Granfondo Elia Aggiano: ottimo esordio stagionale per i "Lupi del Salento"

La squadra ciclistica amatoriale ha ottenuto il 12esimo posto con Andrea Delli Noci. Grande rimonta di Gallo e Maritati

LECCE - Ottimo esordio stagionale per i “Lupi del Salento”, la squadra ciclistica amatoriale che ha partecipato alla seconda edizione della StraSalento Granfondo Elia Aggiano (ex ciclista professionista originario di Brindisi). La gara, con partenza e arriva a Torre dell’Orso, su una lunghezza di 115 chilometri e oltre 600 metri di salite, ha condotto i ciclisti lungo la costa adriatica, toccando alcuni dei punti più belli del Salento, come il tratto che da Otranto conduce, attraverso la Palascìa (il finis terrae, punto più a oriente d’Italia), a Porto Badisco, e poi su verso la celebre salita della Fraula, al termine della quale gli atleti in gara hanno svoltato in direzione di Cerfignano. Giunti a Marina di Andrano, giro di boa della corsa, i ciclisti hanno iniziato la seconda parte della gara, ripercorrendo in gran parte la litoranea, prima di svoltare, alla rotonda che conduce a Sant’Andrea, in direzione Borgagne, Melendugno e l’arrivo a poche centinaia di metri dell’antica torre di avvistamento.

Tra i “Lupi”, che hanno sfoggiato le splendide divise nere bordate di giallo e rosso con un lupo stilizzato, grande prova dell’avvocato Andrea Delli Noci. Il 41enne leccese si è classificato 12esimo assoluto su oltre 400 partecipanti. Seconda posizione di squadra per un altro avvocato, Salvatore Corrado (157esimo), dinanzi ai giudici Alcide Maritati e Giovanni Gallo, coinvolto purtroppo in una caduta su una rotonda all'ingresso di Otranto nel percorso di ritorno. Gallo, che ha fortunatamente riportato solo alcune escoriazioni, non si è perso d’animo e, recuperata la bici, ha ripreso la corsa, grazie anche all’aiuto del compagno di squadra Maritati e di un altro ciclista, l’avvocato Marcello Tamburini (delIMG-20170409-WA0028-2 Foro di Brindisi). Il terzetto, ormai staccato dal gruppo, ha provato una difficile rimonta, dovendo anche fare i conti per circa 40 chilometri con il forte vento contrario di tramontana. Nonostante la caduta e il distacco dal gruppo formato da circa settanta atleti (costati una cinquantina di posizioni), Maritati e Gallo hanno dato fondo a tutte le energie, chiudendo la gara rispettivamente al 195esimo e 196esimo posto, a una media di otre 36 chilometri orari. Davvero una bella prova sugellata da alcuni fattori fondamentali nello sport e nella vita: l’amicizia, lo spirito di squadra, la voglia di non mollare mai e di onorare la maglia e la gara.

A completare la grande giornata dei “Lupi del Salento” i piazzamenti degli avvocati Enrico Cimmino (268esimo) e Alessandro Torsello (presidente della squadra, 272esimo). Un buon test in vista del XXXIII Campionato italiano Forense. La manifestazione, organizzata dall’Aimanc (Associazione italiana magistrati avvocati notai ciclisti), si svolgerà a Castiglione della Pescaia (Grosseto) dall’1 al 4 giugno. Manifestazione in cui i “Lupi” dovranno difendere i risultati e i successi ottenuti a Carvico (in provincia di Bergamo) nell’edizione 2016.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento