Il Lecce ritrova Donati: sei anni in Bundesliga, ora una chance per la serie A

Svincolatosi dal Mainz, inizia ad allenarsi con i giallorossi. Nel Salento giunse ventenne dall'Inter per giocare nel massimo campionato

Giulio Donati con la maglia del Mainz (foto Ansa).

LECCE - Dieci anni dopo il suo esordio con la maglia del Lecce, Giulio Donati potrebbe tornare a vestirsi di giallorosso. Da oggi, infatti, il laterale difensivo di destra si allenerà agli ordini di Fabio Liverani. Ne ha dato notizia il club salentino con una nota ufficiale. 

Originario di Pietrasanta, in Versilia, Donati compirà 30 anni a febbraio e dal termine della scorsa stagione si è svincolato dal Mainz, dove ha militato per tre stagioni e mezzo. In precedenza, nel momento più alto della sua carriera, ha giocato per due campionati e mezzo nel Bayer Leverkusen collezionando 43 presenze più 15 in Champions League, con un gol allo Zenit di San Pietroburgo.

Nel Salento arrivò ventenne, dopo essersi tolto la soddisfazione dell'esordio ufficiale con l'Inter, che ne ha detenuto il cartellino fino alla cessione al Leverkusen nell'estate del 2013. Ha giocato anche nell'Under 21 italiana. Donati ha ora la possibilità di tornare nel massimo campionato nazionale per una sorta di chiusura del cerchio, ma deve prima convincere il tecnico romano e lo staff sanitario sulle sue condizioni e motivazioni: lavorando sodo potrebbe farsi trovare pronto per la ripresa del torneo, dopo la sosta tra dicembre e gennaio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

Torna su
LeccePrima è in caricamento