homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Difesa perfetta, la scelta di Doumbia premia mister Braglia

Freddi impeccabile, Cosenza perfetto, Abruzzese diligente. E l'esterno francese incontenibile nel primo tempo

Piero Braglia (foto Chilla).

LECCE – Nella vittoria del Lecce contro la Juve Stabia pesa molto la scelta iniziale di mister Braglia (6,5) di rinunciare alle due punte, sacrificando Curiale, per inserire Doumbia nel modulo preferito dal tecnico toscano, il 4-3-3. La mossa si rivela azzeccata perché il francese è decisamente l’uomo in più dei giallorossi.

Perucchini (6) non corre grossi rischi, ma ad inizio ripresa è bravo a fermare in due tempi un tiro di Gomez. La difesa si conferma il reparto più affidabile: Freddi (6,5) è impeccabile, peccato per l’ammonizione, Cosenza (7,5) è super e non solo per il goal mentre Abruzzese fa il suo compito con diligenza (6).

In mezzo al campo Papini (6,5) recupera una quantità significativa di palloni, coordina i movimenti della squadra e si concede anche un paio di spunti da rifinitore. Il compagno di mediana, Salvi (6) non è da meno in fase di interdizione e corsa, ma in un paio di ribaltamenti di fronte sbaglia o la scelta oppure il passaggio. Lepore (6) abbina quantità a una dose sufficiente di qualità mentre Legittimo (6), pur dando segni di appannamento soprattutto nel primo tempo, disputa una buona ripresa ed è anche decisivo in un recupero in extremis.

In attacco Moscardelli (6,5) meriterebbe il goal per due motivi: per la splendida rovesciata che Polito riesce a deviare in corner e per la consueta generosità - sorretta questa volta da una condizione fisica che appare in miglioramento - che fa passare in secondo piano anche qualche ostinato dribbling. Surraco (6,5) va in rete alla prima occasione, rimedia numerose punizioni e fa per intero il proprio dovere pur senza brillare. Per Doumbia (7) un ottimo rientro tra i titolari: nel primo tempo scardina con la sua velocità la difesa della Juve Stabia, nella ripresa, comprensibilmente, cala e viene sostituito da Sowe (6) che negli ultimi 20 minuti  fa vedere un paio di cose interessanti dal punto di vista tecnico e mostra di avere nelle gambe quel dinamismo che al Lecce serve nel reparto avanzato.Per Curiale e De Feudis uno scampolo di partita. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "Vedo i fantasmi". E distrugge l'abitazione appiccando le fiamme

    • Cronaca

      Roghi a volontà. E nella masseria distruggono auto e mezzi agricoli

    • Cronaca

      Scoperta una discarica di rifiuti speciali, sequestrata area di 5mila metri quadri

    • Cronaca

      Contatore alterato per “risparmiare” 110mila euro in bolletta: denunciato barista

    I più letti della settimana

    • Dalle lacrime di Foggia alla gioia con "Mieru, pezzetti e cazzotti". Il video è cult

    • Abbonamenti: il Lecce apre la sua nuova sede per la vendita diretta

    • Marchio di fabbrica, la divisa da portiere: Lys Gomis pronto all'esordio col Lecce

    • Esordio in Tim Cup: prezzi bassi, pochi euro per chi si è già abbonato

    • Tim Cup sabato sera, la squadra anticipa il rientro. Poi si va a Roccaporena

    • Ciancio guarda già al campionato: "Occhio a Foggia, Matera e Juve Stabia"

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento