Bomber La Mantia decide il derby: il Lecce vince 1 a 0 contro il Foggia

L'attaccante, nella ripresa, sigla l'undicesimo centro stagionale. Dopo un primo tempo molto tattico, i giallorossi trovano la chiave di volta e poi proteggono il risultato

La Mantia realizza il gol della vittoria.

LECCE - Con un gol dell'indomito La Mantia il Lecce supera il Foggia al termine di un derby molto tattico e anche insidioso: seppur con molte assenze, i satanelli di Padalino hanno presidiato il campo con accortezza e compattezza, senza nemmeno risparmiare colpi duri agli avversari. Pochi i tiri in porta, dunque, ma per i giallorossi una discreta superiorità in fase di palleggio e una condizione atletica che, soprattutto nella seconda parte, è sembrata netta.

Con i tre punti conquistati oggi il Lecce sale a quota 44, quarto insieme al Pescara e a cinque punti dalla capolista Brescia, vittorioso a Cosenza al quartio minuto di recupero. Da segnalare la bella iniziativa del club salentino che, in occasione dei 111 anni della sua fondazione (15 marzo 1908), ha fatto indossare alla squadra una divisa da gioco uguale a quella della formazione che nella stagione 1975/76 conquistò la serie B. Era il Lecce di mister Mimmo Renna: prima del fischio d'inizio il vice presidente Liguori ha consegnato la maglia celebrativa a Luca, figlio del tecnico leccese di recente scomparso e agli ex calciatori Ruggero Cannito e Fortunato Loddi.

Primo tempo

Ai nastri di partenza del derby col Foggia, il Lecce si presenta con l’undici più accreditato alla vigilia. La linea mediana è composta da Petriccione, Tachtsidis e Majer, Liverani opta per l’esperienza e la padronanza tattica.

All’8’ il primo tiro del Lecce, con Falco, servito da Majer bravo a rubare palla sulla trequarti. Al 13’ comoda la presa di Leali su colpo di testa di La Mantia. Per dare uno scossone alla gara, giocata su ritmi compassati, Tacthsidis ci prova al 32’ dalla distanza, ma la sua conclusione è fuori misura. Falco si inventa un dribbling di cineteca, converge verso il centro dell’area, tira e trova l’opposizione di un avversario. Nel minuto di recupero, Agnelli, sugli sviluppi di un corner, calcia ben oltre la traversa.

Secondo tempo

Al primo minuto della ripresa bel tiro di Petriccione da fuori area, Leali si distende e para in tuffo. Al 49’ Majer incespisca sul pallone, vanificando un possesso in velocità e in superiorità numerica. Il risultato si sblocca al 59’: cross di Petriccione e La Mantia, in mezzo ai due centrali del Foggia, ha il tempo di prendere la mira e piazzare di testa sul secondo palo.

Padalino inserisce Chiaretti per Greco. Gran intervento difensivo di Tachtsidis al 65’: il greco rimedia a un primo anticipo mancato, mettendosi davanti a Mazzeo, pronto a battere a rete al termine di una triangolazione con Iemmello. Secondo cambio per il Foggia: Cicerelli rileva Ngawa, Padalino cerca una propensione più offensiva.

Falco sbaglia la conclusione al 72’: posizionato sul secondo palo, intercetta un cross di Mancosu, ma colpisce male. Per il quarto d’ora finale entra Tabanelli al posto di Majer. Falco ci prova al 78’ su palla vagante, la sua conclusione viene deviata in calcio d’angolo. Arrigoni per Tachtsidis a dieci dal termine.

L’ultima carta di Padalino è Matarese che entra per Agnelli. Al minuto 86 un errore di Tabanelli in fase offensiva costa il giallo a Lucioni, costretto a un fallo plateale per fermare la ripartenza del Foggia. Al 90' rosso diretto per Busellato, per proteste. Dopo quattro minuti di recupero, l'arbitro Nasca decreta la fine delle ostilità.

Il tabellino di Lecce-Foggia 2 a 1

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (80’ Arrigoni), Majer (74’ Tabanelli); Mancosu; Falco, La Mantia. A disposizione: Bleve, Milli, Riccardi, Cosenza, Tumminello, Haye, Marino, Saraniti, Felici, Pierno. Allenatore: Liverani

FOGGIA (4-4-2): Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Ngawa (67’ Cicirelli), Agnelli (84’ Matarese), Greco (63’ Chiaretti), Busellato, Kragl; Iemmello, Mazzeo. A disposizione: Noppert, Tonucci, Zambelli, Marcucci, Boldor. Allenatore: Padalino

Ammoniti: 24’ Ranieri, 31’ Loiacono, 39’ Busellato, 63’ Calderoni, 86’ Lucioni, 90+ 2 Kragl

Espulsi: 90' Busellato

Marcatori:  59’ La Mantia

Arbitro: Nasca di Bari; assistenti: Bresmes di Bergamo, Muto di Torre Annunziata; quarto ufficiale: Massimi di Termoli

Spettatori 11680 di cui 4686 paganti e 6994 abbonati

La 28esima giornata

Risultati: Perugia-Verona 1 a 2; Lecce-Foggia 1 a 0; Cosenza-Brescia 2 a 3; Cittadella-Pescara 4 a 1; Spezia-Padova 0 a 2; Cremonese-Benevento (domenica); Ascoli-Livorno (domenica); Salernitana-Crotone (domenica); Venezia-Palermo (lunedì)

Classifica: Brescia 49; Palermo e Verona 45; Lecce e Pescara 44; Benevento 43; Cittadella 39; Perugia 38; Spezia 37; Salernitana 34; Cosenza 33; Ascoli 30; Cremonese 27; Livorno, Venezia e Foggia 26; Crotone e Padova 23; Carpi 22

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • ora sarà fondamentale andare in massa a Crotone ( trasferta comoda, vicina e abbordabile) serve andare in tanti e serve vincere, perché poi ne avremo tre consecutive in casa e battendo l'ascoli al via del mare sabato 23 marzo si potrà balzare la secondo posto ( probabilmente da soli)forza ragazzi, é ora di dare il meglio di se ( mi riferisco a tutte le componenti)

  • Finalmente una gara senza prendere gol. Se ci riusciamo più spesso nelle prossime partite abbiamo ottime possibilità di arrivare tra i primi tre. Ora la cosa più importante è lottare su ogni pallone fino all’ultimo minuto dell’ultima gara. Siamo una bella squadra e possiamo farcela. Avanti Lecce!!!

  • È vero Filippo il Foggia di ieri era veramente poco cosa, zero tiri in porta. In quanto a noi, a mio modo di vedere, abbiamo interpretato bene la partita, concedendo praticamente nulla all'avversario. Teniamo duro e andiamo avanti partita dopo partita. cercando di capitalizzare al massimo soprattutto le partite interne. Bravi tutti

  • Padalino i primi 5 minuti " fateli correre"risultato ? Foggia stremato :-)))

  • elogio La Mantia che si sta rivelando un vero fuoriclasse, Mayer che stupisce partita dopo partita, Petriccione assist da lode. Venuti ottimo in difesa ma quando spinge non crossa e se crossa sbaglia tutto. Falco non si discute ma a mio avviso a un tiro troppo debole. forza Lecce e spacchiamo a Crotone.

  • comincia a sentirsi il minutaggio nelle gambe. grandi ragazzi resistete

  • Mi sembra che l’ultima vittoria col Foggia in campionato si perda nella notte dei tempi. Evidentemente dobbiamo dare 300 per ottenere 60. Osservo la fortuna del Brescia che nel recupero del recupero ha trovato finora almeno 6 punti. Tanta , troppa fortuna per gli altri e tanto sacrificio per noi. Avanti così e speriamo che ci sia quella scintilla che metta tutto a posto tutto e ristabilisca i giusti meriti. E soprattutto..... bravi ragazzi e forza Lecce!!!

  • e' andata bene pero' santo dio liverani quando giochi contro chi e' piu' scarso di te non puoi avere paura soprattutto in casa queste sono partite che gia' nel primo tempo devono finire 3-0 altrimenti quando arriveranno quelle piu' toste he facciamo le barricate delle 5 giornate di milano?

    • Potrebbe lasciare il suo numero a mister Liverani,sarebbe ben felice di avere qualche suo consiglio.

      • non scherziamo su ste cose ho giocato a calcio in categorie minori e gioco tutt'ora ma quello che piu' importa vedo le partite e vedo i giocatori con la gamba corta che tremano a fare un passo avanti e che preferiscono farne due indietro per paura questa' e' mentalita' mediocre cosa ha da perdere oggi il lecce ….niente e pure a volte sembra che giochi per il pareggio o se e' in vantaggio cerca di mantenerlo al contrario vedo squadre alcune molto inferiori alla rosa del lecce (ricordiamolo altrimenti sembra che stai giocando con chi ha vinto la lega pro invece non e' cosi';) che giocano dal 1' al 90° sempre in attacco cittadella? brescia? pescara? palermo? o vedo male io……..poi in italia siamo tutti ct e siccome io non rischio niente se non bestemmiare quando vedo le pecorelle in campo lasciamo che il tempo faccia il suuo corso e vediamo che succede (sperando che poi alla fine agari x mezzo punto qualcuno non deve fare mea culpa di quello che poteva essere e non e' stato)

  • Bravissimi ragazzi un plauso a tutta la squadra

  • Le sei partite che rimangono da giocare in casa avranno le caratteristiche della gara odierna.Pertanto squadre chiuse e contropiede. Oggi non tutti e undici hanno giocato allo stesso livello e secondo me il piu' sacrificato dalla posizione e' Mancosu che non riesce piu' a partire da dietro

Notizie di oggi

  • settimana

    Truffe ad Inps anche coi bonus "Renzi": indagati due professionisti

  • Cronaca

    Razzia di notte a Sant'Isidoro: banda di ladri "visita" quindici villette estive

  • Attualità

    Plastica, pesticidi e antenne: le lotte future spiegate da un europarlamentare

  • Cronaca

    Abusi sulla figlia di otto anni: condannato a sette anni e mezzo il padre

I più letti della settimana

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Va a prendere il figlio maggiore e scopre che l'altro è chiuso nello scuolabus

  • Strada 275, colpo di sonno e finisce contro un furgone: in tre in ospedale

  • “Appena esco ci ritorno”. Ladro mantiene la promessa, di nuovo arrestato

  • Misterioso rogo nel negozio di attrezzature per party: fiamme devastano il locale

  • Pauroso incidente: travolto da un'auto mentre attraversa, in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento