Falco strizza l'occhio alla serie A: "Me la voglio godere con la maglia del Lecce"

L'estroso attaccante, che aveva già militato nella massima categoria con il Bologna, si sente più maturo e completo. E su Lapadula: "Ha grandi qualità"

Falco nell'ultima gara della scorsa stagione, contro lo Spezia.

SANTA CRISTINA (BOLZANO) - Nel secondo giorno di lavoro nel ritiro di Santa Cristina Valgardena tocca a Filippo Falco, per il tramite dell'ufficio stampa del Lecce, trasmettere le sensazioni che si respirano nella truppa giallorossa che sarà impegnata in Trentino Alto Adige fino al 28 luglio.

Il primo pensiero è per l'ultimo arrivato in casa Lecce, l'attaccante Gianluca Lapadula: “Si vede che ha qualità importanti, è  un giocatore forte che ci potrà dare una grandissima mano a raggiungere un obiettivo difficile. Oltre le sue doti calcistiche in questi giorni ho potuto apprezzare il lato umano e Gianluca è un bravissimo ragazzo".

Da punto di vista personale, il talentuoso calciatore originario di Pulsano, punta a migliorare il suo rendimento rispetto alla precedente avventura nella massima serie (stagione 2015/16, nove presenze): "Dopo quattro anni dall’esperienza di Bologna ritrovo la Serie A. Ora Falco è sicuramente un giocatore che è cresciuto, con maggiore esperienza, più maturo e con un bagaglio maggiore. Mi voglio godere fino in fondo questa possibilità con la maglia del Lecce, società nella quale sono cresciuto fin da piccolo".

Falco si è detto convinto che la ricetta per fare ancora bene sia quella già sperimentata in serie B che passa da un calcio propositivo: "Questo modo di giocare rispecchia quelle che sono le idee di mister Liverani e questa filosofia deve rimanere anche in Serie A. Sicuramente da parte nostra ci vorrà più intensità, qualità e attenzione". La conclusione è dedicata al popolo giallorosso che sta dimostrando la sua voglia di godersi il palcoscenico più importante con una sontuosa campagna abbonamenti: "Per i nostri tifosi è una bella rivincita quella di essere tornati nella massima serie dopo anni di sofferenze. Noi siamo stati bravi a regalare questo sogno e loro stanno rispondendo alla grande. Se questi sono i numeri vuol dire che abbiamo fatto qualcosa di importante”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento