L'orgoglio di Cosenza: "Siamo tornati nel vero calcio e abbiamo grande voglia"

Il centrale difensivo analizza la grande sfida che attende la compagine giallorossa, tornata sul palcoscenico della serie cadetta

LECCE – Parola di guerriero. “A mio modo di vedere questa promozione in serie B è stato il giusto premio per aver accettato tre anni fa una piazza importante come Lecce. Lasciando Vercelli ho lasciato la serie cadetta e ora dopo tre anni di sofferenze tutti assieme siamo riusciti a riportare Lecce ed il Lecce in una categoria più consona alla sua realtà. Siamo ritornati nel vero calcio ed abbiamo una grande voglia”. Arrivato nel club salentino dalla Pro Vercelli nell’estate del 2016, Francesco Cosenza è uno dei leader della formazione giallorossa, con oltre 100 presenze già all’attivo. Amatissimo dai tifosi, il centrale difensivo ha guidato la retroguardia leccese verso la promozione nella serie cadetta, vestendo anche la fascia da capitano.

“Tra Lega Pro e serie B cresce il livello in generale – spiega Cosenza –. Avremo a che fare con attaccanti con maggiore fisicità e qualità. Se per esempio lo scorso anno concedevi agli avversari tre palle gol ne facevano uno, mentre ora su tre occasioni ne concretizzeranno due. Sicuramente, però, anche il livello dei difensori è maggiore, la serie B in generale è superiore”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pochi dubbi sul prossimo assetto tattico: “Come ha avuto modo di dire il mister anche quest’anno avremo una linea difensiva a quattro. Poi, magari, come successo anche in passato, se ci saranno delle situazioni particolari in cui potremo anche giocare a cinque. In questi giorni di ritiro stiamo lavorando molto sulla difesa a quattro. Il nostro obiettivo comune era quello di far ritornare il Lecce in serie B, ora ognuno di noi ambisce a confermarsi e migliorarsi. Ogni calciatore deve ambire sempre a qualcosa in più, andando per gradi.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento