Rizzo lascia la panchina del suo Lecce: "Decisione sofferta ma irrevocabile"

Dopo la disfatta di Catania arriva l'annuncio del tecnico: ringrazia tutti e parla di motivazioni personali. A nulla è valsa la richiesta dei dirigenti di fare marcia indietro

Roberto Rizzo, secondo da sinistra, il giorno dell'annuncio della sua riconferma.

LECCE - Roberto Rizzo non è più l'allenatore del Lecce. Nel primo pomeriggio ha comunicato le sue irrevocabili dimissioni ai dirigenti che, presi alla sprovvista, stanno ora valutando il da farsi. La squadra si ritroverà domani pomeriggio per riprendere gli allenamenti in vista della sfida di sabato con il Rende al Via del Mare.

In una nota diffusa dal club il tecnico leccese ha motivato la sua scelta: “In queste ore ho maturato una decisione, che seppur sofferta, è irrevocabile, nonostante i vari inviti da parte della società a ripensarci. Ho deciso di rassegnare le dimissioni dalla guida tecnica della prima squadra, dettate esclusivamente da motivi personali. Al presidente Saverio Sticchi Damiani e alla società tutta rivolgo il mio ringraziamento per il supporto datomi in questi mesi, a tutta la squadra va un abbraccio sentito, augurando al Lecce le migliori fortune per la prosecuzione del campionato. Per ultimo, ma non per ordine di importanza, la mia riconoscenza verso i tifosi giallorossi, che non hanno mai mancato di far sentire il loro calore e attaccamento anche in questo mio ultimo periodo di lavoro”.

I contenuti della dichiarazione, naturalmente, non rispondono a tutti gli interrogativi: in queste settimane sono forse maturati dissapori con un pezzo di squadra? E le operazioni di mercato sono davvero quelle che il mister aveva richiesto? Se sul primo quesito si può solo congetturare in nome di quello spirito militaresco che disciplina il rapporto tra lo spogliatoio e il resto del mondo, sul secondo qualche considerazione si può fare. Nelle tre partite di campionato finora effettuate, un pareggio, una vittoria e una sconfitta, quella pesante di ieri a Catania, il Lecce non ha mai effettuato le cinque sostituzioni ora previste da regolamento: tre contro la Virtus Francavilla e coi rossoblu siciliani, due col Trapani. La panchina appare dunque "corta" soprattutto nella sua parte di under (i calciatori nati prima del 95' al massimo possono essere 14), al netto delle indisponibilità per problemi fisici o squalifiche (Pacilli, Costa Ferreira, Di Piazza, Marino).

Rizzo parla di motivi personali e sicuramente c'è un pezzo di verità: la pressione sin dal pareggio di Abruzzese allo scadere della prima partita è stata impressionante, amplificata da una eco mediatica e virtuale dove la spazzatura e la cattiveria trovano uguale diritto di cittadinanza di opinioni ragionevoli per quanto critiche possano essere. Bisogna avere la pelle dura per sopportare la gogna oltre a tutti i problemi connaturati al fatto stesso di allenare una squadra, peraltro della propria città, chiamata a vincere per diritto divino ed è legittimo che un signore come Roberto Rizzo abbia deciso di tirarsene fuori. In fondo questo può essere il più bel gesto d'amore che si possa fare nei confronti della propria squadra, che ti appartiene due volte perché ti porti sopra la responsabilità più grande e perché quei colori li hai nel sangue: un po' come quando lasci andare via qualcuno perché sai che, nonostante tu ce la metta tutta, non può funzionare. Il cuore non sempre basta.

Il commento: "Come farsi del male: effetti collaterali della gogna mediatica"

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (33)

  • Dalla "TANA DEI LUPI" a quella delle "MARMOTTE" ahahah che fine ingloriosa stiamo facendo ed ancora non è finita! Con una dirigenza societaria incompetente che si affida da tempo a collaboratori mercenari non poteva essere diversamente. Per prima cosa bisognerebbe chiedere i danni a Melluso per quanto denaro ha fatto sprecare nell'acquisto di giocatori suonati e tecnici fuori mercato esonerati ma che abbiamo ancora a libro paga. Come poteva il buon Rizzo sopportare ancora l'ambiente societario non certo quello dei tifosi che lo hanno sempre rispettato. C'è un limite a tutto. Grazie a scelte societarie sciagurate rimarremo ancora per anni in serie C a fare la Cenerentola.

  • L'allenatore da persona intelligente ha capito che era meglio dare le dimissioni, visto il clima che si sta prendendo intorno alla squadra. Le colpe è molte sono da ricercarsi nella Dirigenza nel non avere capito, come subito la disfatta con l'alessandria, si doveva prendere un allenatore di prestigio, e non viceversa nascondersi dietro la "salentinità" prendendo un signore, ma che veniva a costare molto, molto poco.

  • di male in peggio....l'unico che non aveva colpe o se le aveva erano molto relative...buttato in pasto ai tifosi per alleggerire la pressione su calciatori che sono sei anni che umiliano la gloriosa maglia giallorossa. tifosi che, come pochissimi altri, sono sei anni che sopportano ( senza alcuna responsabilità;) serie c giornalisti contro....etc etc... sta società oltre alla passione per i colori ( perché sono leccesi...)ha pochissimo altro, certo non la competenza o l'esperienza o i denari o le strutture....il vial del mare ormai sembra uno stadio albanese dopo un terremoto...e gli anni bui continuano....

  • il problema non e ne l allenatore,ne i giocatori,ne il presidente,la verita e che un vero ultra lecce o tifoso serio,dopo 5anni di serie c..non si fida di niente...si puo pensare il tifoso che i risultati siano conbinati prima dell inizio della gara o oramai stanchi delle belle parole di vari presidenti avuti o calciatori di questi 5 anni,secondo me non si hanno le forze sia di squadra che economiche per andare in b,aime...spero di sbagliarmi..ma se si fa come squadre tipo il foggia che domina in serie c e poi inteliggenti a non rafforzarsi e meglio evitare di salire in b..che prendere 5 gol a partita.

  • Leggendo qua e la sui vari giornali on line, noto che critiche e autocritiche si stanno accavallando in maniera esponenziale. Per il bene della squadra e quindi di tutti i tifosi, darsi una calmata e riacquistare obiettività, può solo darci dei vantaggi. Lasciamo lavorare la dirigenza in tranquillità, anche perchè hanno poco tempo a disposizione. Con il prossimo allenatore, dopo tempi ragionevoli,se la musica non cambia vuol dire che per giocatori abbiamo dei brocchi super valutati che ci hanno fatto illudere. Mi ripeto, più che di Rizzo mi sarei aspettato le dimissioni di Meluso che è riuscito a farci iniziare un campionato con una panchina cortissima,

  • non ha lasciato per 4 dementi su facebook questo è sicuro. Vi date davvero troppa importanza. In bocca al lupo Mister, sei un Signore.

    • Grande cesare , finalmente la verità

  • Tifosaglia da 4 soldi, siete contenti? Ora avanti un altro, chiunque sarà, lo attende il Golgota del Salento, tutti con i sassi in mano: quello che ha visto il calcio solo in TV, l'altro classico leone da tastiera frustrato, l'altro ancora che ha giocato due campionati di terza e si mette a parlare di moduli, ecc. ecc.. Il primo problema del Lecce è Lecce e suoi tifosi "dal palato fine" che si mettono a fischiare al trentesimo della seconda giornata. Siamo arrivati al punto che alcuni procuratori sconsigliano Lecce. Questa è la Società e fa il possibile, se i "tifosi" remassero a favore invece di remare contro, FORSE potremmo provarci ad andare in B. Arrivederci a tutti, a Gennaio, per il nuovo esonero..

    • stia tranquillo che non ha lasciato per 4 idioti su facebook. motivi personali o al massim o disaccordo con società o spaccature nello spogliatoio, ma non esiste che abbia lasciato per 4 idioti che seguono la vita da dietro FB. stia tranquillo su questo.

    • tifosaglia da 4 soldi??? e perchè??? se si osano criticare, in maniera civile e sportiva, alcuni lati negativi che risaltano evidenti si è out??? criticare la conferma di un caturano nullo da gennaio si può o no??? si può criticare la scelta di trattenere un peso come arrigoni e non provare con ledesma si puo' fare??? la scelta di regalare un uomo in più agli avversari ogni partita con lepore si può essere più o meno d'accordo......oppure il lecce ai leccesi non consente critiche????

      • Ricordo sempre un episodio in tribuna est che mi fa sempre sorridere: partita senza Barbas assente per infortunio, calcio d'inizio, prima azione, palla persa, pallone recuperato che però finisce in fallo laterale, tempo trascorso circa mezzo minuto. A 3 metri da me, uno, ad alta voce, fa "se ite ca manca Barbas!!".. Ecco, siamo allo stesso livello, mi chiedo come si fa a criticare praticamente TUTTO alla terza giornata, con nessuna delle "favorite" che ha fatto meglio di noi... La verità è che non se ne può più di saccenti a sproposito e di gufi armati di tastiera. E poi, spiegatemi una ragione valida, per la quale Lecce non può fare la Lega Pro ed altre decine di capoluoghi di provincia si, senza farne un problema di sopravvivenza. Continuiamo così e vedrete che sempre più giocatori ed allenatori non vorranno mettere piede a Lecce. Giustamente..

      • Quale sarebbe la maniera civile? Nu capisce nienti; vai a cogghiere fichidindia,ci ta chiamato ,ecc ecc . Questi i meno volgari, poi un altra restata che non oso nominare , dal primo momento ha attaccato il mr, sponsorizzando sempre la stessa cosmi, questo la dice lunga su come siamo a lecce, tra l'altro chi non avrebbe voluto cosmi? Resta il fatto che i matrimoni si fanno in due, e ci vogliono anche tanti soldi ,dando per scontato che ne abbiamo da buttare. Rizzo un signore tutta la vita.

        • @ Franky, Mi sembra che Mr Padalino fu insultato molto più pesantemente e non mi risulta che tu ti sia mai prodigato nel difenderne la sua dignità di uomo e professionista. Nella vita bisognerebbe innanzitutto essere coerenti ed obiettivi.

  • Come già detto più volte, in precedenti commenti, Rizzo era e rimane una persona corretta e responsabile e non ci sono dubbi. Ora non cambiamo opinione tutta una volta, restiamo a contatto con la realtà, le offese sono da biasimare duramente, i commenti su quanto visto in queste prime tre gare sono altra cosa. Roberto Rizzo e a questo punto debbo dire, per troppa onestà, nelle varie interviste ha giocato contro se stesso, mettendo in piazza i suoi limiti. Purtroppo sei anni di permanenza in questa categoria hanno esasperato migliaia di tifosi e ognuno cerca di dare una propria visione molte volte per sfogo. Per conto mio avrei visto giuste le dimissioni di Meluso, che ha dimostrato in due anni di non avere gli agganci giusti e l'occhio allenato. Per quanto riguarda la dirigenza, teniamocela cara se non vogliamo che il calcio sparisca da Lecce, trovare investitori in questa categoria è quasi impossibile. Ora è il momento di trovare con urgenza un allenatore navigato in questa categoria e principalmente che sappia tenere lo spogliatoio senza fare sconti a nessuno. Ritornando a Rizzo, non penso che le sue dimissioni siano state determinate da qualche critica, ogni allenatore le mette in preventivo, quando si è personaggi pubblici rappresentano la normalità. Molto probabilmente, l'uomo Rizzo è prevalso sull'uomo tecnico, avendo la meglio per una sincera sensibilità. Francamente con questa decisione mi ha spiazzato e la mia ammirazione per l'uomo si è decuplicata. Questo è vero amore per i colori.

  • Ciancio.... Caturano.... e poi ragazzi validi prodotti del vivaio vedi Persano, Monaco, etc ceduti a 4 soldi o peggio ancora A. Morello e altri lasciati liberi senza contratto.... in società hanno capito tutto....

  • Rizzo aveva dimostrato già lo scorso anno di essere inadeguato inanellando una serie di pareggini stentati. La nuova stagione era nata sotto il segno della precedente e solo le prodezze di Di Piazza erano riuscite a mascherare il non-gioco e la mancanza di carattere e di mentalità vincente della squadra allenata da Rizzo. Come ho sempre sostenuto, Rizzo è una brava persona ma come allenatore non ha mai dimostrato nulla di buono se non quella lontana parentesi con la squadra Primavera. Per quanto riguardo le offese pesanti di cui parlano alcuni commentatori, io su questa pagina web non ne ho lette.

  • Caro Rizzo, onore alla tua scelta. Forse sarebbe stata più opportuna a metà Agosto quando dicevi che la squadra era al completo....ben sapendo che questa società fatta di chiacchiere e buoni propositi aveva rattaccato qua e là qualche giocatore inutile alla causa delle carenze croniche di questo Lecce: costruzione di gioco, fasce laterali e difesa. L'affare Caturano, tanto per parlare di chiacchiere, è stato fatto passare trionfalisticamente come un colpo di mercato....uno che non segna manco a porta vuota!

  • Io in questo momento sono libero se la società vuole vengo ad allenare io

  • Non ha colpe Rizzo, è tutta la dirigenza del Lecce che dovrebbe andare a casa benché affetta da incompetenza cronica in materia di calcio. Che non me ne vogliano i cavalli, si dessero all'ippica.

  • Roberto Rizzo ha dimostrato di essere intelligente. Sarebbe stato massacrato con qualsiasi risultato

  • Ha dimostrato di essere un uomo con tanto di attributi , rinunciando a soldi, cari miei uappi da tastiera. Un altro signore tale padalino ,ancora lo paghiamo circa 90000 euro , lo sapete? Allora prima di parlare abbiate rispetto di una persona che darebbe il cuore per questa squadra, anche a molti meno soldi. Onore a te Robertino grande amico e grande uomo , non ti curare delle cattiverie gratuite di qualche pseudo tifoso,trattasi di poche persone villane ,non di tutto il popolo giallorosso per nostra fortuna. Il mio augurio Robertino che stia bene con te stesso, e fottitene di quello che dicono, se dovessi ripensarci ,sarai il benvenuto, anzi il bentornato.

  • E' bastata una sconfitta per far scatenare offese gratuite a Rizzo.......eppure era stato voluto a gran voce dalla tifoseria.......calcio malato

    • preciso, qui di malato c'è solo una cittadinanza fatta per la maggiore da ignoranti e arroganti provinciali.

  • Grazie Rizzo. Ha sbagliato la società a sceglierti.

  • Persona seria Rizzo da non paragonare a quella faccia tosta di Melluso!

  • ma come? ad inizio di agosto eravamo gia' in serie B a dicembre...........squadra e societa' ridicoli e noi tifosi illusi la realta' come sempre al 99% e' piu' realista del re, siamo scarsi

  • Meno male ca se na sciutu...ma pote scire cu cogghie ficatindie ...ci sape cce suntu...

    • Le ficatindie essendo di san cesario sa cosa sono! Tu puoi andare ai pomodori in italiano, che sai che sono sicuramente.

  • Rizzo un signore come pochi ce ne sono, non come i tanti leoni da tastiera che sono sempre lì a giudicare tutto e tutti...Rizzo può anche aver sbagliato formazioni, ma offendere l'uomo come è stato fatto è da codardi...a Lecce sono tutti allenatori, giocatori, giustizieri della notte, perbenisti, moralisti e forse quando in passato ci ngiuravano sona campane avevano ragione...

    • Concordo in tutto ,bravo joker

    • Sottoscrivo ogni parola. L'offesa sul web è il nuovo sport mondiale. Ha superato il calcio stesso.

  • Messaggio per l'U.S. Lecce: solo un allenatore può portarci in Serie B. Si chiama FABIO BRINI. Se davvero avete l'intenzione di salire è lui che dovete ingaggiare!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Brucia e crolla capannone della ditta edile. Si temono danni per la salute

  • Cronaca

    Inchiesta “Favori&Giustizia”, il caso piscina abusiva resta aperto

  • Politica

    Elezioni comunali: il candidato del M5S a Lecce è un medico di 56 anni

  • Cronaca

    Bimbo di 5 anni picchiato e denutrito, a processo madre e convivente

I più letti della settimana

  • Uno in auto con patente revocata, l'altro con cocaina, un terzo con una prostituta

  • Sangue sulla statale: un'auto prende fuoco, nell’altra muore 58enne

  • Violento incidente sulla strada statale 101: in otto in ospedale

  • Brucia e crolla capannone della ditta edile. Si temono danni per la salute

  • Donna muore, ladro in casa durante il suo funerale. Ma viene incastrato

  • Sesso con il pm per avere vantaggi, l'avvocatessa nega le accuse davanti ai magistrati

Torna su
LeccePrima è in caricamento