Il Lecce non va oltre il pareggio. Proteste furiose per un contrasto al 94'

Inizio promettente: Marino in gol al 4' ma alla prima occasione il Siracusa pareggia. Nelle ripresa sprecate tre clamorose occasioni per il 2 a 1. Trapani e Catania vincono, sono a meno 2 con una partita in meno

LECCE – Il Lecce pareggia ancora in casa e con la vittoria del Trapani e del Catania si ritrova con due punti di vantaggio al termine di una gara nella quale, come spesso accaduto di recente, ha pagato un grossolano errore difensivo che è vlaso l'1 a 1 del Siracusa. Per usare una metafora sempre in voga, il giocattolo sembra essersi rotto, come testimonia anche un certo nervosismo di alcuni calciatori rispetto alle indicazioni ricevute dalla panchina.

Giallo sull’ultima azione della partita: Mancosu viene atterrato in tackle da un difensore, l’arbitro è vicino ma concede il corner. A fine partita scoppia la contestazione dei tifosi mentre attorno al direttore di gara si scatena una protesta plateale di alcuni calciatori e dei componenti dello staff giallorosso La promozione diretta non dipende più dal Lecce che deve rispettare ancora il turno di risposo alla terzultima quando è in programma Catania-Trapani: se una delle due dovesse vincere tutte le partite restanti, andrebbe dritta in serie B, anche se i giallorossi facessero bottino pieno.

Primo tempo

Costa Ferreira è il trequartista, Di Piazza affianca Saraniti, Ciancio sulla corsia sinistra, Armellino torna dal primo minuto. Queste le novità rispetto all’undici sceso in campo a Caserta. I padroni di casa partono bene, al 2’ il Lecce reclama un rigore: capitan Giordano manca il rinvio di testa e Di Piazza si ritrova il pallone passargli davanti,  mentre Parisi lo sbilancia platealmente mandandolo per terra.

Due minuti dopo ecco il vantaggio con Marino che di testa, su cross di Arrigoni, schiaccia e supera Tomei. Il Siracusa però pareggia alla prima occasione con De Silvestro che colpisce di testa e con la deviazione decisiva di Lepore, trova il pareggio: davvero grave l'errore del capitano del Lecce che "dimentica" l'esterno ospite, alle sue spalle e poi gira nella propria porta un tocco indirizzato non in porta ma verso il centro dell'area. Ci sono sostanziali analogie con l'episodio difensivo che a Caserta era valso il gol di Turchetta, poi rivelatosi decisivo.

Il Lecce accusa il colpo, come prevedibile dato il recente rendimento psico-fisico e gli ospiti sfiorano il vantaggio con Liotti che tira di prima intenzione nel cuore dell’area di rigore trovando  l’opposizione di Perucchini. Al 25’ Bruno prende il posto di Liotti, infortunato. Liverani inserisce Tsonev per Armellino, con il disappunto del centrocampista campano e di buona parte del pubblico per un cambio che negli spogliatoi Liverani ha giustificato con problemi fisici (Armellino è reduce da una influenza) ma la reazione del calciatore all'uscita dal terreno di gioco ha fatto piuttosto pensare ad una decisione, non gradita, di tipo tecnico. Al minuto 36 Saraniti non perfeziona al volo un cross di Lepore nell'unico spunto degno di nota prima del ritorno negli spogliatoi.

Secondo tempo

Mister Bianco inserisce Calil per Scardina. Palo di Tsonev al 53’: la conclusione a rete viene respinta dal legno con Di Piazza che sbaglia il tap-in, in precario equilibrio, da posizione favorevolissima. Al 55’ Mancosu di testa trova la bella deviazione in corner di Tomei. Lepore ci prova dalla distanza al 57’, sicura la presa dell’estremo siciliano. Al 60’ due cambi per il Siracusa: dentro Grillo per De Silvestro e Bernardo per Catania mentre Liverani inserisce Caturano per Di Piazza. 

Parisi al 61' chiama Perucchini alla deviazione in corner su un cross molto insidioso Mancosu, ancora di testa, non trova l’angolo giusto su passaggio di Lepore. Al 69' Caturano prova la soluzione al volo dopo un passaggio di Costa Ferreira, ma la sfera termina al lato. Un minuto dopo il tiro di Lepore termina sull'esterno della rete.

Liverani al 73' ne cambia tre in un colpo: Tabanelli, Di Matteo e Dubickas per Costa  Ferreira, Lepore e Marino. Al 75' il cross di Tsonev arriva sul secondo palo, la conclusione di Tabanelli viene deviata e la ribattuta di Saraniti, a colpo sicuro, viene sporcata quel che basta per alzare la sfera oltre la traversa. La porta di Tomei è stregata e se ne ha la certezza quando il portiere smanaccia d'istinto un colpo di testa di Caturano che lo stava cogliendo in contropiede. L’ultima sostituzione per gli ospiti vede al 79' l’ingresso di Spinelli per Mancino.

Il Lecce ci prova all’arma bianca negli ultimi dieci minuti: Cosenza si posiziona stabilmente sulla trequarti del Siracusa, ma il risultato non cambia anche perché sull’ultima azione i padroni di casa reclamano per un presunto fallo su Mancosu. E alla fine dalle tribune fischi per tutti e veementi proteste sul campo contro il direttore di gara. La visione delle immagini permette di affermare che Daffara riesce a toccare il pallone per poi travolgere il centrocampista leccese: a parte l'episodio la sensazione netta è quella di un eccesso di nervosismo che giova soltanto a una fuga dalle responsabilità, con un primo posto che oggi è per metà virtuale.

Il tabellino di Lecce-Siracusa 1 a 1

LECCE (3-4-1-2): Perucchini; Lepore (cap.) (73’ Di Matteo), Cosenza, Marino (73’ Dubickas), Ciancio; Armellino (28’ Tsonev), Arrigoni, Mancosu; Costa Ferreira (73’ Tabanelli); Saraniti, Di Piazza (60' Caturano). A disposizione: Chironi, Valeri, Megelaitis,, Gambardella, Persano, Legittimo, Selasi. Allenatore: Liverani

SIRACUSA (4-4-2: Tomei; Daffara, Giordano (cap.), Altobelli, Liotti (25’ Bruno); Parisi, Palermo, Mancino (79’ Spinelli), Catania (60’ Bernardo); De Silvestro (60’ Grillo), Scardina (46’ Calil). A disposizione: D’Alessandro, Di Grazia, Mangiacasale, Vicaroni, Marotta, Mazzocchi, Toscano. Allenatore: Bianco

Marcatori: 4’ Marino, 12’ aut.Lepore

Spettatori: 6942 abbonati e 4583 paganti

Risultati e classifica

Risultati 33esima giornata: Sicula Leonzio-Fondi 2 a 0; Lecce-Siracusa 1 a 1; Juve Stabia-Cosenza 1 a 1; Trapani-Matera 1 a 0; Akragas-Virtus Francavilla 0 a 1; Paganese-Casertana 1 a 1; Catanzaro-Catania 0 a 4; Bisceglie-Andria; Rende-Monopoli

Classifica: Lecce 65; Catania e Trapani 63; Matera 47; Juve Stabia 46; Monopoli 45; Siracusa e Cosenza 44; Rende 43; Sicula Leonzio 41; Casertana 40; V.Francavilla 39; Bisceglie 38; Catanzaro 36; Reggina 33; Fidelis Andria 32; Paganese 29; Fondi 26; Akragas 10

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (34)

  • Purtroppo con i se e con i ma non si va da nessuna parte, servono i punti e spero che il Lecce faccia bottino pieno in queste ultime partite

  • Caro Stefano, non è per criticare, non l'ho mai fatto, anzi sono di quelli che ha sempre difeso la squadra e assistito a tutte le gare interne. È chiaro che fino a prova contraria bisogna essere fiduciosi, ci mancherebbe altro, ma è altrettanto vero che la delusione è papabile. Spero comunque che il ritiro nella capitale sia di buon auspicio per il prosieguo del campionato, sperando che le siciliane pareggino nello scontro diretto. Altra considerazione; assistendo alla partita di sabato non ho visto quella cattiveria agonistica di una squadra che DEVE fare il salto (parate e rigori, o presunti tali, a parte). Comunque spero con tutto il cuore di essere smentito e che le " critiche" siano costruttive. Forza Lecce

  • Caro Stefano io sono di quelli che ha sempre difeso e mai, dico mai, criticato la squadra, anzi, dico però che la contestazione potrebbe servire a squotere l'ambiente. Spero vivamente che sia cosi. Non parlo dei punti persi, si vince e si perde, dico però che sabato scorso non ho visto quella cattiveria agonistica da squadra che deve vincere a tutti i costi. Parate, rigori e quant'altro sono solo pagliativi. Comunque sempre forza Lecce e speriamo che il ritiro nella capitale sia di buon auspicio. Cuore giallorosso sempre

  • Ma per favore, abbiamo giocato ad una sola porta e se il risultato fosse stato di 5-1 non ci sarebbe stato niente di strano. Ma è colpa di Liverani se la palla non voleva entrare un po' per l'imprecisione dei nostri attaccanti, un po' per la giornata di grazia del portiere avversario e un po' per l'arbitro che ha sorvolato su tre interventi molto dubbi in area siracusana?

  • Quoto Antimo, tifato SEMPRE incondizionatamente tutto l'anno. Ma ora proprio non si può continuare così da +7 e campionato chiuso ci siamo fatti riprendere. Ho aspettato per speranza e perché non è mio costume criticare la squadra troppo presto, ma ora davvero la delusione e lo schifo sportivo è al culmine. Contestazione e fischi se li meritano tutti.

  • Ne scrivete di @#?*%$te.........io come EMIGRANTE sono ancora fiducioso anche perchè è vero quello che alcuni dicono.calo fisico....paura.....tensione......gente come voi che critica sempre ( e non solo ora ma anche quando eravamo a + 7 )........... ci gira tutto male.....MA SE LU SIGNORE CANGIA GIRU POI MI FACCIO 4 RISATE.

  • Peccato! In testa per quasi tutto il campionato siamo riusciti a farci risucchiare. Dopo la partita di oggi anche quelli più ottimisti come me si devono ricredere, purtroppo. Siamo allo sbando più totale, calciatori platealmente in polemica con il mister e gol praticamente fatti, clamorosamente sbagliati. Gli unici encomiabili sono i tifosi che anche oggi, più che mai, hanno affollato il via del mare, a questo punto solo sant'Oronzo ci può aiutare. Spero vivamente di essere smentito. Buona Pasqua a tutti

  • Matera, Andria, Sicula Leonzio, Casertana, Juve Stabia, Siracusa, sei partite solo quattro punti! Siamo primi ma senza aver espresso mai un calcio piacevole e convincente! Liverani è stato furbo e fortunato sin qui, dopo nulla più, buio totale! E con quest'organico e con questo allenatore forse non val la pena una eventuale serie B! Accontentiamoci di esserci illusi anche quest'anno! Buona Pasqua e lasciatemelo dire "Bravo Lo Monaco del Catania!............................................................................!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • La delusione è tanta,troppa quando si sperava che forse questo sembrava l'anno buono ecco delapidato tutto,come vivere in un film horror. Assurdo di quello che sono stati capaci....

  • Siamo il fg dello scorso anno,che ridere...

  • Parto dal rigore al 94 che assolutamente non c'era. Le partite si vincono giocando a pallone, non si può giocare solo a sprazzi e neanche in quel modo. Alcuni giocatori sono impresentabili si dovrebbero auto sospendere per il bene della squadra. Il nostro allenatore probabilmente è andato nel pallone, ancora con una serie di cambi scellerati ed inopportuni. Siamo scarichi , ma molto ,ancora una volta hanno sbagliato la preparazione ed io dico , è mai possibile ogni anno avere un calo del genere? Ma i preparatori li paghiamo , o vengono gratis? Liverani anche il tuo preparatore è ciuccio come te?

  • Se dice.: Bona Pasca e ....quiste suntu le oe Lecce!!!!! Ahahahahah Bidoni anche quest'anno la serie B con il binocolo. Vergogna

    • non ci trovo nulla da ridere...tu godi?

  • Abbiamo buttato alle ortiche un altro campionato. Le colpe? L’inesperienza della società e la supponenza di Liverani,ormai senza idee e arruffone del tutto contro tutti. Soluzione ? solo una.Via Liverani e ricostruire lo spogliatoio per i playoff con Maragliulo

    • che ridicolaggine ogni anno la stessa solfa. cacciamo via e prendiamo un altro, cacciamo via e prendiamo un altro. Siete ridicoli nel vostro ripetervi come pecore.

  • societa' senza manico doveva multarli tutti di meta' stipendio gia' 2 mesi fa vedevi adesso come correvano pero poi' non basta correre se sei scarso che solo in 3^ categoria puoi giocare non e' colpa loro ma di chi li ha comprati e di chi li allena (si fa per dire scarso pure l'allenatore)

  • La società dovrebbe prendere in seria considerazione l'esonero di Liverani si è messo quasi tutti i giocatori contro! Potrebbe essere assurdo ma sarebbe l'unica soluzione per ristabilizzare l'ambiente! Ovviamente un allenatore decente

    • Lo stesso Liverani xhe il 99.9% esaltava dopo aver fatto più di 20 partite senza perdere. Il ptoblema sono i tifosi e le troppe aspettative su una squadra "normale"

  • Game over. Credo che domenica e fino alla fine del campionato più l'unica partita dei play off (perché tanto il campionato lo abbiamo perso e i play off veniamo eliminati subito) giocherà la Beretti a causa delle squalifiche. Fine del calcio a Lecce

  • Assurda gazzarra finale.Non era rigore perche' il terzino prende prima la palla;diverso il discorso nel primo tempo quando il rigore su Di Piazza poteva starci. Pero' se il tanto decantato Di Piazza sbaglia reti con il MT,con CE ed oggi sul palo di Tsonev, forse tanto fenomeno non e'? Si sono sbagliati gli acquisti a Gennaio. Ci servivano un esterno destro ed uno sinistro ed invece abbiamo presi due bidoni, dei quali uno voluto fortemente da Liverani.

    • giusta analisi. A gennaio,bastava prendere solo Sarno, illuminatore del gioco d'attacco e validissimo sulle palle inattive. a quest'ora saremmo giá in B

      • Sono d'accordo

  • ora neppure vincendole tutte si ha la certezza di arrivare primi, se trapani e Catania non pareggiano. finale da incubo.inuttile attaccarsi a rigori non dati quando si tirano fuori palloni già entrati..

  • Ma cambiano allenatore adesso..? Mandano via Liverani. ..?

    • spero di no. Cambiare allenatore OGNI ANNO oltre che negativo è diventata una pagliacciata.

  • Non è ancora detta l'ultima parola, non bisogna disperare, Crederci fino in fondo. FORZA LECCE

  • quante volte ho rivisto questo film........avellino, pescara, trapani e forse catania

  • Incomprensibile non riesco a credere a questa involuzione..... Secondo me ci è stato buttato addosso un bel malocchio!!!!

    • si giusto! vada da Otelma che glielo toglie, magari assieme a queste assurde e ignoranti convinzioni. il malocchio ma che si deve sentire. Salutami Luigi XI appena lo vedi.

  • Che incubo

  • dobbiamo crederci fino alla fine eventualmente anche dei playoff, le sicule hanno avuto il merito di non mollare e noi siamo cotti, ma non è detta l' ultima parola

  • È finita. Addio Serie B. Un altro anno perso e beffardo. Ormai abbiamo capito,stiamo bene in Serie C. Questo ci meritiamo.

  • Sempre e solo un responsabile! LIVERANI! Si è visto benissimo che ha spaccato lo spogliatoio .Dopo 10 minuti mi cambia Armellino l'unico che era entrato bene in partita , mi toglie Di piazza e Costa Ferriera per Tabanelli e ancora Dubikas!!! Ma ormai adesso è davvero finita . Liverani dimettiti !!!

  • Addio serie B!

Notizie di oggi

  • Politica

    Congedo: "Filobus ed estimi, due errori del centrodestra. Salvemini? Senza coraggio"

  • Politica

    Fiorella: "Liberare il centro storico per pedoni e bici. Sgm va riprogettata"

  • Cronaca

    Rogo divampa nella notte: distrutti due mezzi di una ditta edile

  • Politica

    Biglietto unico e corse anche da Galatina: le novità di "SalentoinBus"

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento