Casarano, prova di forza con il Brindisi. De Candia: “Questa è la mentalità giusta”

I rossazzurri hanno liquidato per quattro a zero i brindisini sfruttando il pressing alto e la duttilità tattica. Primi tre punti in attesa del recupero col Cerignola

CASARANO - L’analisi della vigilia si è rivelata azzeccata. Il tecnico rossazzurro Pasquale De Candia aveva visto una squadra in piena salute, anche dopo lo scivolone interno con il Taranto della scorsa settimana, e la prestazione e il rotondo risultato nel derby contro il Brindisi hanno confermato le aspettative. E’ finita con un sonante 4-0 per il Casarano la gara contro i brindisini di mister Olivieri, frutto delle marcature di Tiscione e Mincica nella prima frazione, al 17’ e al 37’, incrementare dai goal di Olcese (all’8) e ancora di Tiscione (al 29’) della ripresa. Tre punti che fanno muovere la classifica, riscattano la sconfitta precedente e in attesa anche del recupero della gara col Cerignola, lasciano ben sperare per il proseguo del torneo. 

“Abbiamo dato seguito alla prestazione di domenica scorsa con il Taranto, con un risultato diverso. Abbiamo avuto un buon approccio e siamo stati più aggressivi, rispetto a domenica scorsa” il commento di mister De Candia, “prima della gara con il Taranto avevo una percezione diversa della squadra, pensavo che avesse qualche difficoltà fisica e le avevo chiesto di essere più attendista per essere più compatti nella nostra metà campo, e me ne assumo le responsabilità. Nella gara col Brindisi invece ho chiesto un pressing alto sugli avversari. Al di là di qualche elemento nella formazione iniziale, è cambiato l’atteggiamento che era più propositivo. Che giochiamo in casa o fuori non deve esserci differenza” aggiunge il tecnico casaranese, “la squadra deve avere una sua mentalità. Magari si può cambiare in corsa. Ad un certo punto ci siamo messi a tre a centrocampo e Tiscione ha fatto il play quando Giacomarro è dovuto uscire per un affaticamento. Questo è possibile grazie alla disponibilità dei ragazzi. Non dobbiamo avere timori reverenziali ma rispetto dei nostri avversari, sapendo che siamo una buona squadra e che lo dobbiamo dimostrare ogni domenica”.

Il tecnico molfettese non fa mistero di avere “abbondanza” di scelte in attacco. “Ho sei attaccanti che partono alla pari, significa che abbiamo una rosa competitiva, qualitativamente elevata. Ieri i tre attaccanti hanno fatto bene, come faranno gli altri se avranno il supporto esterno” conclude De Candia, “li farò ruotare. Ieri ne ho utilizzati cinque. Quanto alla gara col Cerignola, andremo lì avendo il massimo rispetto per gli avversari, sapendo quali sono le nostre qualità, ma anche conoscendo le loro e i loro difetti che cercheremo di evidenziare”. Anche per l’attaccante Emiliano Olcese, autore del terzo goal, la prova con il Brindisi ha dimostrato la buona forma della squadra e anche sul nodo del turn over in attacco la situazione al momento non crea particolari timori. “In attacco il mister ha diverse soluzioni e questo è un vantaggio” dice l’attaccante rossazzurro, “abbiamo caratteristiche diverse ma siamo sullo stesso livello e nell’arco del campionato avremo modo di giocare tutti. Difficile dire quanto siamo stati bravi noi e quanto meno il Brindisi. Loro, sicuramente, hanno commesso errori e abbiamo evidenziato cose migliori rispetto alle precedenti partite. Abbiamo avuto un atteggiamento propositivo trovando i goal al momento giusto”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento