Rossettini e il fattore concentrazione: "Tutti e undici per una gara di sacrificio"

Il centrale difensivo, come Gabriel e Lucioni, non ha saltato nemmeno una partita. Lui contro la Lazio ha già vinto con la maglia del Genoa

Luca Rossettini.

LECCE - Insieme a Lucioni e Gabriel è stato sempre presente nelle undici partite disputate dal Lecce e soprattutto nell'ultima fase ha sfoderato prestazioni molto buone. Luca Rossettini, patavino di 34 anni, sta dimostrando di essere molto utile a mister Liverani.

Insieme ai compagni, il difensore centrale si trova a Roma sin da martedì per preparare la partita di domenica in casa della Lazio: "E’ una bella sensazione quella di essere stato sempre presente in queste prime undici gare  di campionato. Era un mio obiettivo quest’estate quando ho scelto di vestire la maglia giallorossa, dopo un’annata poco felice. Certamente i bilanci si fanno a fine stagione, ma io cerco sempre di allenarmi al massimo dando la mia disponibilità, fermo restando che l’obbiettivo comune viene prima di tutto. Con Lucioni ci troviamo bene. Com’è normale che sia dobbiamo lavorare ancora per cercare di migliorare i meccanismi e l’affinità. Rivediamo spesso le immagini delle partite e analizziamo quello che non è andato per il verso giusto o che possiamo migliorare, ma questo fa parte di un processo di crescita che riguarda tutta la squadra".

Nell'ultima gara, quella contro il Sassuolo, è stato anche l'autore di un bel lancio per Lapadula, che ha poi messo a segno il gol del momentaneo 1 a 0 (il risultato finale è stato di 2 a 2).  “Con Gianluca ci conosciamo da tre anni, lui è  un giocatore rabbioso che attacca la profondità e in allenamento proviamo spesso queste situazioni. Il mio lancio è stato giusto, lui ha fatto uno stop straordinario come la conclusione ed i meriti maggiori del gol sono i suoi, che ha valorizzato il mio passaggio". 

Rispetto alla difficoltà del prossimo match, Rossettini non ha dubbi, tanto più dopo la sconfitta di ieri con il Celtic di Glasgow durante l'ultimo minuto di recupero, nell'incontro valevole per la fase a gironi dell'Europa League: "Dovremo affrontare quest’impegno come abbiamo fatto nelle ultime gare, con coraggio e voglia di prendere punti su un campo difficile e contro una squadra fortissima. L’unica ricetta è quella di fare una gara di sacrificio tutti e undici, cercare di concedere il meno possibile prestando la massima attenzione. Delle gare con la Lazio ricordo con piacere quella di due anni fa con il Genoa, quando riuscimmo a ottenere i tre punti e spero che questo possa essere di buon auspicio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

Torna su
LeccePrima è in caricamento