Olimpiadi della Pizza: sul podio il team salentino

Medaglia d'argento alla formazione, composta da Giuseppe Lucia, Massimiliano Stamerra, Raffaele Di Donfrancesco, Sabina Hoparteam, Alessandra De Bellis e Joanna Pieczynska

Quattrocentodieci concorrenti, 41 nazioni coinvolte, nove titoli in palio. Numeri da capogiro. Come da capogiro sono state le prestazioni. In particolare quelle del Team Acrobatico Salento. Che nei giorni scorsi, a Salsomaggiore Terme, ha conquistato il secondo posto nella gara acrobatica a squadre nella prima edizione delle "Olimpiadi della Pizza".

Proprio così, la focaccia più famosa del mondo, nata a Napoli nel 1700 (anche se esiste un "prototipo" più antico, di origine genovese, la "pissa" di cui era ghiotto l'ammiraglio Andrea Doria) ha una sua olimpiade, che si svolge ogni quattro anni e che è stata organizzate dal mensile "Piazza e pasta italiana".

La formazione salentina, composta da Giuseppe Lucia, Massimiliano Stamerra, Raffaele Di Donfrancesco, Sabina Hoparteam, Alessandra De Bellis e Joanna Pieczynska, ha conquistato la medaglia d'argento (carica che manterrà fino alla prossima edizione), dopo un'avvincente sfida con i colleghi statunitensi e giapponesi. Il Team Acrobatico Salento è giunto all'incontro finale dopo aver sconfitto formazioni sarde, lombarde, calabresi e di altre zone della Puglia. Madrina della manifestazione è stata Claudia Andreatti, Miss Italia 2006.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Tragico scontro tra auto e moto sulla litoranea ionica: muore 31enne

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Si torna a sparare in città: esplosi tre colpi di pistola contro un’auto

Torna su
LeccePrima è in caricamento