Mai due stagioni con la stessa maglia: Tachtsidis ha trovato casa e la serie A

Dopo gli esordi nell'Aek Atene, il centrocampista ha giocato in una dozzina di club. A 28 anni ha scelto il Lecce e lo ha portato per mano alla promozione

Tacthsidis i

LECCE – Non è una rivincita, ci tiene a dirlo. Panagiotis Tachtsidis torna con il Lecce in serie A senza alcuna sete di vendetta, ma con la consapevolezza di essersi meritato un’altra stagione nella massima categoria: "Lasciare il campionato italiano fu una mia scelta, perché decisi di tornare in Grecia per giocare la Champions League. Successivamente ho visto che qui a Lecce c’era un progetto interessante ed ho accettato di vestire la maglia giallorossa", ha dichiarato il centrocampista greco all'ufficio stampa del club, dal ritiro di Santa Cristina Valgardena, con riferimento alla scelta di fare rientro in patria, dopo l'esperienza a Cagliari, per giocare con l'Olympiacos Pireo.

Ritrovarsi in serie A dopo aver portato per mano la squadra di Liverani alla promozione è il principale, ma non l'unico obiettivo centrato. Dopo gli esordi nell’Aek Atene, infatti, non ha mai vestito la stessa maglia per due stagioni consecutive: “Forse dipende dal fatto che sono sempre stato ceduto con la formula del prestito, ma qui conto di finire la carriera”, disse il 10 gennaio nel corso della conferenza stampa di presentazione, allo stadio di via del Mare.

A 28 anni, cioè nel pieno della maturità, la sua condizione di nomadismo ha ceduto il posto di trovarsi nel posto giusto, come testimoniano le dichiarazioni reste all’ufficio stampa del club dal ritiro di Santa Cristina Valgardena: “Qui a Lecce sto bene, per un giocatore è fondamentale stare tranquillo e lavorare serenamente ed io ho trovato queste condizioni nel Salento”.

Panos, così vuole essere chiamato, sta lavorando intensamente per farsi trovare pronto per la stagione agonistica: “Siamo qui in ritiro a Santa Cristina proprio per questo, bisognerà fare di più e seguire quelle che sono le indicazioni di mister Liverani. Si alza la qualità dei giocatori nel massimo campionato? Alla fine sono dei calciatori come noi, anche se in Serie A ci sono dei fenomeni che fanno la differenza. Bisogna, però, ricordarsi che nel calcio non esistono i singoli, ma per ottenere i risultati serve la squadra, il gruppo”.

Le amichevoli

Alle 17.30 di oggi il Lecce affronterà una squadra di Seconda Categoria, l’Asd Sport Club St Georgen, nella seconda amichevole della fase di ritiro. Non ci sarà Mancosu, che ieri si è sottoposto a esami strumentali per comprendere la natura di un problema muscolare, ed è probabile che restino a bordo campo anche altri calciatori alle prese con qualche acciacco. Tra questi i nuovi arrivati Benzar e Shakhov.

Sabato alle 20.30 è in programma l’ultimo test prima del rientro nel Salento, quello contro il Frosinone di mister Nesta. L’ingresso alla stadio Briamasco di Trento sarà a pagamento: il costo del biglietto è di 10 euro più diritti prevendita (1,50) per gli adulti, 2 euro (più 1 di prevendita) dai 7 ai 14 anni, gratis fino a sei anni. I tagliandi si possono acquistare al botteghino, il giorno della gara, dalle 18.30 oppure online a questo indirizzo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento