Lecce, la società assicura: iscritto sin da subito il Via del Mare come stadio

Ringraziamenti a Crotone e Frosinone per la disponibilità, ma la presentazione del cronoprogramma sui lavori sembra sciogliere i dubbi

LECCE – I tifosi leccesi sono rassicurati: nessuna gara della sudata, merita, riconquistata serie A andrà persa nel suo scenario “naturale”, il comunale di Via del Mare. E nessuno dovrà affrontare trasferte anomale, nel senso di partenze all’alba per altre destinazioni, pur di seguire match in linea teorica casalinghi, come da calendario.

Almeno, tutto questo si evince dalla comunicazione ufficiale dell’Unione sportiva Lecce, che pure ringrazia per il sostegno le società sportive di Crotone e Frosinone e le rispettive amministrazioni comunali e autorità provinciali di pubblica sicurezza, viste disponibilità e collaborazione dimostrate in questo lasso di tempo, un limbo in cui sono trapelate paure che l’obsoleto stadio potesse non essere pronto nel suo restyling per le prime uscite, obbligando a scelte secondarie, altri, potenziali terreni di gioco dove disputare le prime partite interne.

La società di via Colonnello Costadura, infatti, nel pomeriggio ha offerto due notizie al prezzo di una. La prima riguarda il fatto che sia stata presentata proprio oggi, agli organi federali, la “documentazione relativa al rilascio della licenza nazionale prevista per la partecipazione al campionato Serie A 2019/20”. La seconda, che, è stata, nello stesso tempo, prodotta “la dovuta documentazione attestante il cronoprogramma degli interventi di adeguamento riguardanti lo stadio Via del Mare ai fini della rispondenza ai criteri infrastrutturali del sistema licenze nazionali Figc”. E “tale documentazione – precisa il club presieduto da Saverio Sticchi Damiani -, in base alle vigenti normative, ha consentito l'iscrizione sin da subito con l'indicazione dello stadio Via del Mare”.

Sempre oggi, infine, è stata anche inviata alla Covisoc e alla Lega A la documentazione completa sui criteri economico–finanziari. Insomma, il Lecce vuole partire con il piede giusto. E  ci vorrà davvero il piede giusto per avviarsi a questa stagione, in mezzo a squadre stellari. Ma nel Salento nessuno ha paura. E’ passato qualche anno, dall’ultima comparsa, ma il ricordo di battaglie ardite, a volte anche vinte con armate che sembravano invalicabili, è sempre vivo.  

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento