in allenamento, e anche Ielo che è comunque sulla via del recupero.

"Domani affrontiamo la squadra che meritatamente è in testa alla classifica e lo faremo con il solito piglio, consapevoli dei nostri mezzi e delle qualità del nostro avversario” ha spiegato mister De Candia nella conferenza stampa della vigilia, “ripeto ancora una volta che tutte le compagini di questo campionato vanno affrontante con la massima determinazione. Domenica scorsa abbiamo avuto la riprova che non appena si abbassa la guardia, si va in difficoltà. Ma queste sono le partite meno complicate da preparare: andiamo sul campo della capolista, storicamente ostico, e quindi sicuramente saremo più concentrati di domenica. È ovvio che affrontiamo un Bitonto che ha tanti punti di forza e pochissimi deboli. Lo dimostra la classifica, il fatto che da cinque giornate non subisce gol e che hanno il capocannoniere nelle loro fila, oltre ad un organico importante. Ma l'affronteremo con la consapevolezza di essere anche noi squadra dalle grandi capacità".

Per mister De Candia si stratta anche di un gradito ritorno in quel di Bitonto dove ha trascorso alcune stagioni alla guida della formazione barese. L’obiettivo è quello di fare punti e scardinare la miglior difesa del campionato (solo tre goal subiti dai bitontini come il Gelbison). “Torno in un ambiente da cui ho ricevuto tantissimo e nel quale penso di aver contribuito a realizzare qualcosa di buono, prima nell'Us Bitonto e poi nell'Omnia, due realtà che si sono fortunatamente unite” spiega De Candia, “le colonne portanti del Bitonto di oggi sono le stesse di quando allenavo io, mi riferisco a Patierno, Turitto e Montrone, elementi determinanti. Una società abituata a vincere e che sta cercando di tenere fede alle promesse estive disputando un campionato di vertice. Ci torno volentieri, sarò avversario solo durante i 90 minuti, prima e dopo amico con tutti”.

Il tecnico casaranese non crede che la sua squadra si esprima meglio in trasferta piuttosto che tra le mura amiche, e per questo non pensa ad una gara in scioltezza sul campo della capolista. “Non posso dire che ci esprimiamo meglio fuori che in casa, io preferirei giocare sempre sul nostro campo” dice il mister rossazzurro, “gli avversari ci aspettano, sono più liberi dal punto di vista mentale. E comunque sinora al Capozza, tranne che con il Taranto e con il Sorrento, abbiamo sempre fatto bottino pieno. Progressi a centrocampo? Domenica ad un certo punto ho cambiato l'assetto con l'ingresso di Feola. Stavamo soffrendo e dovevamo compattarci nella nostra metà campo, decidendo di lasciare l'iniziativa all'Altamura. È andata bene perché non abbiamo più rischiato. Ma non deve essere quello il nostro atteggiamento, se non in qualche frangente. Noi dobbiamo cercare di essere propositivi, di tenere alto il ritmo, questa deve essere la nostra idea di gioco”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Bimbo si affaccia alla finestra e scopre l'anziano scomparso

Torna su
LeccePrima è in caricamento