dal SALENTO al MONTENEGRO. Seguendo la stella polare

Dal 27 al 29 luglio la terza edizione della regata internazionale "Segui la stella polare", dal Salento al Montenegro, che salperà da San Foca in direzione di Bar, per concludersi a Herceg Novi

Dal 27 al 29 luglio si terrà la terza edizione della regata internazionale "Segui la stella polare", dal Salento al Montenegro, che salperà da San Foca in direzione di Bar, per concludersi a Herceg Novi. L'organizzazione è curata dall'associazione sportiva "Il Gabbiere", in collaborazione con la Lega navale di San Foca, il Circolo nautico di Melendugno, il Montenegrin Yachting Federation, lo Yacht Club Herceg Novi e l'Assonautica provinciale di Lecce.

La regata si innesta nel programma regionale di sviluppo degli scambi tra una sponda e l'altra dell'Adriatico. L'obiettivo degli organizzatori, spiegano in una nota, è quello di diffondere la cultura marinaresca del Salento presso la sua gente, specialmente i giovani e i suoi visitatori e consolidare, attraverso un importante evento sportivo, i rapporti di amicizia e collaborazione tra due paesi ricchi di storia, tradizioni e bellezze paesaggistiche, "uniti" dal mare: il Salento ed il Montenegro.

Giovedì 26 luglio, alle 19,30, si terrò l'inaugurazione ufficiale, presso il porto turistico di San Foca. Venerdì 27, quindi, la Partenza della regata dal nuovo Porto turistico di San Foca, mentre ricevimento e premiazione si svolgeranno a Bar la sera del 28 Luglio e Herceg Novi la sera del 29 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento