Il presidente del Lecce rassicura i tifosi: "Sul mercato non siamo fermi"

Sticchi Damiani ha parlato di piste che sono rimaste riservate e di altre che non sono chiuse. Il direttore sportivo cerca un attaccante e un terzino destro

Sticchi Damiani e Meluso.

LECCE - L'organico sarà completato adeguatamente e il Lecce potrà iniziare la sua avventura in serie A in maniera degna. Il presidente del club, Saverio Sticchi Damiani, lo ha assicurato a margine di una conferenza stampa sul settore giovanile e sull'accordo con l'azienda Linkem che ne sarà sponsor e partner. 

"La società non è ferma - ha detto il massimo dirigente - e per fortuna alcune piste che stiamo battendo sono rimaste riservate mentre altre di cui si è parlato non sono da considerarsi chiuse". Probabile che Sticchi si riferisse, nel secondo caso, al turco Burak Ylmaz oppure a Diego Farias, ma il presidente non si è sbottonato, né lo ha fatto il direttore sportivo, Mauro Meluso, seduto al suo fianco. Il calciomercato della società giallorossa, dopo un avvio abbastanza dinamico, è entrato in una fase particolare e mentre la tifoserie brama la ciliegina sulla torta, si fanno i conti con richieste esose che producono una grande concorrenza per i pochi calciatori ancora accessibili. 

Certo è che il Lecce è alla ricerca di un attaccante - con l'irrompere del nome di Konstantinos Mitroglu, 31enne greco dell'Olympique Marsiglia - e, dopo il naufragio burrascoso della trattativa con la Fiorentina per Lorenzo Venuti, anche di un terzino destro. Attualmente la casella è occupata solo dal rumeno Benzar, peraltro al momento impegnato in un lavoro differenziato rispetto ai compagni.

Il presidente ha poi sottolineato un altro tema, quello della riqualificazione dello stadio di Via del Mare: "Non per distogliere l'attenzione dagli investimenti che comunque faremo, stiamo portando avanti un'operazione da 4 milioni di euro circa che ci consetirà di presentarci, spero già il 18 agosto, in un impianto all'altezza della situazione". Per quella data, infatti, è in programma il turno di Tim Cup che chiama in causa il Lecce: appena prima di ferragosto la commissione provinciale di vigilanza presso la prefettura si riunirà per valutare il via libera. 

Se, invece, i lavori non dovessero essere ultimati, allora si dovrà attendere altre due settimane per assistere all'esordio in casa, in occasione della prima gara interna di campionato contro l'Hellas Verona (domenica 1 settembre, ore 20.45). 

Trasferta di Milano con tessera del tifoso

Intanto è stato reso noto che per la trasferta di Milano con l'Inter per l'esordio in campionato - lunedì 26 agosto alle 20.45 - sono in vendita al costo di 30 euro più diritti di prevendita in tutti i punti vendita Vivaticket abilitati. Al momento la vendita, riservata salvo diversa disposizione dell'Osservatorio sulle manifestazioni sportive solo ai possessori di tessera del tifoso, non è disponibile in modalità online.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento