Il ministero ha detto no: si gioca a porte chiuse

Il "Via del Mare" è out. Non a norma. Fuori dai canoni del decreto Pisanu. Sarà aperto domani solo per pochi eletti. Gli staff delle due squadre, la stampa, gli operatori televisivi. Le grida e i richiami dei calciatori rimbalzeranno sul cemento nudo e crudo, diventando un'eco sorda. Si vivrà in un'atmosfera surreale.

S'era paventata, per la verità, un'ipotesi remotissima, ovvero che in via del tutto eccezionale le porte potessere essere spalancate solo agli abbonati. E questo dopo un sopralluogo effettuato nel pomeriggio dalla commissione vigilanza, che ha poi passato la palla - è il caso di dire - all'osservatorio del Viminale. Ma dal ministero l'assist di ritorno: niente da fare, il Via del Mare resta chiuso a tutti come la maggioranza degli stadi italiani.

Eppure i tornelli di ingresso allo stadio sono quasi pronti. Ma l'area di pre-filtraggio antistante il muro perimetrale necessita di uno sforzo economico ingente e di tempi di realizzazione sono piuttosto lunghi. Unione sportiva Lecce e Comune, proprietario dell'impianto, stanno cercando un accordo per avviare i lavori al più presto.

Ma tant'è: in occasione di Lecce-Hellas Verona (squadra allenata dall'ex Giampiero Ventura) gli spalti saranno vuoti, desolati. E sì che il feeling fra tifosi e giocatori, quest'anno, non è mai stato altissimo e lo stadio stesso mai preso d'assedio. Specie dopo la parabola discendente di Zeman. Ma, per un paradosso amaro, il caso-Catania, con tutti i noti strascichi, è esploso proprio in vista della prova del nove, per i giallorossi. C'era tanta curiosità di vedere all'opera, dal vivo, i nuovi: il "terzetto trevigiano" composto da Cottafava, Giuliatto e Vascak, le percussioni sulla fascia di Zanchetta, il palermitano Munari, il brasiliano Tesser.

Soprattutto, i tifosi vogliono capire come s'è integrato il gruppo diretto da Papadopulo, come gli ultimi acquisti del mercato di riparazione si siano uniti a chi per primo è venuto a Lecce per dare una scossa (Pavarini e Tiribocchi) ed ai giocatori presenti fin dalle giornate iniziali.

La curiosità si potrà appagare davanti agli schermi della televisione, certo. Ma non sarà la stessa cosa. Mai come in questo momento la squadra ha bisogno del sostegno dei suoi tifosi.

Per la cronaca: nella lista dei convocati mancano Angelo, Vives, Schiavi, Petrachi e Triario. L'incontro sarà arbitrato da Christian Zanzi, di Lugo di Romagna. Ed il recupero della prima giornata di ritorno, in casa dell'Albinoleffe, si disputerà il prossimo 17 aprile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento