Pesistica, gli atleti leccesi fanno incetta di medaglie

Cinque ori e due argenti sono il prestigioso bottino conquistato dagli atleti leccesi ai Campionati italiani assoluti di pesistica che si sono disputati la scorsa settimana a Molfetta

Cinque ori e due argenti sono il prestigioso bottino conquistato dagli atleti leccesi ai Campionati italiani assoluti di pesistica che si sono disputati la scorsa settimana a Molfetta. Tutte le medaglie sono appese al collo di Enrico Grandioso e Sara Alemanno della "Body's Training" di Copertino del tecnico Franco Alemanno, unica società salentina in gara dopo la rinuncia a partecipare di Maira Pierri, tesserata per la "Body Line" di Leverano. In particolare, il successo più atteso e sorprendente al tempo stesso è stato quello di Enrico Grandioso (classe ‘88, cat. kg56) che ha conquistato un argento nello strappo (sollevando 87kg), un oro nello slancio (105kg) ed un oro nel totale olimpico: per Grandioso era la prima partecipazione in un Campionato Assoluto.

È stata, invece, una bellissima conferma quella di Sara Alemanno (classe ‘86, cat. kg63), che ha letteralmente umiliato tutte le sue avversarie portando a casa un oro nello strappo (70kg), uno nello slancio (82kg) ed uno nel totale (152kg), dimostrando ancora una volta di non avere rivali nella sua categoria di peso. Sara si era già laureata campionessa italiana assoluta nel 2001, nel 2007 e nel 2008 e, lo scorso aprile, aveva sfiorato la qualificazione alle Olimpiadi di Pechino.

Ottime anche le performance degli altri 3 pesisti salentini: nel settore maschile, Simone Armando Cipressa (classe '80), qualificatosi con l'8° totale nella cat. kg94, poi sceso al 9° per l'inserimento in extremis di un atleta di San Marino, si è piazzato 6° (115kg di strappo e 145kg di slancio). In campo femminile, invece, ai piedi del podio Stefania Alemanno (classe ‘82, cat. kg58) che, sollevando 57kg nello strappo e 67kg nello slancio, è salita di un gradino rispetto al 5° posto delle qualificazioni. Situazione simile per Alessandra Alemanno (classe ‘89, cat. kg69) che si è piazzata 5^ (54kg strappo, 68kg slancio), dopo essersi qualifica con il 7° totale. In virtù di questi risultati, la "Body's Training" di Copertino non solo è risultata 4^ nella classifica femminile della manifestazione, ma si è anche confermata prima società italiana per i risultati ottenuti nell'arco della stagione (per l'8° anno consecutivo) e prima società del quadriennio olimpico, per il secondo quadriennio consecutivo.

"Meglio di così davvero non poteva andare: sognavo questi risultati, ma non osavo sperarci - ha dichiarato Franco Alemanno -. Non riesco ad esprimere con le parole la soddisfazione per quanto sono riusciti a fare Sara ed Enrico: la prima confermandosi a grandi livelli, il secondo conquistando il titolo italiano praticamente al suo primo tentativo. La qualificazione al Campionato era già stata una grande conquista, non pensavo di vivere anche la straordinaria gratificazione di sette medaglie. Facciamo tanti sacrifici, ma devo confessare che ogni partecipazione ad una gara è più bella della precedente. Quando penso che questi ragazzi non riusciranno a rendermi più orgoglioso, ecco che riescono a sorprendermi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento