Lecce, ancora una prestazione super: vince col Pescara ed è secondo

Con gol di La Mantia e Mancosu nel primo tempo, la squadra di mister Liverani conquista la vittoria che significa il sorpasso al Palermo. Espulso Marras al minuto 79

Il gol di La Mantia.

LECCE - Il Lecce vince per 2 a 0 contro il Pescara e conquista la seconda posizione in classifica, superando il Palermo ma con una gara in più disputata e mantenendo invariata la distanza dal Brescia capolista, avanti di due lunghezze.

Ancora a segno La Mantia e Mancosu. Meritata la vittoria dei padroni di casa che hanno giocato un calcio a tratti trascinante, contenendo gli avversari anche nel miglior momento della squadra di Pillon. Per Vigorito una sola vera parata impegnativa. Rimasti in 10 dal 79' i pescaresi hanno rischiato di subire la terza marcatura, con il pubblico del Via del Mare in estasi per un'altra prestazione di livello dei ragazzi di Liverani.

Primo tempo

Liverani conferma l'undici che ha asfaltato l'Ascoli. Al 3’ minuto proteste vibranti del Lecce: sugli sviluppi di un calcio d’angolo c'è un tocco con il braccio di Crecco, ma Ros è coperto da una selva di calciatori e l’assistente di linea non lo aiuta. Al 13’ il Lecce, partito con grande intensità, passa in vantaggio: cross di Falco, Venuti corregge di testa sul secondo palo dove è appostato La Mantia che, di destro, gira in porta per la sua tredicesima marcatura stagionale.

Gli ospiti cambiano passo e avanzano nella metà campo dei padroni di casa. Brugman, da buona posizione, calcia fuori una punizione al minuto 29. I salentini puntano a contenere in questa fase di gara, ma il secondo gol non tarda ad arrivare: al 37’ Mancosu intercetta al limite dell'area una respinta su cross di Falco, avanza e calcia a rete, superando Fiorillo. Al 43’ ci prova Falco, autore di un'altra prestazione maiuscola, ma il suo tiro, maturato dopo uno scambio con Mancosu, non è abbastanza potente. Al 45’ l'unica vera parata di Vigorito, su colpo di testa ravvicinato di Scognamiglio.

Secondo tempo

Mister Pillon inserisce Bellini, un attaccante molto fisico, per Bruno, un centrocampista e disegna una sorta di 5-3-2. Il Lecce non si scompone, resta concentrato e sempre pronto a ripartire: al 55' Petriccione lascia partire un gran tiro, bravo Fiorillo a opposrsi. Al 69 è ancora Falco a provarci con un tiro più calibrato e forte del precedente, ma comunque di poco al lato. Al 79' la resa del Pescara: durissimo l’intervento su Petriccione e rosso diretto per Marras.

Per i salentini il finale di gara è in discesa: abili nel palleggio, irretiscono l'orgoglio residuo del Pescara. Dopo una clamorosa occasione fallita di Mancosu, Liverani inserisce Majer per Tachtsidis e Palombi per Falco. L’attaccante di scuola Lazio manca subito l’opportunità del terzo gol, rimediando solo un calcio d'angolo. Poco male: dopo quattro minuti di recupero, l'arbitro Ros decreta la fine delle ostilità e i quasi 13 mila tifosi del Lecce festeggiano e applaudono in piedi i propri beniamini.

Il tabellino di Lecce-Pescara 2 a 0

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (87 Majer), Tabanelli; Mancosu; La Mantia, Falco (87’ Palombi). A disposizione: Bleve, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Arrigoni, Tumminello, Haye, Marino, Saraniti, Felici. Allenatore: Liverani

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Ciofani, Campagnaro, Scognamiglio, Pinto; Memushaj, Bruno(cap.) (46’ Bellini), Crecco (87’ Del Sole); Brugman (cap.); Marras, Mancuso (83’ Sottil). A disposizione: Kastrati, Del Grosso, Gravillon, Monachello, Capone, Balzano, Bettella, Perrotta, Antonucci. Allenatore: Pillon

Marcatori: 13’ La Mantia, 37’ Mancosu

Ammoniti: 16’ Meccariello, 33’ Pinto, 58' Brugman

Espulso: 79’ Marras

Arbitro: Ros di Pordenone. Assistenti: Rossi di La Spezia, Formato di Benevento; quarto ufficiale: Dionisi de L'Aquila

Spettatori 12936 di cui 5281 paganti e 7655 abbonati

La 30esima giornata

Risultati: Cremonese-Verona 1 a 1; Cosenza-Palermo 1 a 1; Salernitana-Venezia 1 a 1; Carpi-Crotone 1 a 2; Cittadella-Padova 1 a 1; Ascoli-Benvento 2 a 2; Perugia-Livorno 3 a 1; Brescia-Foggia 2 a 1; Lecce-Pescara 2 a 0

Classifica: Brescia 53; Lecce 51; Palermo 50; Verona 47; Pescara 45; Benevento e Perugia 44; Cittadella 41; Spezia 40; Salernitana e Cosenza 35; Ascoli 33; Cremonese 32; Livorno e Crotone 30; Venezia 29; Foggia 27; Padova 24; Carpi 22

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento