Lecce, altri due colpi di mercato: nel Salento arrivano Perucchini e Marconi

Ritorno in maglia giallorosa per il portiere cresciuto nelle giovanili del Milan. La società lavora anche al mercato in uscita

LECCE – Altri due colpi di mercato per il Lecce. E’ praticamente fatta, manca solo l’ufficialità, per un nuovo ritorno in maglia giallorossa del portiere Filippo Perucchini, 26 anni, proveniente dal Benevento. Per il gigante cresciuto nelle giovanili del Milan, con due grandi maestri come Wiliam Vecchi e Valerio Fiori, una nuova avventura in giallorosso dopo le 27 presenze collezionate nella scorsa stagione. Michele Marconi è l'ultimo innesto nella rosa guidata da mister Padalino. L'attaccante, classe 1989, arriva dall’Alessandria, dove ha disputato la prima parte di stagione, collezionando 12 presenze e una rete in Lega Pro.

Si tratta di due innesti importanti, dopo gli arrivi di Costa Ferreira e Agostinone, che consentono al Lecce di centrare tutti gli obiettivi di mercato e lanciare la volata finale nel girone di ritorno.

La società giallorossa è molto attiva anche nel mercato in uscita: per il difensore Gianluca Freddi in corsa Teramo, Mantova e Siena. Per Sergio Contessa, invece, Ternana in pole position, con Fondi e Reggiana pronte ad accaparrarsi il difensore. Interesse di Mantova e Monopoli per il francese Kévin Vinetot, con i pugliesi in trattativa anche per il giovane attaccante salentino Mattia Persano, che piace al Siracusa. Il ritorno di Perucchini potrebbe portare alla cessione del portiere senegalese Lys Gomis.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento