Lecce umiliato dal Cittadella. La Mantia illude, ma poi Moncini sale sugli scudi

Pessima gara dei giallorossi, surclassati sul piano dell'intensità dai granata veneti. Troppi errori in fase di appoggio e in difesa. Statico e insicuro il centrocampo schierato da mister Liverani

Il quarto gol del Cittadella.

LECCE - Il Lecce stecca completamente la partita di Cittadella ed esce sconfitto dal Tombolato con il pesante risultato di 4 a 1 a favore dei padroni di casa. Per i giallorossi la peggiore partita della stagione, che fa il paio con quella di Ascoli dell'andata, ma con dimensioni più roboanti.

La giornata storta della squadra di Liverani - che schiera un centrocampo troppo macchinoso conTachtsidis mediano, Petriccione e Arrigoni come interni e Haye trequartista -  si intravede subito: troppi gli appoggi sbagliati che innescano gli affondi dei locali, bravi ad aggredire gli avversari con un pressing a tutto campo, ad arrivare in anticipo sulle seconde palle, a vincere tutti i duelli. Insomma, Cittadella di un altro pianeta a livello di intensità, l'unico terreno sul quale avrebbe potuto mettere in grande affanno il Lecce: così è stato e Liverani probabilmente aveva avuto un sentore del pericolo, parlando nella conferenza stampa della vigilia proprio della necessità di mostrarsi compatti e concentrati per evitare un "brutto pomeriggio".

Non è servito a nulla il vantaggio momentaneo con La Mantia, autore di un gran gol al volo dopo un controllo di petto a seguire su lancio perfetto di Haye: correva il 12' ed era la prima vola che il Lecce si affacciava seriamente nella metà campo del Cittadella. Al 18' è iniziato lo show di Moncini: su cross di Schenetti Vigorito, troppo schiacciato sul primo palo, viene ingannato da una leggera deviazione di Calderoni e non fa in tempo a retrocedere mentre l'attaccante con estrema facilità stacca su Lucioni e deposita in rete. Al 32' Pasa, liberissimo di calciare verso la porta, non inquadra lo specchio dal limite dell'area di rigore e al 40' Lucioni sbaglia la misura del retropassaggio al suo portiere: Moncini lo anticipa e tocca il pallone verso il fondo, poi cade simulando il fallo: l'arbitro lascia correre con la rimessa per il Lecce. Passano due minuti e la punta dei granata va di nuovo a segno: il cross è di Benedetti, l'omesso controllo di Calderoni e il 2 a 1 è servito.

Liverani(Lecce)01-2Nella ripresa non c'è Tumminello, che era partito titolare ma che attraversa la prima frazione senza sussulti anche a causa della sostanziale latitanza della squadra nella metà campo del Cittadella: al suo posto Palombi. Tra i locale Siega rileva Pasa. Lo spartito della gara non cambia: in quattro minuti i padroni di casa battono calci d'angolo a ripetizione e il Lecce non esce dall'angolo, come un pugile stordito. Al 52' l'esordio di Majer per Haye, quattro minuti dopo una occasione clamorosa per i giallorossi: cross basso di Palombi, Paleari sfiora con il guanto, Arrigoni si ritrova la sfera davanti e calcia verso la porta da pochi passi ma Adorni respinge sulla linea. Si tratta però solo di un'eccezione alla regola della partita perché al 58' è ancora Moncini, e sempre di testa, a beffare Vigorito per la terza volta: anche in questo caso la difesa del Lecce lascia molto a desiderare, neutralizzata da una deviazione su cross di Schenetti. 

Frare rileva Settembrini, uno dei tanti a giocare sempre su ritmi pazzeschi, Falco entra al posto di Arrigoni, ma non cambia nulla, anzi c'è gloria anche per Adorni che sugli sviluppi di un corner si ritrova libero di calciare in porta dopo che Tachtsidis e Calderoni si ostacolano a vicenda. Notte fonda per il Lecce, con Liverani incredulo almento quanto i mille e cinquecento salentini sugli spalti. Venturato concede ovviamente la standing ovation a Moncini, l'eroe di giornata (sostituito da Diaw), e anche i quattro minuti di recupero appaioni come un castigo inutile. 

I giallorossi subiscono quindi una sconfitta che conferma e acuisce le ombre già emerse contro il Livorno, cioè la vulnerabilità della squadra quando i tocchi diventano imprecisi e la manovra troppo rallentata. Le scelte odierne di Liverani rispetto al centrocampo non sono state affatto premiate: vero è che Mancosu non era al top e che martedì sera si torna già in campo contro l'Hellas Verona e che uno come Scavone non lo sostituisci facilmente. Fiamozzi e Tumminello, poi, per dirla tutta, hanno fatto rimpiangere Venuti e Palombi. Difficile anche trovare una nota dignitosa tra gli undici, eccezion fatta per La Mantia che, gol a parte, ha sempre dimostrato almeno di avere la testa nel match, nonostante le tante difficoltà.

Dopo il quinto ko stagionale il Lecce scivola al sesto posto, anche se deve recuperare la gara contro l'Ascoli (23 marzo), e raggiunge quota 32 quanto a gol incassati, un dato tra i peggiori del campionato, per fortuna bilanciato dalle reti fatte (meglio solo il Brescia). Il match in programma martedì offre l'opportunità di un riscatto immediato, temperamentale prima ancora che tecnico e tattico. Nemmeno una disfatta, come quella di Cittadella, può mutare il giudizio sostanziale sulla stagione disputata, ma è chiaro che per restare a quote alte e affrontare col piglio giusto un filotto di gare molto complicate, serve un altro Lecce, più umile, più dinamico, più disciplinato. 

Il tabellino di Cittadella-Lecce 4 a 1

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Drudi, Adorni, Benedetti; Branca, Pasa (46’ Siega), Settembrini (66’ Frare); Schenetti; Filotto, Moncini (85’ Diaw). A disposizione: Maniero, Parodi, Camigliano, Panico, Proia, Maniero, Bussaglia, Cancellotti. Allenatore: Venturato

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Meccariello, Lucioni, Calderoni;  Petriccione, Tachtsidis, Arrigoni (66’ Falco); Haye (52’ Majer); La Mantia, Tumminello (46’ Palombi). A disposizione: Bleve, Riccardi, Cosenza, Mancosu, Marino, Saraniti, Felici, Venuti, Pierno. Allenatore: Liverani

Marcatori: 12’ La Mantia; 18’. 42’ e 58’ Moncini; 70’ Adorni

Ammonito: 27’ Settembrini

Arbitro: Diomnisi de L’Aquila; assistenti: Lombardi di Brescia e Maccadino di Pesaro; quarto ufficiale: Illuzzi di Molfetta

La 25esima giornata

Risultati: Brescia-Crotone 2 a 0; Cremonese-Ascoli 0 a 1; Carpi-Spezia 3 a 2; Perugia-Cosenza 0 a 1; Cittadella-Lecce 4 a 1; Pescara-Padova 2 a 0; Foggia-Benevento 1 a 1; Livorno-Venezia (domenica). Riposa: Palermo

Classifica: Brescia 46; Palermo 42; Pescara 41; Benevento 40; Verona 39; Lecce 38; Spezia 34; Cittadella 33; Perugia 32; Salernitana 31; Cosenza 30; Ascoli 28; Cremonese 27; Venezia 26; Foggia 22, Carpi 21; Livorno 20; Crotone 19; Padova 18.

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (27)

  • Ho già scritto in precedenza che abbiamo perso e perso male; non ho mai scritto che le persone sono da bar dello sport, ci mancherebbe altro (fermo restando che non c'è nulla di male). Non odio nessun commento, ho solo espresso il mio pensiero in maniera civile. Forza Lecce

  • Siamo 6° in classifica con 38 punti e una partita in meno; piena zona playoff. Tutto il resto, ma proprio tutto, solo chiacchere da bar dello sport.

    • quindi? il tuo è un commento tranchant che non vuol dire nulla, non apporta nulla, non serve a niente, in altre parole. Cosa c'entra con la figuraccia di Cittadella? se noi siamo da bar sport (non ci vedo niente di male poi) tu da quale pulpito parli? se giocassero come domenica per il resto delle partite non ci salveremmo nenche, altrochè. Ovvio che non accadrà, però ...se odi qualunque commento, anche quando perdiamo 4 a 1, forse è meglio se cambi sport, anzi interesse condiviso. Potresti stare da solo, anzi con te stesso. E' solo il mio modesto parere, beninteso.

  • Che dire? I nostri numeri 25 e 27 hanno delle grosse responsabilità sui gol subiti... da rivedere qualcosa. Sempre le palle in campo e forza LECCE:

  • C'ero anch'io sugli spalti. Era talmente brutta la squadra che nella mia testa son passate tante cose ieri dal pensare che non erano scesi affatto in campo, alle troppe assenze importanti, all'assenza di gioco, di centrocampo gravemente insufficiente, di difesa non ne parliamo. Ad un certo punto si pensava che, forse, avevano messo in conto una partita così, per far rodare qualcuno, non sprecarsi troppo, in attesa di 2 partite (soprattutto la prima) con possibili concorrenti. Le abbiamo pensate tutte, fatto sta che alla fine abbiamo cantato comunque. Me ne sono andato con la speranza che sia stato il punto più basso del campionato, dovuto magari al cattivo stato di forma , unito alle assenze importanti (vedi Mancuso, Scavone, Venuti, Bovo...). Dai nuovi non possiamo che aspettarci di meglio (Vedi Tachsidis - lo vorrei più convinto e protagonista, ha piede, senso tattico e della posizione, insiema al fisico, eppure...ma anche il giovane Tumminiello - forse deve ancora trovare forma e posizione oltre che intesa con i compagni...insomma non vedo l'ora di vedere la reazione di martedì col Verona! FAME. Forza Lecce! p.s ad un certo punto ho pensato pure "mai sia ad arrivare così brutti ai playoff, meglio un anonimo tredicesimo posto".

  • Vorrei ricordare al sig. Filippo che anche altre squadre, vedasi capolista e non solo, hanno vinto al 92°, quindi come avrebbe detto qualcuno "partita finisce quando arbitro fischia"; detto questo, c'è ne fossero di vittorie al 93°!!

  • Sicuramente giornata storta; è vero abbiamo perso e soprattutto perso male, mi suona strano sentir parlare di esonero e catastrofismi vari. Ricordiamoci sempre che siamo una neopromossa e per di più con quasi tutta la rosa "rigenerata". Rialziamoci già da martedì, abbiamo i mezzi e potenzialità per farlo. Forza ragazzi non molliamo

  • Leggere critiche sulla squadra o addirittura appelli affiche si esoneri il mister è ASSURDO...chiunque ne capisca un po du calcio sa ke la squadra in quella posizione di classifica nn era minimamente preventivabile a inizio stagione per qualita e profondita della rosa...TACETE...avanti cosi ragazzi...

  • Sono felice che gente del genere non frequenti lo stadio, per fortuna il fatto di avere una testata online vi permette di sfogarvi qui e non dire le vostre cavolate in giro per la città. Ottimo perché questo permette anche di tenere lo stadio "pulito" da certa gente, che con l'amore per la squadra nulla a che fare. Potrei continuare citando statistiche, classifiche, dicendo che dopo 6 anni di serie C siamo in meno di un anno in lotta per la seria A, avendo anni luce prima centrato l'obiettivo stagionale, cioè la SALVEZZA. Ma a cosa servirebbe rispetto a 4 "vecchi" che rimpiangono semerari e serses cosmi secoli fa, e a quello si son fermati. Si son felice che questa gente sia confinata nelle pagine sportive di lecceprima. Rimanete qui mi raccomando, lo stadio la città non ha bisogno di pseudo allenatori online, che usano la squadra per darsi i 2 minuti di saccente importanza. Rimanete SEMPRE A CASA mi raccomando, ci vediamo quando ci sarà lecce juventus, li allo stadio verrete tutti.

    • Scusi cesare ma cosa hanno detto di strano nel commentare una prestazione indegna , che per carità ci può stare ma non in quel modo ,le cavolate scritte quali sarebbero? Poi chi le ha detto che la stessa gente che scrive non vada allo stadio? Teorie del tutto strane e senza fondamento , considerando che chi le scrive va allo stadio ed anche in trasferta . Il mio pensiero rimane positivo nonostante l'umiliazione subita tra l'altro giocando in casa con la maggior parte dei tifosi giallorossi. In altri anni avremmo polemizzato ed inveito contro tutti , allenatore , ds , società e giocatori, quest'anno la musica suona diversamente per fortuna ,ed in noi cova una certa sicurezza e consapevolezza di aver disputato fino ad ora uno splendido campionato con una squadra che ci sta regalando grandi soddisfazioni che ha finalmente un identità anche se ieri non si è vista , ma ci può stare . Vedo volentieri che l'ambiente si è compattato , tifosi , giornalisti ecc remano tutti nella stessa direzione . Avanti rialziamoci già da martedì e continuiamo per la nostra strada continuando a sognare , ma mai abbassare la guardia . Via lecce via

  • ieri ero in mezzo ai 1500 della trasferta di Cittadella. credo che questo tifo merita rispetto.

  • Che legnata fra i denti !!! Speriamo sia da sveglia per tutti. Occorre dare un segnale importante nel prossimo trittico. Tra un mese si vedrà .

  • Vigorito non esce quando deve uscire, Tumminello inesistente e Liverani che fa scelte discutibili...

  • ma la difesa sara mai capace di concludere una partita senza subire gol? siamo imbarazzanti in difesa e non possono fare sempre 3 o 4 gol per vincere. Sveglia li dietro

  • sono ormai mesi che qualunque squadretta infligge al lecce (al di la' dei risultati ottenuti a fine partita) una lezione di calcio per gioco, pressing, palleggio, preparazione fisica e voglia di correre (anche all'andata a lecce il cittadella per lunghi tratti non aveva fatto vedere palla al lecce) per non parlare di altre squadre vedesi Livorno ecc.ecc.……...io da casa mi sono vergognato perché i giocatori del lecce non hanno avuto un minimo di rispetto per quelle centinaia di tifosi che erano andati a vederli e sembravano ballerine della scala tra il primo e secondo atto……..allucinante si puo' perdere ma non facendo le verginelle in campo (questa era una squadra 4^ in classsifica o quart'ultima?)……….se la societa' aspira a qualcosa che non citiamo x decenza fa ancora in tempo a chiamare qualcuno (serse?) con gli attributi da farli trasferire ai giocatori altrimenti si rimarra' nell'oblio e nel galleggiamento di meta' classifica dove si rimpiangera' quello che poteva essere e non e' stato………(suggerisco al signor liverani a tempo perso di chiamare simeone dell'attletico di madrid e prendere un po' di ripetizioni su cosa vuol dire allenare una squadra di calcio)

    • Filippo io posso capire che dopo una partita del genere si venga sopraffatti dalla rabbia , dalla frustrazione per aver perso senza giocare a pallone! Resta il fatto che già da martedì la musica potrebbe cambiare e speriamo sia così . Quindi stai tranquillo , a parte qualche partita fino ad ora abbiamo giocato un buon calcio poi se consideri che veniamo dall inferno , tutto quello che stiamo facendo supera di gran lunga ogni previsione , siamo in ballo dobbiamo recuperare una partita e credo che anche gli altri avranno qualche partita no. Importante continuare ,magari senza cali di tensione fino alla fine , poi qualsiasi cosa succede va bene , anche perché il gruppo è valido e lo sarà anche il prossimo anno ecc ecc via lecce

    • Il Lecce gioca solitamente con la maglietta a strisce verticali giallorosse, in trasferta invece utilizza la maglia bianca con inserti giallorossi..... da ciò che lei scrive si possono fare due deduzioni, entrambe plausibili.... la prima: lei guarda le partite del Lecce ma non conoscendo i colori sociali si confonde tra le due squadre in campo la seconda: lei guarda partite, ma non quelle in cui il Lecce scende in campo

      • bocciato! l'argomento non era i colori sociali o le strisce verticali o orizzontali forse hai confuso con le strisce pedonali in quel caso presumo che non hai la patente e allora devi andare a scuola guida a imparare le strisce………..e in secondo piano la partita e' stata giocata con una sola squadra in campo l'altra era gia' a s.cataldo con paletta e secchiello a fare i castelli di sabbia insieme a qualche tifoso esaltato che si pensa che la squadra sia il manchestr city e l'allenatore guardiola

    • Addirittura bisogna esonerare liverani? Deve prendere ripetizioni di tecnico? Io non lo so che cosa cercate da questa squadra,ma da BRAVI e CLASSICI leccesi esagerate sempre. Punto primo:il Lecce non ha mai dichiarato di puntare alla A. Punto secondo: con la squadra totalmente stravolta stanno facendo miracoli,stare 5 in B (con una gara in meno e quindi potenzialmente terzi) è una grandissima cosa. Punto terzo: alla prima difficoltà sparate a 0 da BRAVI e CLASSICI leccesi. Per voi tutto è dovuto,fino a quando la società non si stanca e poi piangete perché il Lecce fa campionati anonimi. La classifica è talmente corta che ancora non è deciso nulla. E comunque vada onore a questa squadra,società e mister che stanno facendo cose egregie.

      • vedi …..ammettiamo che tutto quello che dici sia vero ti faccio una domanda al di la che mancano pochi punti alla salvezza e poi gli diamo la medaglia a giocatori tecnico societa' e tifosi (forse gli unici che se lo meritano) ti piace vedere gli avversari fare torello e non far vedere alla propria squadra il pallone? perché e' di questo alla fine che dobbiamo parlare e siccome non mi sembra che stiamo facendo la Champions e abbiamo contro real Barcellona psg united city ecc.ecc. ma anonime squadre di egual caratura se non minori per trascorso storico e blasone rispetto al lecce (cittadella? chi e' costui) …….e altre squadre che non nomino per decenza sprtiva

    • Io invece mi chiedo perché chi non segue il calcio, e non ha quindi la possibilità di esaminarlo decentemente, si affretta scrivere commenti al limite dell'assurdo. Cos'è abbiamo fatto talmente tanti risultati utili che non hai avuto il tempo di sfogarti scrivendo male? che ridere. GUARDATI LA CLASSIFICA.

    • Da come parla fa intendere chiaramente di non essere tifoso del Lecce, ma di qualche altra squadra pugliese che magari gioca in qualche serie inferiore! Auguro alla Sua vera squadra di restarci il più possibile. Saluti

  • La colpa della brutta sconfitta è soprattutto di Liverani, genio della formazione, ma anche della presunzione di certi calciatori della difesa che credono di essere dei campioni e ultimamente giocano con superficialità e da mercenari. Cari tifosi del Lecce, ancora convinti che con questo allenatore e con questa squadra andremo in serie A? O dovremmo essere meno presuntuosi e più realisti, accontentandoci al massimo di arrivare ai play off e di essere orgogliosi della nostra squadra che sta in serie B?

    • Dovremmo seguire il Lecce invece di star fermi ad aspettare una sconfitta da mesi, solo per scrivere le 2 righe assurde. anche lei si guardi la classifica, poi torni a non seguire il Lecce

    • Caro Silvano, secondo me siamo già oltre le migliori aspettative, considerando che abbiamo cambiato quasi tutta la squadra, essere oggi in questa posizione di classifica non è male. Certo, oggi abbiamo fatto una magra figura. Speriamo ci serva da lezione.FORZA LECCE SEMPRE

      • Io spero di non andare in A, visto che non abbiamo lo stadio

      • Emigrante, sono totalmente daccordo con te! Certo la figura di oggi, altro che magra!!!

Notizie di oggi

  • settimana

    Un 54enne muore poco dopo il ricovero: i parenti sporgono denuncia

  • Politica

    No Tap contestano Barbara Lezzi. La replica: "Ho la coscienza pulita"

  • Politica

    Comparto olivicolo in crisi: il ministro Lezzi apre all'ipotesi di un commissario

  • Politica

    Congedo archivia le trattative con Poli Bortone e punta a cavalcare l’onda

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nei pressi della “curva della morte”: perde la vita un 36enne

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Va a prendere il figlio maggiore e scopre che l'altro è chiuso nello scuolabus

  • Truffe ad Inps anche coi bonus "Renzi": indagati due professionisti

  • Si schianta sul muro e finisce in prognosi riservata: era ubriaca

  • Un 54enne muore poco dopo il ricovero: i parenti sporgono denuncia

Torna su
LeccePrima è in caricamento