Al 91' sfuma la vittoria contro la Samp, ma per il Lecce terzo risultato utile di fila

I giallorossi in vantaggio in apertura con Lapadula, dopo una bella intuizione di Shakhov. A fine primo tempo prima concesso ai salentini e poi correttamente negato un calcio di rigore. Il pari è di Ramirez

Lapadula e Ferrari (foto Chilla).

LECCE - Terzo pareggio consecutivo per il Lecce che, dopo aver fermato Milan in trasferta e Juventus in casa, si è visto raggiungere dalla Sampdoria nel recupero. Era stato Lapadula a portare in vantaggio i giallorossi, all'inizio del primo tempo, ma la rete di Ramirez, lasciato colpevolmente libero di colpire di testa ha ristabilito l'equilibrio quando il cronometro segnava il primo di quattro minuti di recupero.

Il risultato lascia l'amaro in bocca perché i salentini hanno visto sfumare la vittoria quando il traguardo era un passo, ma la Samp ha avuto il merito di crederci fino in fondo e di tenere, negli ultimi minuti, il Lecce - costretto in dieci per l'espulsione di Tachtsidis - a ridosso della propria area di rigore: all'83' Mancosu aveva, forse casualmente, ma certo provvidenzialmente, deviato in corner un colpo di tacco di Quagliarella e all'88' lo stesso capitano e poi Rossettini si erano opposti in extremis ad un'azione confusa ma arrembante dei blucerchiati. 

Primo tempo

Sia Liverani che Ranieri cambiano cinque elementi su undici rispetto alla precedente partita. Con Majer e Farias indisponibili e Calderoni, Mancosu e Babcar a rifiatare, il tecnico del Lecce schiera Tabanelli, Falco, Dell'Orco, Shakhov e Lapadula.

I padroni di casa si rendono subito pericolosi: al 2’ Bonazzoli, servito in profondità da Depaoli, prova ad eludere con un tocco d’esterno l’uscita di Gabriel ma il portiere respinge. Alla prima opportunità i giallorossi vanno avanti: al limite dell’area di rigore deliziosa intesa tra Lapadula che controlla, Shakhov che con un assist molto intelligente restituisce la sfera al compagno che con il piatto del piede sinistro infila Audero in uscita.

Il vantaggio incoraggia i salentini che fraseggiano bene, anche se rischiano qualcosa sui passaggi in orizzontale dei due centrali. Con Tabanelli il Lecce ha preso una buona opportunità, ma il colpo di testa del centrocampista termina alto. Al 15’ conclusione di poco alta di Petriccione. I giallorossi controllano abbastanza bene la reazione dei blucerchiati, approfittando di un ritmo gara non certo forsennato. Shakov, Tabanelli e Petriccione orchestrano bene la fase di possesso e si spendono molto in quella difensiva.

Alla mezzora Lucioni conclude oltre la traversa, di testa, e lo stesso fa Quagliarella due minuti dopo. Interessante il tiro di Petriccione dal limite dell’area, ancor più quello di Bonazzoli subito dopo. L’attaccante doriano ci riprova al 40’, ma Gabriel è bravissimo e devia in corner. Quagliarella, di testa, sfiora il palo mentre nel minuto di recupero l'arbitro Massa fischia un calcio di rigore per il Lecce: Falco calcia, il pallone rimbalza sulla traversa e diventa preda di Shakhov che, con la testa, ribatte verso la porta. Sulla traiettoria c'è Ferrari: a prima vista la deviazione con il braccio appare chiara, tanto che al difensore viene esibito il cartellino rosso, ma quando l'arbitro rivede l'episodio sul monitor decide di tornare sui suoi passi e il ravvedimento appare corretto. In questo frangente arriva il primo giallo per Tachtsidis, reo di insistenza nel chiedere all'arbitro Massa dei chiarimenti. 

Secondo tempo 

Nella ripresa il ritmo è più compassato. Falco, al 52', fa vedere in dribbling di cosa è capace, mentre la Samp, nel tentativo riprendere gli ospiti, si espone alle ripartenze sulle quali però il Lecce non è abbastanza cinico sull'asse Falco-Lapadula. Certo la stanchezza si fa sentire, ma la squadra di Livrani resta tutto sommato compatta davanti a un avversario che non cambia volto nemmeno con gli ingressi di Leris e Rigoni per Bertolacci e Bonazzoli. Liverani risponde alla mossa di Ranieri con Mancosu e Babacar per Shakhov e Lapadula, al 69'.

Al minuto 73' Tachtsidis rimedia il secondo cartellino per un contatto in corsa con Rigoni che, andato via a Tabanelli, finisce per rovinare a terra dopo essere stato leggermente toccato dal greco: è l'assistente di linea a segnalare l'irregolarità. Un episodio, questo, che finisce per incidere sulla tenuta del Lecce nella parte finale del match quando la Samp, coi mezzi non eccelsi che ha, si gioca il tutto per tutto. Rispoli prende il posto di Meccariello all'86' e proprio il neo entrato, quando è scaduto il 90', ribatte in corner un cross: così nasce il calcio d'angolo che vale il pareggio dei doriani. Ramirez viene completamente ignorato e punisce i giallorossi nonostante una respinta di Petriccione che, però, colpisce la sfera quando ha già interamente superato la linea di porta.

Il Lecce torna nel Salento con un punto che muove la classifica e con il rammarico, oltre che per una espulsione davvero dubbia, anche per una distrazione - la mancata marcatura di Ramirez - che è costata gli altri due che lo avrebbero proiettato a quota 11. Domenica prossima al Via del Mare arriva il Sassuolo.

Il tabellino di Sampdoria-Lecce 1 a 1

SAMPDORIA (4-1-2-1-2): Audero; Depaoli, Ferrari, Colley, Murru; Ekdal; Vieira, Barreto (46’ Ramirez); Bertolacci (66' Leris); Bonazzoli (66' Rigoni), Quagliarella (cap.). A disposizione: Augello, Chabot, Jankto, Caprari, Murillo, Gabbiadini, Bereszynski, Falcone, Avogadri. Allenatore: Ranieri

LECCE (4-3-3): Gabriel; Meccariello (83' Rispoli), Rossettini, Lucioni (cap.), Dell’Orco; Petriccione, Tachtsidis, Tabanelli; Shakhov (69' Mancosu), Lapadula (69' Babacar), Falco. A disposizione: Riccardi, Vera, Dumancic, La Mantia, Dubickas, Vigorito, Calderoni, Imbula. Allenatore: Liverani

Marcatori: 8' Lapadula, 91' Ramirez

Ammoniti: 28' Ekdal, 43' Petriccione, 45+1  e 73' Tachtsidis, 54' Meccariello, 56' Ferrari, 74' Viera, 75' Depaoli

Arbitro: Massa di Imperia; assistenti: Tegoni di Milano, Caliari di Legnago;

Quarto ufficiale: Di Martino di Teramo; Var: Di Paolo di Avezzano; assistente Var: Giallatini di Roma 2

La decima giornata

Risultati: Parma-Verona 1 a 1; Brescia-Inter 1 a 2; Napoli-Atalanta 2 a 2; Sassuolo-Fiorentina 1 a 2; Sampdora-Lecce 1 a 1; Udinese-Roma 0 a 4; Cagliari-Bologna 3 a 2; Juventus-Genoa 2 a 1; Lazio-Torino 4 a 0; Milan-Spal (giovedì alle 21)

Classifica: Juventus 26; Inter 25; Atalanta 21; Roma 19; Lazio, Napoli, Cagliari 18; Fiorentina 15; Parma 13; Bologna, Verona 12; Torino 11; Milan, Udinese 10; Sassuolo, Lecce 9; Genoa 8; Brescia, Spal 7; Sampdoria 5

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

Torna su
LeccePrima è in caricamento