Il giorno di mister Liverani: "Il Lecce può giocare anche col 4-3-1-2"

Al Via del Mare presentazione del nuovo tecnico. Il suo vice è Manuel Coppola, che ha indossato la maglia giallorossa nella stagione 2011-2012

Mister Liverani e il direttore Meluso.

LECCE – Scegliere qualcuno che ti sceglie incondizionatamente. É stata la convinzione che fosse giusto così a spingere Fabio Liverani, nuovo allenatore del Lecce, ad accettare la proposta della società giallorossa.

Il tecnico è stato presentato nel primo pomeriggio al Via del Mare. Ha sottoscritto un biennale, con clausola rescissoria da entrambe le parti, ma anche con ingaggi e premi già concordati in caso di salto nelle categorie superiori: sì, anche in caso di serie A, come ha precisato il direttore sportivo, Mauro Meluso.

Il dirigente del club ha sinceramente ammesso che quello di Liverani non era tra i nomi inseriti da subito nella rosa dei candidati a prendere il posto di Rizzo, ma che dalla prima volta che è entrato a farne parte è diventato la priorità. Meluso ha porto il ringraziamento, suo e del club, a Roberto Rizzo ma anche a tutto lo staff che ha gestito con grande professionalità la settimana di transizione fino alla vittoria contro il Rende: da Primo Maragliulo, "una persona fantastica" a Sandro Morello e Paolo Redavid. Il nuovo allenatore avrà come vice Manuel Coppola, già calciatore del Lecce, Federico Fabellini sarà il collaboratore tecnico mentre Maurizio Cantarelli il preparatore atletico. Gigi Sassanelli e Raffaele Tummolo confermati come preparatore dei portieri e addetto al recupero degli infortunati.

Mister Liverani ha spiegato di aver studiato la squadra negli ultimi giorni e di essere orientato a pensare che possa giocare sia con il 4-3-3 che con il 4-3-1-2: del resto l’accordo con il Lecce è stato raggiunto già venerdì, la firma sul contratto risale a sabato. Prima ancora si è presentato così: “Potevo aspettare qualche chiamata dalla serie B ma quando mi ha cercato il Lecce, considerando la mia età e la fase della carriera che sto attraversando, ho pensato che fosse giusto scegliere qualcuno che ti sceglie incondizionatamente, non per tappare un buco o per una programmazione a sei mesi. Mi hanno convinto il progetto di questa società e la consapevolezza di una piazza che non ha nulla da invidiare alla categoria superiore”.

L’esperienza in panchina per il nuovo tecnico del Lecce è certamente breve: nel calcio professionstico esordisce come tecnico, nel 2013-14, direttamente in serie A, con il Genoa, ma dopo cinque giornate viene esonerato. A dicembre di quell’anno si trasferisce in Inghilterra, al Leyton Orient, club di terza serie, ma al termine della stagione la squadra retrocede. Dopo una pausa si è rimesso in marcia nel marzo scorso: ai primi di marzo assume la guida della Ternana, con 23 punti in classifica e la conduce alla salvezza con 49 punti finali (otto vittorie, due pareggi, tre sconfitte).

Sollecitato sull’aspetto della pressione psicologica che esiste nell’ambiente giallorosso, dopo cinque anni di Lega Pro e tante vicissitudini, mister Liverani ha messo le cose in chiaro: “Da oggi mi assumo le giuste responsabilità per quello che accadrà di qui in avanti, ma non posso avere un pensiero retroattivo e nemmeno i calciatori devono averlo. Certamente dobbiamo essere bravi a trasmettere sensazioni positive, dentro e fuori dal campo. È un percorso che dobbiamo fare insieme”. Alle 16.30 ha poi diretto il suo primo allenamento.

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (25)

  • Per il momento mi sembra una buona forchetta a vederlo...è un problema sanitario uguale al mio ...meno amore più lavoro.

    • Ahahahahah:-)

  • Bravo Cesare bravo ora dimmi una rosa più forte della nostra visto che sei intenditore voglio i nomi...a Lecce siete bravi solo a parlare per il vizio di farlo

  • I moduli non vanno spifferati , ma si deve bleffare , è come giocare a scacchi o con le carte, non ho mai visto durante la guerra il generale che telegrafa al nemico la sua posizione per filo e per segno. Bisogna svegliare poi questi giocatori insegnare loro come si gioca a pallone ( che mi pare che il Lecce si sia dimenticato ) se gli viene insegnato un calcio scontato banale o telefonato non combineranno nulla , guardate le partite del Pescara del Frosinone o del Perugia e imparate come si gioca ( comu se tira lu pete alla palla cusi se fa lamore cusi se fa lamore ) si lamore attaccato.

  • ottima idea. Questa fissa del grande squadrone non so da dove venga, anzi lo so ma non mi ripeto. Abbiamo una punta in pratica NULLA che è Caturano, a questo punto giocare con 3 punte è come giocare con 2. Meglio metterci qualcuno dietro che porta acqua alle punte.

  • Stefano abbiamo uno squadrone ..se te sei depresso e pessimista stai a casa noi vogliamo vincere e vinceremo

    • Luca non ho capito se sei ironico tu o se davvero non sei riuscito a capire che la mia era solo ironia nei confronti di tutti i commenti precedenti da parte degli scienziati del calcio, che criticano ancor prima che un allenatore inizi a lavorare..

  • Se avessimo tenuto Maragliulo, avreste detto che non sarebbe stato all'altezza e voluto Liverani a sostituirlo. Lo facciamo almeno cominciare? O è meglio bruciarlo subito con la speranza ed il piacere di dire: L'ho avevo detto. Una volta tanto pensiamo positivo e non accendiamo focolai di contestazione quando non ci sono i presupposti. Criticare lo sforzo economico della società è come criticare i regali di Babbo Natale. Sono d'accordo su Meluso che, a parte Di Piazza, ha portato solo zavorra e pensare che lavora solo due volte all'anno... rilassiamoci un momento. Ricordiamoci che nel tritacarne leccese son passati da Mazzone a Di Francesco, da Zeman a Cosmi. E' l'organico in campo che fa la squadra e siccome di Corvino non ce ne sono tanti, l'inefficienza è più del DS che dell'allenatore.

    • Il problema è che Liverani rappresenta una scelta di ripiego. A quanto pare, Stellone era la prima scelta ma a causa di un modulo di gioco diverso ed incomprensioni con il DS Meluso non ha accettato di venire a Lecce, mentre Cosmi e De Canio difficilmente avrebbero accettato la Lega Pro. Tra l'altro, Liverani nella sua breve carriera ha collezionato solo esoneri a parte la parentesi positiva a Terni dello scorso anno. Speriamo bene!

      • Speriamo bene... A titolo di cronaca ricordo che, nel 2011, Di Francesco in 13 partite collezionò 9 sconfitte e fu esonerato, benchè avesse un contratto biennale, oggi sappiamo quale importante panchina occupa. Non voglio paragonare nulla e nessuno, solo la speranza e l'augurio che, nella lotteria degli allenatori, la ruota giri anche per noi e che magari abbiamo imbroccato quello giusto.

        • Ho perso il conto del numero di allenatori cambiati dal Lecce negli ultimi 5-6 anni, da Lerda, passando per i vari Toma, Gustinetti, Moriero, Pagliari, Asta, Braglia, Rizzo e compagnia bella. Tra l'altro nessuno dei succitati allenatori è riuscito ad emergere una volta lasciato il Lecce, dimostrando la poca oculatezza della società nella scelta della conduzione tecnica. Quella di Di Francesco e prima ancora quella di Prandelli rappresentano delle piacevole eccezioni.

  • Evvai con il festival dell'ottimismo... L'ottimismo è il sale della vita, anzi ma cosa dico, è l'anima dei tifosi leccesi...

  • 4 3 1 2...se me li gioco è cchiû facile ca incu ieu ca lu Lecce promossu

  • Ha scoperto l'acqua calda, abbiamo già giocato la scorsa partita così. Era meglio lasciare Maragliulo

  • Era meglio tenere Maragliulo. Liverani sarà sicuramente sponsorizzato dal solito corvo che ha sempre fatto i suoi interessi e mai quegli della squadra e della città.

  • Vincere e vinceremo Gufi

  • quistu passa lu coventu....

  • Minchia che curriculum!!!!!!!!

  • Comunque per prendere a Liverani avrei tenuto a Maragliulo almeno ha qualche anno di esperienza in più

  • vediamo che succedfe

  • Si può giocare anche con il 5 5 5 o con il modulo a farfalla

    • Ahahahahah

    • Ahahahahah :-)

  • Ma quello nella foto è davvero Liverani oppure un sosia grasso dell'ex laziale? Credo che a Maragliulo sia stato chiesto di rimanere in zona, che ci potrebbe presto essere bisogno di lui.

  • Sicuramente una scommessa.... ma vedendo i trascorsi mi vengono i brividi ....meluso vattene...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • settimana

    Nuova irruzione in banca in pieno giorno: caccia ai rapinatori

  • Attualità

    Si urla al complotto per un photored, ma sulle regole poi ci si autoassolve

  • Cronaca

    Farmaci scaduti al “Vito Fazzi”, convalida del sequestro. Due indagati

I più letti della settimana

  • Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Giallo Martucci, rivelazioni delle sorelle. “L’assassino lo abbiamo tra le mani, andate a prenderlo”

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento